Author Topic: ...2 toni in più  (Read 2777 times)

0 Members and 1 Guest are viewing this topic.

Offline toro

  • Solista
  • *****
  • Posts: 1373
  • Reputazione dell'utente: +18/-0
  • Gender: Male
Re:...2 toni in più
« Reply #15 on: September 13, 2016, 03:00:30 PM »
Se vuoi il metodo di Cat Anderson mandami in privato la tua mail. ma non so se possa servire a quanto chiedi tu.
Enzo, se non chiedo troppo, me lo allungheresti anche a me?grazie salut
Se mantengo il mio buon carattere, sarò ricco abbastanza.....

Offline tizioecaio

  • Solista
  • *****
  • Posts: 1542
  • Reputazione dell'utente: +12/-0
Re:...2 toni in più
« Reply #16 on: September 13, 2016, 03:18:05 PM »
Enzo, se non chiedo troppo, me lo allungheresti anche a me?grazie salut
Enzo io mi accontento dei 2 toni in piu'... doh allungami solo quelli e il metodo te lo puoi pure tenere... sudd
 grazi
Tromba Bach 43 ml silver.
Tromba Taylor Chicago Xlite 46 Silver
Bocchino Shilke symphony 3M e Horn Trader 3c-24
Flicorno Getzen 895 eterna laccato with trigger
Bocchino Warburton 8FL
Sordina yamaha SB7-9 per tromba e sshh mute (dopo lunga e penosa malattia) per flicorno.
Le cover band mi mettono tristezza...specialmente quelle di artisti in attivita'....e' un po' come trombare con l'uccello di un altro...

Offline StefanoMassari

  • Solista
  • *****
  • Posts: 1051
  • Reputazione dell'utente: +33/-0
  • Gender: Male
Re:...2 toni in più
« Reply #17 on: September 13, 2016, 04:26:12 PM »
Ciao, vado un po contro corrente, non per fare il saputello , che non  fa parte del mio Dna, ma perché secondo me non esiste un metodo per fare le note acute ma una tecnica, un modo che ci permetta di salire.
Chi suona la tromba almeno 3 ottave dovrebbe averle , dal sol basso al al sol acuto  con tre tagli in collo e una in testa, non sono difficili da ottenere e si fanno anche di "labbro"; cosa intendo di labbro, anche di forza, ma si  rischia di avere il labbro spesso stanco e gonfio. Stando molto leggeri e suonando in "verticale", non premendo , il labbro lavora come il Buzzing, si sale molto di più e si riesce ad ottenere il re bis , certamente non è facile sopra la terza ottava ma più il labbro vibra con facilità più si sale.
Ho provato il metodo di Adam Rapa , inarcamento della lingua ecc., ma non fa per me , quindi non giudico perché è sicuramente valido ma non riesco a metterlo in pratica.
Saluti
Stefano Massari
Stefano Massari

Offline Siber

  • Seconda Tromba
  • ***
  • Posts: 277
  • Reputazione dell'utente: +9/-0
Re:...2 toni in più
« Reply #18 on: September 13, 2016, 07:30:40 PM »
Grazie Enzo, ma ho già trovato codesto metodo.
Stefano mi hai dato un utilissimo consiglio, sai spesso ci si lascia fregare per portare a casa la serata e si inizia a premere più del dovuto, infatti ultimamente stò accantonando il Prana per correggermi un attimo, per Tiziano.....meno male che c'è il buon Fabio che passa dalla IV alla I per darmi una mano; cmq la situazione è quasi uguale; mi sempre e comunque, fa ogni tanto sol  lo prendo di fortua ogni tanto, ma sempre col SIpressing blabla
Ben rientrati a tutti!

Offline StefanoMassari

  • Solista
  • *****
  • Posts: 1051
  • Reputazione dell'utente: +33/-0
  • Gender: Male
Re:...2 toni in più
« Reply #19 on: September 13, 2016, 07:42:09 PM »
Ci vorrà un po di tempo , ma i risultati arriveranno, non solo l'estensione aumenterà ma l'elasticità e la resistenza!
Ciao
Stefano Massari
Stefano Massari

Offline Norman

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 3591
  • Reputazione dell'utente: +87/-0
  • Gender: Male
    • Lozza Gang Band
Re:...2 toni in più
« Reply #20 on: October 19, 2016, 09:37:17 AM »
Il metodo di Cat Anderson a mio parere non è altro che uno dei tanti modi di sottolineare quanto sia importante lavorare anche sul pianissimo, per affinare la vibrazione delle labbra. Casualmente in questo periodo sto proprio lavorando molto su questo lavoro, che sta evidenziando che ho ancora notevoli inefficienze già nella parte di registro più semplice.

Io sono convinto, e lo è anche il mio insegnante, soprattutto, che lavorare sul piano già a partire dal registro basso sia invece fondamentale anche per avere un'estensione più sicura e più solida, come dice Stefano Massari. La lingua in questo c'entra e non c'entra, il vero punto chiave è affinare la vibrazione delle labbra, renderla più efficiente, più reattiva riducendo al minimo il "consumo" di aria e di conseguenza il lavoro muscolare.

Taylor X-Lite - AR Resonance MC 40/8 Monette B6S1 Prana 17/84 B4LS S1 Prana 21/81
"Non suonare come un trombettista, suona come un cantante!" A. Giuffredi

Lozza Gang Band

Lozza Gang Band su Facebook

Offline Locutus2k

  • Acutista
  • ******
  • Posts: 2482
  • Reputazione dell'utente: +36/-0
  • Gender: Male
  • So resistere a tutto tranne che alle tentazioni
Re:...2 toni in più
« Reply #21 on: October 19, 2016, 03:04:31 PM »
Comunque chi volesse il metodo di Cat Anderson basta andare su Google e scrivere "cat anderson trumpet method pdf" e si trova, è di pubblico dominio.
Io ne ho una versione acquistata (cartacea) commentata da un ex studente di Cat Anderson che spiega come lui voleva si eseguissero i vari esercizi (perché a leggerlo così come si trova si rischia di sbagliare). Ora vedo che c'è anche elettronica http://www.therealcatandersonmethod.com/
Bb: Lawler TL5
Flugel: Van Laar Ack
Mouthpieces: Curry #5 custom