La Tromba e i suoi derivati > Il Vintage!

Cornetta Olds Ambassador 1951

(1/3) > >>

Albireo:
Mi è arrivata oggi, acquistata da un utente del forum che ringrazio, con la sua custodia originale e molto vissuta, il bocchino e il leggio originali e un bocchino Curry VC 8,5. Non ho mai avuto per le mani una cornetta e anche di trombe ne ho provate poche, una King, una bach stradivarius 37, una Amati e una Orsi. Non ho ne' esperienza ne' tantomento competenza per esprimermi e soddisfare le eventuali vostre perplessità. Oltretutto devo provarla per bene, però una idea me la sono già fatta. Intanto la descrizione di rito: è una Ambassador senza ammaccature, la laccatura è un po' rovinata e a tratti abrasa forse da un antico tentativo di pulizia un po' maldestro . Nel 1951 la Olds era sotto la supervisione di Reynolds, avevano da poco introdotto la serie Ambassador per coprire la fascia di mercato destinata ai non professionisti e agli studenti, Kunstal sarebbe entrato nell'organico l'anno seguente e Reginald Olds si aggirava ancora per i corridoi della fabbrica di Fullertone ed era sempre il Signor Olds. La Olds era stata fortunata, con la seconda guerra non aveva perduto nessun dipendente in quanto gli artigiani erano già abbastanza anziani e non vennero richiamati a prestare servizio e i pochi che partirono tornarono incolumi dall'evento. La produzione dunque ebbe una discreta continuità anche nel periodo bellico. Questo per inquadrare il periodo storico
La cornetta in mio possesso mi pare abbastanza pesante (rispetto alla Benge), i pistoni viaggiano come fulmini senza impuntamenti e le pompe hanno una tenuta impressionante che neppure la mia Benge ha. Direi quindi di essere completamente soddisfatto della meccanica.
Ovviamente ho provato a soffiarci dentro e sono rimasto seriamente impressionato da quello che è uscito. Ho provato prima il bocchino originale Olds 3 che restituisce un suono potentissimo, chiaro e risonante. Ha molto della tromba così configurata. Il Curry è molto più Flicornoso ed evocativo. Mi piacciono entrambi. Quello che mi ha impressionato è la facilità di emissione. Senza attacco con colpo di lingua lo strumento si attiva immediatamente senza spinte e parte con la nota bene impostata (intonata o stonata quello dipende dal suonatore....) senza uuuaaaaa. La dinamica da pp a ff è gestibilissima e immediata anch'essa. Le note sembrano avere una loro collocazione precisa ma devo controllare con l'accordatore se questa posizione è "giusta"; ad orecchio sembrerebbe molto ben intonata ma come ripeto non ho esperienza per dirlo.
Una strana sensazione che provo è quella di estrema confidenza, mi trovo molto comodo come se questo fosse uno strumento che uso abitualmente e la tromba fosse un ripiego.
Mi piace tantissimo ma voglio essere prudente nei giudizi,comunque al momento il voto che le darei è molto alto

Myskin:
Bella recensione, grazie. E complimenti per l’acquisto


Skickat från min iPhone med Tapatalk

Albireo:
Se fossi più esperto avrei approfondito maggiormente l'argomento. Comunque è sconcertante notare come si possa venire in possesso di strumenti qualitativamente così interessanti al costo di un usato recente cinese di livello sicuramente inferiore.

Ps un po' OT: sbaglio o ultimamente il forum è abbastanza disertato?

Albireo:
Consiglio: lo strumento non ha ammaccature ma presenta aree della laccatura un po' ossidate e altre un po' arossate. Ci sono addirittura delle impronte digitali indelebili come se qualcuno avesse tentato una pulizia maldestra ( non il precedente proprietario ma prima ancora). Vorrei pulirla un po', non rocondizionarla o lucidarla, i segni di vecchiaia hanno il loro fascino e d'altro canto anche io ho le mie cicatrici ed ognuna è una storia, insomma vorrei pulire il pulibile e togliere gli aloni superficiali. Come procedo? Ho sentito di sitol, dentifricio etc . Io non mi azzardo, attendo vostre notizie

nuvola:
Dai un'occhiata a questo link:
http://www.italiantrumpetforum.it/forum/index.php?board=11.0

Navigation

[0] Message Index

[#] Next page

Go to full version