Italian Trumpet Forum

Il Resto... => Off-Topic => : fcoltrane May 26, 2020, 12:32:15 PM

: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: fcoltrane May 26, 2020, 12:32:15 PM
Premetto che questo post è volutamente off topic (qui si possono sparare le più grandi corbellerie).
come fa una pippa autodidatta a capire quale è il bocchino giusto .
ha qualche senso avere dieci boccchini ma non saperne utilizzare nemmeno uno?
ci sono rischi dovuti all' acquisto compulsavo di bocchini?
si può rovinare l'impostazione?
Ho letto pagine e pagine sulla utilità di studiare con un unico bocchino , e ancora meglio se a consigliare l'utilizzo è un buon insegnante.
Cosa succede se l'insegnante non lo hai e desideri provare lo stesso?
vi racconto la mia esperienza .
La mia idea è semplice o hai la fortuna di avere un amico musicista che ti fa provare la sua attrezzatura (ed in questo momento non è semplice )o procedi così:
acquisto compulsivo su amazon 3 bocchini per tromba classici (credo di produzione cinese per il costo complessivo 30 euro )
un 1,5 c gewa (simile al bach) un 7 c sempre gewa ed un bach 3 c.
L'idea era non discostarsi troppo dallo standard (il 3c) e comprendere cosa ero in grado di produrre con i tre bocchini.

il risultato è tre suoni del tutto diversi e l'estensione più o meno eguale .
il 7 c il più difficile un suono piccolo piccolo e qui la tendenza è che sulla seconda ottava quasi tende a tapparsi.
l' 1,5 c  molto più equilibrato .
il 3 c vi saprò dire quando arriva.

la prossima settimana farò un blind test e credo che la differenza (considerato che io non ho tecnica ) si senta in maniera evidente.
perché subisco il bocchino in maniera proporzionale alla mia assenza di tecnica.


: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: Zosimo May 26, 2020, 01:11:30 PM
Io continuo a ritenere che il bocchino è come un paio di scarpe, ti sta comodo ok è quello che fa per te. Va da se
che come tutte le passioni c'è la scimmia e l'acquisto compulsivo del : li voglio provare tutti e magari all'inizio per effetto placebo dici anche : eh sì, questo è veramente quello giusto. Io all'inizio studierei scegliendo tra 1 e mezzo c, 3c, 7c. una volta capito quale dei 3 è comodo basta. non prenderei altro con il rischio di passare più tempo a leggere e provare che studiare /suonare e poi ci lamentiamo che non escono i fischioni :D Una volta che si hanno un po' di basi , poi nulla vieta di spendere centinaia di euro e tornare al punto di partenza con l'unica cosa positiva di avere il cassetto pieno di bocchini da trasferire nel famoso secchio e cominciarli a scambiare quando nostra moglie minaccerà di buttarli O0
Poi certo se dobbiamo fare classica opterei (al netto che ognuno è libero e diverso ) per un bocchino a tazza un po' più fonda tipo una B e se devo fare big band magari una tazza D, ma proprio per spaccare il pelo in quattro. Quindi questo è tutto per me e non prenderei mai un bocchino perchè lo suonava Miles, Chet ecc ecc
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: eugeniovi May 26, 2020, 04:00:20 PM

ci sono rischi dovuti all' acquisto compulsavo di bocchini?


Dipende.....se hai una moglie comprensiva no  :)
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: bubbermiley May 26, 2020, 05:18:47 PM
come fa una pippa autodidatta a capire quale è il bocchino giusto .

Ho letto pagine e pagine sulla utilità di studiare con un unico bocchino , e ancora meglio se a consigliare l'utilizzo è un buon insegnante.
Cosa succede se l'insegnante non lo hai e desideri provare lo stesso?


Se hai letto pagine e pagine.... un motivo ci sarà.

Si affida ad un maestro preparato che lo osserva, lo ascolta e magari lo indirizza nella scelta di partenza.

Con il tempo e lo studio il musicista stesso capirà poi se ne sentirà l'esigenza, provando varie misure e tazze, cosa è meglio per se ed il genere che deve andare a suonare. Poi il resto lo fa il tuo orecchio più o meno allenato e il tuo gusto musicale: ti ascolti e cerchi di capire se articolazione, suono, flessibilità etc sono come li vuoi su un determinato bocchino.

Sullo studiare con un unico bocchino non sono d'accordo: ho un bocchino "principale", tuttavia studio con il bocchino che mi serve per un determinato lavoro.
Ogni bocchino ha caratteristiche differenti.
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: Zosimo May 26, 2020, 05:27:51 PM
Iniziare a studiare  e lavoro non  vanno d'accordo nel senso
se inizii non credo che ci stai già lavorando con lo strumento. Quindi come detto dopo essersi formati
va benissimo il cambio di bocchino per i diversi contesti, ma credo che all'inzio al 90% il 3c vada più
che bene per fare il gatti.
Si perde solo tempo a provare 2000 modelli, ma è un mio parere personale.
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: bubbermiley May 26, 2020, 05:33:10 PM
Iniziare a studiare  e lavoro non  vanno d'accordo nel senso
se inizii non credo che ci stai già lavorando con lo strumento.

Si, mi sono espresso male io.
All'inizio uno basta e avanza.
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: fcoltrane May 26, 2020, 08:14:36 PM
Dipende.....se hai una moglie comprensiva no  :)


 ;D ;D ;D
nel corso degli anni tutti i miei familiari sono stati sottottoposti a blind test con il sax e con centinaia di bocchini.
ormai sono assuefatti hanno capito che è una battaglia persa

ora si comincia con la tromba e con gli accessori eheheheh
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: Zosimo May 26, 2020, 08:29:23 PM
Il colletti 8)
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: fcoltrane May 26, 2020, 08:45:58 PM
Si, mi sono espresso male io.
All'inizio uno basta e avanza.

sono certo che per formarsi sia utile un solo bocchino.
 L'aspetto per me interessante  è che grazie a questo escamotage  sto cominciando a capire quale è il bocchino migliore per me.
La mia "follia " mi fa arrivare a conclusioni davvero imbarazzanti:
perché poi il mio obbiettivo è acquistare un bocchino di alto livello (che ha caratteristiche del tutto diverse da quelle dei bocchini che sto utilizzando come prova).
sono certo che chiunque sentirà le differenze abissali dei vari bocchini (o meglio le differenze abissali che io con i miei limitati mezzi produco e subisco )
sono convinto che  il suono  abbia caratteristiche valutabili oggettivamente  (magari sarà difficile utilizzare un lessico comune).
in settimana spero di far un blind test e sono certo che al 90 per cento individuate i bocchini semplicemente dal suono.





: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: fcoltrane May 26, 2020, 08:51:35 PM
Io continuo a ritenere che il bocchino è come un paio di scarpe, ti sta comodo ok è quello che fa per te. Va da se
che come tutte le passioni c'è la scimmia e l'acquisto compulsivo del : li voglio provare tutti e magari all'inizio per effetto placebo dici anche : eh sì, questo è veramente quello giusto. Io all'inizio studierei scegliendo tra 1 e mezzo c, 3c, 7c. una volta capito quale dei 3 è comodo basta. non prenderei altro con il rischio di passare più tempo a leggere e provare che studiare /suonare e poi ci lamentiamo che non escono i fischioni :D Una volta che si hanno un po' di basi , poi nulla vieta di spendere centinaia di euro e tornare al punto di partenza con l'unica cosa positiva di avere il cassetto pieno di bocchini da trasferire nel famoso secchio e cominciarli a scambiare quando nostra moglie minaccerà di buttarli O0
Poi certo se dobbiamo fare classica opterei (al netto che ognuno è libero e diverso ) per un bocchino a tazza un po' più fonda tipo una B e se devo fare big band magari una tazza D, ma proprio per spaccare il pelo in quattro. Quindi questo è tutto per me e non prenderei mai un bocchino perchè lo suonava Miles, Chet ecc ecc


il mio obbiettivo e suonare jazz (nel senso di esporre qualche tema ) ho visto recentemente il gatti 3 e mi sono spaventato ;D ;D
neanche col sax mi metterei a studiarlo difficilissimo semicrome a tempesta .
la musica classica non fa per me troppo difficile .
la tazza b non dovrebbe un pochino scurire il timbro perché un pochino più profonda? rispetto alla c?
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: fcoltrane May 26, 2020, 08:55:04 PM
Il colletti 8)

cosa è il colletti?
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: toro May 26, 2020, 09:24:21 PM
La mia idea e’ che quando uno  e’ pippa il bocchino non dovrebbe neanche sceglierlo: suona il suo 7c in dotazione alla tromba entry level che acquisterà ( visto che uno pippa non si compra una Monette d’acchito,e non riesce neanche a conoscere le differenze tra un bocchino e l’altro)e poi se scala i gradini verso l’olimpo ,con le conoscenze che acquisirà,non c’è super maestro che tenga per consigliargli il bocchino ,saprà di suo dove andare a parare.Se invece rimani pippa ,come nel mio caso,e senti che il 7c ti è stretto oppure largo,scegline uno che ti sta comodo ed ha un timbro “buono” per le tue orecchie e sei già avanti anni luce.
Un brocco che gioca a calcio ,meglio che calzi una scarpa comoda anonima,che le Puma Netzer degli anni ‘70 che facevano figo ma ti straziavano i piedi ;)
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: fcoltrane May 26, 2020, 09:41:47 PM
ti dirò che se me lo  potessi permettere una tromba di alto livello la prenderei.
Ho idea che una taylor xlite usata  o una tromba prodotta da Tony artigianalmente o una Monette leggera(se ne esistono)  mi renderebbe il percorso di
apprendimento più semplice.


Per ora non me la posso permettere ma nei prossimi anni magari si .
In pochi mesi ho acquistato un gran numero di bocchini ed ho capito alcune cose.
Acquistare al buio è troppo complicato.
poi se prendi un bocchino cinese spendi 10 euro se prendi un bocchino serio un ar resonance, un monette, un gr ecc spendi molto di più.
il mio obbiettivo è prendere un bocchino di questi che ho citato ma prima di arrivare a questo desideravo capire che differenza c'era tra un bac 7 c 3c 1,5 c
Anche perché moltissimi trombettisti che mi piacciono sono in grado di suonare bene  con gli ultimi due che ho citato.
comunque presto spero di fare un esempio sonoro e così potrete capire cosa intendo.
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: Norman May 27, 2020, 06:47:55 AM
Quando il trombettista è una pippa l’unico aspetto che è in grado di valutare è la comodità del bordo. Per il resto non può che affidarsi ai consigli di chi è più preparato. Si, magari differenze di suono si sentono anche, ma se il suono non è maturo in sé basarsi su questo per la scelta non ha molto senso.

Sulla questione costo io invece non penso che all’inizio sia saggio lesinare: se uno può permettersi un prodotto migliore, ed ha chi può consigliarlo bene, per me  bene approfittarne. Io per i miei strumenti, prima la chitarra, poi la tromba, ho sempre scelto il meglio possibile che mi potevo permettere in quel momento, il ragionamento per cui sei principiante e quindi devi lesinare non ha senso. Se non puoi è un discorso, ma se puoi permetterti un prodotto migliore questo sicuramente aiuta a suonare meglio. Poi non è detto che quello che costa di più sia necessariamente la scelta migliore per tutti,  ma a mio modesto parere lesinare raramente ti fa fare una buona scelta. Il problema è quello che ho detto prima, che quando sei agli inizi non hai modo di giudicare, hai necessariamente bisogno del parere di qualcuno più esperto.
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: Zosimo May 27, 2020, 08:48:57 AM
cosa è il colletti?

Tempo fa leggevo una discussione sul bocchino di Parker, e qualcuno vociferava che avesse usato per un periodo anche
questo Colletti italiano che se non erro è usatissimo nel liscio, se ancora li fanno non lo so.
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: fcoltrane May 27, 2020, 08:56:14 AM
Per Norman
eheehehhe ma tu hai avuto la fortuna di studiare e conoscere musicisti e didatti di altissimo profilo tipo Giuffredi.
E poi conosci  Toni che già parecchi anni fa era in grado di spaccare il capello (suono) dividerlo descriverlo e riformarlo .
Se Tony vivesse a Catania o Giuffredi credo che dovrebbero cacciarmi a forza o comunque denunciarmi per stalking.
Perché sarei da loro un giorno si ed un giorno no.
 ;D
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: fcoltrane May 27, 2020, 09:07:05 AM
per Zosimo:

 pollices .
Colletto si  credo che non li facciano più , sono bocchini effettivamente utilizzati per il liscio.
( questa è più una diceria nel senso che se lo ha usato lo ha suonato per pochissimo tempo ).
nel sax lo standard è l'otto link 7 8 stella nel tenore e meyer 5  6 sull'alto (è un po come il bach 3 o 1,5 nella tromba ) e quelli vintage hanno quotazioni a 3 zeri .
per non parlare dei bocchini artigianali tipo guardala o fl .

: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: Zosimo May 27, 2020, 09:17:09 AM
Fai una piccola panoramica sui bocchini per sax cioè una comparazione con quelli per tromba,  come dire tra prezzi
, vintage ecc ecc , magari apri un post specifico nella sezione altri strumenti. grazie sono curioso.
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: Zosimo May 27, 2020, 09:17:54 AM
Anche perchè il Maestro Masaniello dice che sono molto difficile da fare artigianalmente e non ci si
può improvvisare.
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: fcoltrane May 27, 2020, 09:28:30 AM
Tony si riferisce a quelli per tromba o a quelli per sax ?
ora ci provo a creare un post ma potrò affrontare argomenti generici perché sul particolare non basta una vita.
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: Zosimo May 27, 2020, 09:31:41 AM
A quelli per sax, tranquillo fai un post generico per un po' di comparazione
niente di approfondito o specifico
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: fcoltrane May 27, 2020, 11:06:49 AM
Tony ha un orecchio straordinario , certo con la tromba è facilitato perché conosce anche la tecnica di produzione del suono (perché la tromba la sa suonare ) e penso abbia un grado di consapevolezza abbastanza straordinario anche di quelli che sono i rischi di una impostazione non coerente.
E poi non è da tutti avere stretti contatti  con musicisti di altissimo profilo.


 A questo proposito posso dire che per il  sax quello che secondo me è stato il più grande innovatore e produttore di bocchini si chiama Guardala e stranamente non era neanche un grande musicista ma ha avuto la fortuna di collaborare con i più grandi sassofonisti  dell'epoca .
Liebman Brecker Marsalis Evans .
poi ha fatto una fine ingloriosa ma questo non ha nulla a che vedere con la sua abilità come artigiano.
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: fcoltrane June 11, 2020, 09:35:54 AM
Riprendo questo post perché nel frattempo la malattia ha preso dimensioni surreali .  Mi è arrivato un Monette b4  Classic è un ar mb 40 penna 7 .  Nelle ultime settimane il Monette b4 aveva sbaragliato la concorrenza per il timbro  Certo risultava più chiuso del Monette b6 s1 Prana ma sulla prima ottava e sul registro basso già mi sentivo un trombettista. Appena provo il bocchino ar per i primi minuti la produzione del suono è una tragedia e quindi per capire qualcosa prendo il mio primo bocchino il Monette b6 Prana e la tragedia rimane prendo il bac 3c e la tragedia persiste .  Riprendo il blocchino ar e decido di spararmi tre orette solo con quello.  Dopo la prima ora capisco che elabora l’aria in maniera del tutto diversa un bocchino che definisco delicato ma che sulla seconda ottava a differenza del b4 apri il suono e più aria gli dai più se ne prende. .....Ora aspetto  una nuova tazza ar un po’ più grande se tanto mi da tanto tra altri 4 bocchini capirò quale è la dimensione che preferisco 😂😂😂
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: Zosimo June 11, 2020, 09:46:00 AM
Prendi anche l'almonzinni, mi raccomando. vedrai che risolvi ^-^
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: fcoltrane June 11, 2020, 10:11:51 AM
 :)
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: fcoltrane June 17, 2020, 09:43:05 AM
Vi aggiorno ancora la tazza ar non è arrivata (maledette poste italiane)
il b4 s ormai ha sbaragliato la concorrenza suono prevalentemente con questo  ... mi è venuta una mezza idea di aprire il foro ma non mi arrischio perchè so che renderei il bocchino inservibile.
l'effetto tappo purtroppo rimane e sul registro acuto non c'è quella bella sensazione di apertura che ho con gli altri due bocchini ar mb  e monette prana  b6.
ho capito che più il foro è grande più mi viene facile salire e combatto la tendenza a comprimere l'aria .
 mi sa che prima della fine dell'anno vado a trovare Tony (sperando che questa pandemia sia solo un ricordo).
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: eugeniovi June 17, 2020, 10:39:27 AM
Puo' darsi che tu suonando già uno strumento a fiato padroneggi meglio di chi inizia a suonare la tromba (se non ho capito male è da poco che studi lo strumento) l'emissione ed il sostenere l'aria che richiede un foro piu' largo. Ciao
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: fcoltrane June 17, 2020, 11:07:21 AM
Ho acquistato una tromba credo intorno al 2013 per un annetto da autodidatta ho provato a produrre suono ma mi sono reso conto che mi serviva troppo tempo per imparare . In pratica ho abbandonato in un cassetto per circa 7 anni lo strumento e mi sono dedicato allo studio del sax  (anche qui con difficoltà perchè ritagliare un oretta al giorno non è semplice ).
recentemente mi hanno regalato un flicorno soprano cinese che dal punto di vista della produzione del suono è molto simile al sax tenore.
(durante i due mesi di clausura ho suonato solo quello e mi sono divertito un mucchio)
ho quindi ripreso la tromba (che ho portato a riparare il primo giorno utile durante il quale si poteva uscire dal proprio comune) in poco tempo ho acquistato un enorme quantità di bocchini per tromba (vendendone alcuni per sax che avevo in un cassetto) .
per me semplificando i fori piccoli comprimono il suono e lo rendono più definito di contro lo schiacciano sulla estremità alta, ed i bocchini con gambo lungo Yamaha Bach hanno gli armonici in posizione" diversa"  (costringono il trombettista) ad emettere in maniera diversa rispetto ai Monette e agli Ar.
(e l'elemento più rilevante è la lunghezza del bocchino e la grandezza del foro.
ho anche un Frate precision che si colloca a mio avviso in mezzo. tra queste categorie.
poi è mia convinzione che il bocchino sia ancora più rilevante dello strumento.
se hai uno strumento che tende a chiudersi sul registro acuto utilizzerai un bocchino più aperto  .
se hai uno strumento che tende ad aprirsi ne utilizzerai uno più chiuso 
(ma sempre tutto dipende dall'abitudine e da quello che io definisco equilibrio..........).
ps è probabile che molte delle mie considerazioni siano elucubrazioni mentali di una pippa autodidatta e che non abbiano alcun valore.
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: fcoltrane June 17, 2020, 11:33:42 AM
è arrivata la tazza ar mlb 40 , (le poste italiane avranno sentito le mie rimostranze.......)
che dire la prova per ora solo con la sordina ma un aspetto già è evidente rispetto al monette b4s questo ar mlb 40 con penna 40 sembra avere il suono molto più aperto sul registro acuto dal sol in poi , (sempre rispetto ai miei criteri di valutazione  di pippa ).
come spesso accade devo verificare a campana aperta il timbro perché per me il suono è come una coperta se la tiri da ua parte ti manca dall'altra.
E quindi devo capire quanto perde il corpo sul registro medio basso (che poi è quello che mi interessa di più).
l'appoggio delle labbra mi sembra molto simile.
vi saprò dire nel pomeriggio...........
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: fcoltrane June 25, 2020, 10:45:00 AM
finalmente è arrivato l'ultimo acquisto una meraviglia già sto sbavando ..............
intanto pare fatto apposta per la mia tromba , cicciotto come piace a me (ancora più cicciotto del monette b4) poi il colore è meno sgargiante del monete b4 sempre color  ottone lucido credo....... si sa che l'occhio vuole pure la sua parte anche se a me dell'estetica sino ad oggi non me ne è fregato nulla .
Passiamo al punto importante il suono , il mio problema era la sensazione di tappo sulle note la si bemolle della seconda ottava , ossia il precedente bocchino un monette b4 classic mi piaceva sul registro basso ma sul registro alto (per me la seconda ottava ) non andava bene per niente .
e quindi se suonavo una scala di si bemolle su due ottave arrivato a quel punto dovevo comprimere l'aria ancor di più rendendo il suono ancor più schiacciato (già faceva schifo prima del sol ma dopo diventava inascoltabile)
mi sa che per due anni ora non acquisto più niente (per lo meno bocchini)
già mi viene in mente di passare alle trombe  ;D ;D ;D ;D ;D ;D fortuna che so a cosa andrei incontro se procedessi in questa direzione.

: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: eugeniovi June 25, 2020, 03:46:11 PM
Mi sono perso  :). Cosa hai preso? Comunque per me provare i bocchini è fondamentale, l'importante è poi prendere quello 'giusto' oltre che per il tuo labbro sopratutto per la tua 'testa'  :). Ciao
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: fcoltrane June 25, 2020, 04:10:06 PM
il bocchino è un AR la sigla EU 42 10 .
Comprato usato .
Non ho idea per cosa sta la sigla EU 
10 immagino la penna
42 immagino il foro

mi sa che sarà il bocchino della mia vita da trombettista ...... per ora sono felice come un bimbo perché era esattamente quello che desideravo.
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: gigispermaloso June 25, 2020, 04:58:11 PM
In pratica è un Prana.
Magari EU sta per Eugenio... ;D
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: Mar June 25, 2020, 05:03:25 PM
Non è che hai comprato un bocchino per eufonio?
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: fcoltrane June 25, 2020, 05:08:44 PM
per Eugenio :   ;D ;D il musicista che me la ha venduta si chiama Emanuele forse sono io che non ci vedo bene però mi pare una U
 ;D ;D ;D ;D
per Mar  ;D ;D ;D ;D
Eufonio non è escluso perché è proprio cicciotto come piace a me.
ma l'aspetto straordordinario è che ha levato il tappo che prima sentivo dopo il sol.
(sempre pippa sono ma un po meno di ieri )
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: anrapa June 25, 2020, 05:25:48 PM
In pratica è un Prana.
Magari EU sta per Eugenio... ;D
I Prana hanno il foro da 4.4mm nelle versioni con tazze di media profondità.
Inoltre, ovviamente, la penna è diversa da quella dei Prana.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk Pro
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: anrapa June 25, 2020, 05:26:52 PM
per Eugenio :   ;D ;D il musicista che me la ha venduta si chiama Emanuele forse sono io che non ci vedo bene però mi pare una U
 ;D ;D ;D ;D
per Mar  ;D ;D ;D ;D
Eufonio non è escluso perché è proprio cicciotto come piace a me.
ma l'aspetto straordordinario è che ha levato il tappo che prima sentivo dopo il sol.
(sempre pippa sono ma un po meno di ieri )
Non vedendolo non posso dire ma potrebbe essere una EM, Emanuele Marsico?


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk Pro
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: Zosimo June 25, 2020, 05:46:16 PM
Se riesci a suonare con un
Foro del genere complimenti. Solo
Io sono rimasto al 4.0mm penna 7 , la
10 che ora si chiama L , L' ho messa in teca .
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: fcoltrane June 25, 2020, 06:01:09 PM
Zosimo "suonare" è una parola grossa diciamo che mi viene meglio di prima ma sempre pippa sono a livello tale che solo i mie gatti mi sopportano ma solo  perché sono costretti .

è questo qui
https://ibb.co/ZWnYf15

a me pare una u
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: anrapa June 25, 2020, 07:16:33 PM
Avrà 5 o 6 anni, uno dei primissimi a occhio. (Oh, le gioie di inciderli a mano con un pantografo giocattolo che manco all’Ipercoop di Lastra a Signa...)
Non ho proprio idea di cosa significhi EU, decisamente le iniziali del proprietario direi.



Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk Pro
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: Zosimo June 25, 2020, 08:33:21 PM
Oramai circolano anche i vintage
E la lira s'impenna(Carcarlo Pravettoni)
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: fcoltrane June 25, 2020, 08:48:33 PM
Avrà 5 o 6 anni, uno dei primissimi a occhio. (Oh, le gioie di inciderli a mano con un pantografo giocattolo che manco all’Ipercoop di Lastra a Signa...)
Non ho proprio idea di cosa significhi EU, decisamente le iniziali del proprietario direi.



Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk Pro
.    Ora lo chiedo al ex proprietario .  Comunque che cosa significa eu mi interessa relativamente perché questo bocchino è bellissimo e suona oltre le mie aspettative oggi è un altra di quelle giornate che mi sento un super eroe della tromba  ;D ;D solo perché quieta scala di bb su due ottave mi pare un po’ meglio di ieri ps mi sa che verrò a trovarti prima di quanto pensassi
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: Mar June 25, 2020, 08:56:19 PM
Come ti dicevo ieri, quando hai un bocchino e una tromba della stessa marca l'accoppiamento è perfetto. Quindi, trovato il bocchino che fa per te, ora ti ci vuole una Feroce o una Estrema
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: fcoltrane June 25, 2020, 09:12:57 PM
😂😂😂😂 risolvo un problemino familiare e vado a trovare Tony ps se sentite di un pazzo che provava a vendere un sax polacco spacciandolo per un sba acqua in bocca voi non sapete niente😂😂
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: anrapa June 25, 2020, 11:46:35 PM
Ho paura... ho creato un mostro!


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk Pro
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: fcoltrane June 26, 2020, 07:43:11 AM
 ;D ;D ;D
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: eugeniovi June 26, 2020, 10:55:20 AM
Non ho mai venduto o scambiato in uscita bocchini AR. Io ora suono penna 10 e foro 42, mi risulta piu' facile l'emissione e poi con la 'Leggera' va che è una bomba  :). Ho già perdonato Tony che nello spot dimostrativo non ha messo il mio nome  :). Ciao a tutti
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: Zosimo June 26, 2020, 11:06:42 AM
I resonaz non si vendono
Sì custodiscono e tramandano
Come i patek Philippe.
Io sono l unica pippa che suona ancora 40/7
Troppo grossi i 42/10 roba da Marsalis.
Io resto umile.
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: fcoltrane June 26, 2020, 11:07:09 AM
La Leggera sluuuuuuuuuuuurrrrrrrrpppppppp già solo a guardarla mi sto eccitando
la mia compagna mi fa.......... ma perché fai quella faccia beata che stai guardando ;D ;D ;D ;D ;D ;D ;D ;D ;D ;D

: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: fcoltrane June 26, 2020, 11:36:56 AM
I resonaz non si vendono
Sì custodiscono e tramandano
Come i patek Philippe.
Io sono l unica pippa che suona ancora 40/7
Troppo grossi i 42/10 roba da Marsalis.
Io resto umile.

ehehehe Zosimo ma tu non sei entrato nel lato oscuro della forza io ormai sono come Dart Fener e non vedo più la luce
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: anrapa June 26, 2020, 01:30:57 PM
x Eugenio: è che sto preparando la versione 2.0 del video, sarà un lungometraggio sulla tua vita. :D
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: eugeniovi June 26, 2020, 01:44:56 PM
Basta che non inserisci video compromettente che suono  :)
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: fcoltrane June 27, 2020, 08:21:27 AM
Eheheh io sono invece per i video compromettenti tipo trombettista che fa una bella orgia con decine di trombe e  bocchini . Il mio desiderio represso mi fa parlare così.          Per Zosimo : posso utilizzare il foro più grande che esiste ma se comprino l’aria il suono sarà sempre piccolo purtroppo 😭😭😭😭
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: fcoltrane July 26, 2020, 12:27:35 PM
Non ho resistito più ed ho preso un b2 s3 prana E non solo la malattia ormai è in fase Galoppante
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: fcoltrane September 08, 2020, 06:23:55 PM
Dopo un mese di studio assiduo con il b2 prana é il momento di bilancio. Questa sorta di valutazione provo a farla con i miei limitati mezzi da autodidatta. E provo a misurare e fotografare la situazione attuale rispetto a quella di un mese fa. La prima valutazione viene fatta con tutti i bocchini che considero un riferimento nel senso di confrontare cosa riuscivo a suonare Un mese fa e come. Il primo aspetto è il suono del registro basso che è migliorato molto in relazione al timbro prima molto più afono e mancante di armonici . I bocchini provati Bach 3 c Monette b6 Ar copia b4 . Poi estensione che è migliorata anche in relazione alla intonazione qui il migliore è il monette b6 perché il bb su due ottave è intonato è relativamente aperto con gli altri posso salire ancora un po’ ma le note sono poco omogenea. Rispetto ad un mese fa il miglioramento è evidente perché Prima con quasi tutti i bocchini il sol era già disomogeneo e si trova una terza minore sotto.    Infine la durata delle note lunghe è molto migliorata . Continuo qui e rispondo al messaggi Di Norman e Mar sulla poca utilità di cambiare bocchino da autodidatta  e scegliere bocchini con foro troppo grande.   Io credo che sostanzialmente hanno ragione entrambi perché alcuni aspetti è utile capirli progressivamente perché in caso contrario perdi la testa perché saltano i riferimenti. L’unico aspetto che mi differenzia dal semplice autodidatta è lo studio pregresso col sax e alcuni aspetti li considero scontati . Tutto ciò che si riferisce alla emissione ad esempio ed allo sforzo per produrre suono. Poi c’è l’abitudine soffiare dentro un bocchino per tenore medio aperto e poi trovarsi a soffiare su un 7 c è come prendere il più piccolo bocchino per tenore e dover soffiare come un flauto traverso. Puoi farlo ma  ci sono buone possibilità che ti sforzi troppo per contenere l’emissione. Non vi è dubbio che acquisti una sensibilità straordinaria ma a quale prezzo?  Poi c’è il suono è per me a prescindere dallo strumento utilizzato che sia sax o tromba deve piacerti in caso contrario che suoni a fare? Oggi sentivo un video summit di tromba suonavano tra gli altri Stepko, trombettista che ho avuto il piacere di conoscere , Clark Terry , Roy ,Marsalis ed altri favoli trombettisti. Magari apro un post appositamente sul suono.

: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: Norman September 09, 2020, 07:40:45 AM
Bene per i miglioramenti!

Quanto alla scelta dei bocchini, come ho detto è una questione personale, non vedo niente di strano nel fatto che un adulto che inizia si possa trovare bene con un bocchino relativamente grande e non con un 7C, come ho detto anche per me è stato così.

È anche ovvio che l’esperienza con il sax ti ha sicuramente facilitato in molti aspetti, ci sono indubbiamente delle similitudini nella gestione della respirazione, e non è cosa da poco.

Fare esperimenti con i bocchini va bene, ma ad un certo punto scegli quello che nel complesso ti rende più facile suonare e lavora su quello. Vedrai che alla fin fine riuscirai a cavarne il suono che desideri.
: Re: la scelta del bocchino quando il trombettista è ....una pippa
: fcoltrane October 21, 2020, 09:57:19 AM
Siamo ad ottobre e l’acquisto compulsivo non poteva mancare. Un ar r2 s3 42 avvitabile in bronzo. Basta guardarlo che già suona😂😂. Dopo un altro mese di monette b2 E di selmer tt ho capito che se sei in grado di suonare e di tenere il suono con leggerezza con questo bocchino che si prende tantissima aria poi quando passi ad un altro dal 7c al 3c Bach o al frate precision o agli altri bocchini medi ti sembrano dei giocattolini. L’aspetto più singolare è che ora il 7c non mi sembra più un bocchino tappato ma solo piccolo. Piccolo il bocchino piccole le soddisfazioni 😂 grande il bocchino grandi le soddisfazioni 😂.  Poi c’è un altro aspetto : quello che alcuni definiscono resistenza. Tenere un suono grande ha un costo tenere un suono piccolo ha un costo diverso . Se faccio una scala cromatica con il 7 c posso fare avanti e indietro con il b2 solo avanti 😂😂 indietro solo se ho respirato bene😂😂.     Per tornare all’acquisto posso dire che Con la suprema quel bocchino è perfetto più equilibrato del b2 e un po’ più brillante (più facile) .