Recent Posts

Pages: [1] 2 3 ... 10
1
Io penso che la questione in realtà sia abbastanza semplice: quando uno sa fare qualcosa molto bene riesce a farla anche in condizioni che per le persone normali sarebbero proibitive.

E comunque anche i vari Bird, Trane e compagnia bella spesso e volentieri non ce la facevano... Sono molti i racconti di concerti e sessioni di registrazione mandate in malora perché erano troppo fatti. Alla storia sono passati i grandi dischi ed i tantissimi concerti memorabili, ma ci sono stati anche tanti fallimenti, purtroppo. Viene spontaneo il pensiero di come facessero a suonare in quelle condizioni, ma in realtà il vero pensiero da fare (ed è molto triste) è cosa avrebbero potuto fare se non avessero avuto quella zavorra.
2
è un argomento davvero complesso questo della droga e del bere.
ho in testa alcune registrazioni anche di Trane che suona strafatto ma crea musica meravigliosa.
(con Monk ad esempio)
poi ho ascoltato musicisti tipo Steve Grossaman Dave Liebamn Bob Berg bere una quantità di alcol che faceva ubriacare al solo guardare........e poi suonavano come nulla fosse.......
personalmente se bevo due bicchieri di vino mi diverto e suono forse anche meglio ma se bevo due bicchieri di superalcolico certamente non riesco a suonare.......
una bottiglia di superalcolico posso solo andare al prontosoccorso.......



3
Spartiti e TRASCRIZIONI degli utenti / Re: Scale jazz
« Last post by fcoltrane on April 19, 2021, 10:34:05 PM »
se mi dici il tuo livello tecnico e le tue conoscenze posso provare a darti qualche dritta.
il primo passo conoscere tutte le scale  maggiori .
se già hai queste come base di partenza e le conosci su tutte le tonalità (e conosci gli intervalli eccc...)  puoi facilmente ricavare altre due scale che ti serviranno la minore dorica e la scala misolidia.

se a queste tre aggiungi la scala minore armonica e la melodica può affrontare con facilità tutto il jazz tradizionale.
proprio oggi ho ascoltato un grande trombettista analizzare un solo di Petrucciani e tutto il materiale utilizzato era ricompreso in queste scale citate.
(è anche vero che l'ulterore passo è collegare la scala all'accordo , e le triadi .....)
ti chiedo il tuo livello perché recentemente ho ascoltato alcune lezioni molto interessanti  ma se ti mancano le basi potrebbero essere premature....


4
Spartiti e TRASCRIZIONI degli utenti / Re: Scale jazz
« Last post by grusin on April 19, 2021, 10:30:46 PM »
 pollices
5
Infatti Coltrane quando si presentava
Fatto , dormiva sulla sedia, ma non aveva
La sbronza da rissa.
6
mi sono sempre chiesto come riescano alcuni musicisti a bere (anche tanto ) e poi a suonare come nulla fosse......
ricordo  musicisti  far fuori intere bottiglie di superalcolico e poi suonare come avessero bevuto acqua fresca......

Mistero! Diciamo.che un po' di "lubrificante" ci vuole ma... pure uno.che regge bene penso che a un certo punto gli si impasti pure a lui tutta la bocca, e a quel punto che fai? Bevi ancora! 😁

Per non parlare di quelli, e una volta erano tanti, che suonavano strafatti.... Ma mi pare che l'argomento sia già stato trattato
7
Spartiti e TRASCRIZIONI degli utenti / Re: Scale jazz
« Last post by Zosimo on April 19, 2021, 10:09:14 PM »
Se ti abboni a scribd
Il primo mese è gratis
Ti scarichi tutti i manuali jazz
Che vuoi
8
Spartiti e TRASCRIZIONI degli utenti / Scale jazz
« Last post by grusin on April 19, 2021, 09:48:42 PM »
Salve a tutti!
Dove posso cominciare a studiare le scale jazz?
9
Marche e Modelli / Re: Getzen 895
« Last post by grusin on April 19, 2021, 07:35:42 PM »
Ho letto in giro pareri positivi su questo flicorno, suono scuro come piace a me, ottima intonazione e macchina superveloce
10
Marche e Modelli / Re: Getzen 895
« Last post by Zosimo on April 19, 2021, 07:34:38 PM »
Io, ne ho provati pochi, ma sotto
I mille, si trova il getzen eterna. Tutti
Ne parlano bene. Era il modello che
Suonava Hubbard.
Pages: [1] 2 3 ... 10