Author Topic: Mi presento  (Read 392 times)

0 Members and 1 Guest are viewing this topic.

Offline Albireo

  • Terza Tromba
  • **
  • Posts: 109
  • Reputazione dell'utente: +1/-0
Mi presento
« on: December 14, 2017, 11:05:42 PM »
Buonasera agli utenti del forum. Mi presento ma ho poche cose interessanti da scrivere principalmente perché io non sono un trombettista ( vocio di sottofondo). Ho suonato la tromba, questo si, ma ora sono 18 anni che riposa nella sua custodia. Iniziai perché a casa mia si ascoltava molta musica e molta tromba. Mio padre il sabato e la domenica faceva girare sul piatto Calvert, Nini Rosso, H James, Chet Baker e Luis Armstrong e io ascoltavo. Poi portò a casa un trombino preso da un antiquariato sperando di farci un soprammobile ma io me ne impadronii e iniziai a suonare.
Non la sto a fare lunga, suonai qualche anno, suonai molto e molto intensamente. Presi lezione da un ottimo maestro del mio paese e una decina di lezioni private da Soana a Milano. Ascoltavo e ascolto moltissima musica, ascoltavo tanto jazz e molti trombettisti. Chet Baker, Miles Davis, Clifford Brown, King Oliver, Bix Beiderbeke, Cootie Whiliams, Hot lips Page, Buck Clayton e altri e Rava e Fresu tra gli Italiani. Ma una cosa ho sempre saputo, anche se nessuno dei miei maestri mi disse mai; sapevo di non avere alcun talento. No non basta dire così, ero proprio negato. Il labbro non era male ma tutto il resto un disastro. Per quanto studiassi non riuscivo a fare un pezzo senza errori e questi si moltiplicavano se provavo a suonare una partitura mai vista prima. In banda sbagliavo sempre gli attacchi, specie se in levare ( la maggior parte), e se il pezzo era relativamente nuovo. Poi mi capitava di trovarmi, mentre suonavo, di perdermi e non capire più se ero su un Sol o un Do centrale, su un Sib o un Re. Ma la delusione peggiore l'ebbi quando realizzai di non avere minimamente la più piccola propensione all'improvvisazione. Il jazz per me rimase una lingua sconosciuta, per quanti Aebersold comprassi e per quante scale imparassi. Non ero mai pronto e capace ad usarle.
Ora perché sono qui?
Perché vorrei tornare a scaldare la mia Tromba, perché è una bella Tromba, una Benge L. A. Del 1976. E per nostalgia.
Perché oggi dovrei riuscire? Perché ho abbassato di molto l' assicella, non voglio diventare un jazzista non ne ho la capacità, ma mi piacerebbe tornare a suonare qualche bella melodia cantabile per me.

È tutto

Offline Albireo

  • Terza Tromba
  • **
  • Posts: 109
  • Reputazione dell'utente: +1/-0
Re:Mi presento
« Reply #1 on: December 14, 2017, 11:24:45 PM »
PS
Ah un altra cosa mi infastidiva molto, non riuscivo mai a sentirmi intonato. La nota da prendere, oltre alle oggettive difficoltà a centrarla, mi sembrava sempre o calante o crescente come la luna. Poi magari la focalizzavo ma in partenza la sentivo spesso come alterata.
Mi sono convinto, con il tempo, di essere un buon ascoltatore e un pessimo esecutore di musica.

Offline Enrico Caniato

  • Quarta Tromba
  • *
  • Posts: 13
  • Reputazione dell'utente: +0/-0
  • Gender: Male
Re:Mi presento
« Reply #2 on: December 15, 2017, 08:11:59 AM »
Benvenuto!
Trombe Bb: Bach 37 ML, customized Yamaha 8310z "Bobby Shew", King Golden Flair
Trombe C: Getzen Renaissance
Flicorni: Couesnon Paris 1968
Bocchini: Bach 5C, Holton Heim 1, Holton Heim 2

Offline eugeniovi

  • Acutista
  • ******
  • Posts: 2746
  • Reputazione dell'utente: +39/-0
  • Gender: Male
Re:Mi presento
« Reply #3 on: December 15, 2017, 08:32:51 AM »
Benvenuto!!! Esperienze personali a parte quallo che scrivi dell'improvvisazione potrei scriverlo io, mi si adatta alla perfezione  :) . Ma non per questo ci rinucio , anzi è una continua lotta ma mi diverto. Grande fortuna aver conosciuto ed aver preso lezioni da Soana, un grande trombettista e un grande professionista. Ciao

Offline Altobugle

  • Prima Tromba
  • ****
  • Posts: 516
  • Reputazione dell'utente: +6/-0
  • Gender: Male
Re:Mi presento
« Reply #4 on: December 15, 2017, 08:40:18 AM »
 salut
Benvenuto.
Anche io ero molto infastidito da quello che non sapevo fare.
Poi mi son detto che l'importante é divertirsi.
 Non tutti possiamo essere dei Maradona... ció non toglie che si possa divertire a giocare a pallone pure uno con due piedi sinistri!
-Tromba sib: Jupiter JTR-308; CONN Constellation 38B; Vincent Bach 43 ml; Stomvi Combi
-Tromba do: YTR 2420
-trombino: lo sto ancora cercando;)
-Pocket: Jupiter JTR-416
-cornetta: yamaha 2610s
-Flicorno Soprano: Jupiter JFH-846 elaborato Frankenhorn
bach 10 1/2 ew; Bach 3cw; Dw 4fl; qualsiasi cosa!

Offline Albireo

  • Terza Tromba
  • **
  • Posts: 109
  • Reputazione dell'utente: +1/-0
Re:Mi presento
« Reply #5 on: December 15, 2017, 09:57:20 AM »
Si ma io ero infastidito da come lo facevo e da come mi percepivano gli altri. Pensavo:" se mi sento stonato figuriamoci gli altri". Soana era molto gentile, tranquillo e paziente ma a casa sua mentre eseguivo gli esercizi gli si dipingeva in volto un espressione che diceva " cosa mi tocca ascoltare per vivere"  felicissim
Ripensandoci forse era meno stupito lui di me dalle mie controperfomance ma io ho sempre pensato che non mi buttasse fuori dal suo appartamento per pura gentilezza.
Ora ho 45 anni, vediamo se riesco a tirare fuori qualcosa dallo strumento.
E qui mi pare d'uopo chiedere i primi consigli per la ripresa. È da qualche giorno che sto intonando una scala di Do (Sib) con note lunghe 4/4; 2/4 e 1/4 sia staccata che legata tentando di restare intonato. Per far riprendere sensibilità al labbro: che dite è una  buona ?idea.
Mi registro, mi riascolto, rido e ripeto.

Offline tizioecaio

  • Solista
  • *****
  • Posts: 1531
  • Reputazione dell'utente: +12/-0
Re:Mi presento
« Reply #6 on: December 15, 2017, 03:32:47 PM »
Buonasera agli utenti del forum. Mi presento ma ho poche cose interessanti da scrivere principalmente perché io non sono un trombettista ( vocio di sottofondo). Ho suonato la tromba, questo si, ma ora sono 18 anni che riposa nella sua custodia. Iniziai perché a casa mia si ascoltava molta musica e molta tromba. Mio padre il sabato e la domenica faceva girare sul piatto Calvert, Nini Rosso, H James, Chet Baker e Luis Armstrong e io ascoltavo. Poi portò a casa un trombino preso da un antiquariato sperando di farci un soprammobile ma io me ne impadronii e iniziai a suonare.
Non la sto a fare lunga, suonai qualche anno, suonai molto e molto intensamente. Presi lezione da un ottimo maestro del mio paese e una decina di lezioni private da Soana a Milano. Ascoltavo e ascolto moltissima musica, ascoltavo tanto jazz e molti trombettisti. Chet Baker, Miles Davis, Clifford Brown, King Oliver, Bix Beiderbeke, Cootie Whiliams, Hot lips Page, Buck Clayton e altri e Rava e Fresu tra gli Italiani. Ma una cosa ho sempre saputo, anche se nessuno dei miei maestri mi disse mai; sapevo di non avere alcun talento. No non basta dire così, ero proprio negato. Il labbro non era male ma tutto il resto un disastro. Per quanto studiassi non riuscivo a fare un pezzo senza errori e questi si moltiplicavano se provavo a suonare una partitura mai vista prima. In banda sbagliavo sempre gli attacchi, specie se in levare ( la maggior parte), e se il pezzo era relativamente nuovo. Poi mi capitava di trovarmi, mentre suonavo, di perdermi e non capire più se ero su un Sol o un Do centrale, su un Sib o un Re. Ma la delusione peggiore l'ebbi quando realizzai di non avere minimamente la più piccola propensione all'improvvisazione. Il jazz per me rimase una lingua sconosciuta, per quanti Aebersold comprassi e per quante scale imparassi. Non ero mai pronto e capace ad usarle.
Ora perché sono qui?
Perché vorrei tornare a scaldare la mia Tromba, perché è una bella Tromba, una Benge L. A. Del 1976. E per nostalgia.
Perché oggi dovrei riuscire? Perché ho abbassato di molto l' assicella, non voglio diventare un jazzista non ne ho la capacità, ma mi piacerebbe tornare a suonare qualche bella melodia cantabile per me.

È tutto
Complimenti pollices
Gran bella presentazione. In taluni punti credo siano in tanti a potersi riconoscere.
Constato (con grande benevolenza)che sono gia' diverse gli arrivi e le presentazioni "di spessore" e fatte come si deve e non le solite due righe di circostanza stringate.
Molto bene.
Proficua permanenza. fenomen
Tromba Bach 43 ml silver.
Bocchino Horn Trade 3c-24
Flicorno Getzen 895 eterna laccato with trigger
Bocchino Warburton 8FL
Sordina yamaha SB7-9 per tromba e sshh mute (dopo lunga e penosa malattia) per flicorno.
Le cover band mi mettono tristezza...specialmente quelle di artisti in attivita'....e' un po' come trombare con l'uccello di un altro...

Offline Albireo

  • Terza Tromba
  • **
  • Posts: 109
  • Reputazione dell'utente: +1/-0
Re:Mi presento
« Reply #7 on: December 15, 2017, 05:49:08 PM »
Ieri ho piazzato un "tanti auguri per il compleanno di mia figlia di 7 anni"  horribl vabbè, ha apprezzato. Rideva ma era chiaro che capiva la solennità del mio gesto.
Ecco vorrei ora chiedere consigli sul bocchino, ma non ho problemi di bocchino o magari non so di averli. Ho due Bach: un 7c e un 3c. Il 7 è meno confortevole ma è quello che mi da ( in autoascolto) l'intonazione migliore. In realtà li usavo entrambi senza grossi distinguo. Credo vadano bene per riprendere un po' di muscolatura.

Offline fabiodb

  • Solista
  • *****
  • Posts: 1455
  • Reputazione dell'utente: +46/-0
  • Gender: Male
Re:Mi presento
« Reply #8 on: December 15, 2017, 05:54:10 PM »
ciao!!  salut