Author Topic: perdere i miglioramenti ottenuti  (Read 2836 times)

0 Members and 1 Guest are viewing this topic.

Offline Pasquale

  • Seconda Tromba
  • ***
  • Posts: 212
  • Reputazione dell'utente: +8/-0
  • Gender: Male
Re:perdere i miglioramenti ottenuti
« Reply #15 on: February 13, 2017, 07:16:47 PM »
Uno dei miei maestri mi disse che lo studio della tromba prevede anche il riposo. Riposo tra un ciclo di esercizi e l'altro, riposo tra una sessione e l'altra. Un po' come andare in palestra e, col cronometro, osservare il tempo di recupero tra un esercizio e l'altro. Quanta pausa e dove, dovrai decidere tu.
Un altro ancora mi ha detto che quando si è stanchi (sovrallenamento) devi prenderti 24h di pausa. Non 8 o 16, proprio 24!
Oltre alle cause già analizzate dagli altri utenti, aggiungerei la fretta (avere poco tempo a disposizione), i "pensieri" (scarsa concentrazione) e l'ambiente (più o meno ostile... :)) nel quale ti trovi a suonare.
Ci vuole quindi: tempo, calma, relax, concentrazione, ambiente adatto oltre al fatto di suonare cose al proprio livello, aumentando molto gradualmente le difficoltà (e qui il maestro è indispensabile).
A me poi è capitato di regredire anche cambiando equipaggiamento, a causa dell'utilizzo di un bocchino troppo piccolo. Ma quest'ultima affermazione la prenderei con le pinze... Diciamo che sono scarso io.

Quante parole!  La mia risposta è : sì, succede anche a me.
Ciao

Tromba SIb B&S Challenger 3172/2 GLB reverse gold plated- MP Curry 5B
Flicorno Sib Jupiter 846RL (2011) -  Yamaha 14F4

Offline TROMBAROLO

  • Seconda Tromba
  • ***
  • Posts: 305
  • Reputazione dell'utente: +6/-0
  • Gender: Male
Re:perdere i miglioramenti ottenuti
« Reply #16 on: February 14, 2017, 06:50:37 PM »
Grazie anche a voi per avere risposto.

Offline Giovanni Abbiati

  • Quarta Tromba
  • *
  • Posts: 42
  • Reputazione dell'utente: +0/-0
  • Gender: Male
    • sito personale
Re:perdere i miglioramenti ottenuti
« Reply #17 on: August 13, 2017, 02:29:43 PM »
So che sto rispondendo un po' in ritardo, ma vorrei partecipare anch'io all'argomento.

Io credo che non dovremmo neanche arrivare a stancarci. Mi spiego meglio, nel momento in cui siamo affaticati vuol dire che c'è stato qualcosa di anomalo: magari abbiamo suonato qualcosa al di sopra della nostra portata, oppure arriviamo da uno studio discontinuo. Faccio un esempio: se sono abituato a correre per 2 km non potrò mai affrontare una maratona da 10 km; se poi non faccio riscaldamento rischio anche di danneggiare tendini o muscoli.
Ragioniamo per un momento sul concetto 3 passi avanti e 2 indietro: io considero lo studio della tromba come le sessioni di allenamento in palestra. Cerco di crearmi una scheda di lavoro equilibrata alle mie possibilità e devo fare il possibile per rispettarla, riposi compresi.
Con la tromba saltare giorni di allenamento portano in primis ad un crollo della resistenza oltre che della qualità in generale. Gli esercizi devono essere equilibrati alla propria preparazione ed intervallati dalle giuste pause. Il warmup non è solo riscaldamento, è la parte più importante dello studio quotidiano ed anche il warm down  spesso può fare la differenza (e la si sente il giorno successivo).
"Non dobbiamo far vedere quanto siamo bravi, ma far sentire quanto è bella la musica!"

"Quando hai di fronte a te un musicista, gli devi voler bene.
Quando hai di fronte a te un musicista in difficoltà, gli devi volere ancora più bene" (Leonard Bernstein)

www.giovanniabbiati.it

Offline TROMBAROLO

  • Seconda Tromba
  • ***
  • Posts: 305
  • Reputazione dell'utente: +6/-0
  • Gender: Male
Re:perdere i miglioramenti ottenuti
« Reply #18 on: August 14, 2017, 03:48:01 PM »
Grazie giovanni !