Author Topic: studiare con un bocchino più grosso  (Read 1711 times)

0 Members and 1 Guest are viewing this topic.

Offline eugeniovi

  • Acutista
  • ******
  • Posts: 2909
  • Reputazione dell'utente: +39/-0
  • Gender: Male
Re: studiare con un bocchino più grosso
« Reply #45 on: February 02, 2021, 04:12:35 PM »
Certo, questo è fondamentale. Come ha scritto Tony non c'è un 'credo' nello studio della tromba ma ognuno valuta durante il suo percorso cosa va o cosa non va. Per me poi provare vari insegnanti non è sbagliato, da ognuno puoi trarre qualcosa di valido, o forse espimendomi meglio ognuno puo' avere la chiave per farti entrare dove magari prima non riuscivi. Ciao

Offline anrapa

  • Administrator
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 14147
  • Reputazione dell'utente: +210/-0
  • Gender: Male
    • AR Resonance Website
Re: studiare con un bocchino più grosso
« Reply #46 on: February 02, 2021, 07:42:51 PM »
Ieri parlavo con un famoso jazzista americano che mi chiedeva consiglio sulla questione in oggetto: meglio il diametro grande o uno piccolo? Foro enorme o minuscolo? Tazza profonda o alta?
La mia risposta è, immancabilmente, non lo so.
Mi ha fatto ridere il suo commento: avrei voluto conoscerti prima di Monette, perché lui invece lo sapeva e per 10 anni ho fatto come mi diceva lui, e non riuscivo più a suonare.
Non c’è nessuno che può dirci cosa è giusto per noi, l’unica cosa che può essere insegnata e come riconoscere se qualcosa funziona o no.
Se arriviamo a capire questo “segreto” abbiamo i mezzi per comprare 700 miliardi di bocchini e trombe (perché tanto comunque è una malattia) restringendo però il campo alle varianti che sono più vicine a ciò che ci farà suonare meglio.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk Pro
AR Resonance

Trombe e Bocchini AR Resonance
Tornio a mano nel retro della carrozzeria di mio fratello
Bulini del Penny Market
Pulimentatrice dello sfasciacarozze
Laurea in Youtube
Master in "a mano è meglio che CNC"

Offline fcoltrane

  • Acutista
  • ******
  • Posts: 2009
  • Reputazione dell'utente: +10/-1
Re: studiare con un bocchino più grosso
« Reply #47 on: February 02, 2021, 07:59:35 PM »
 ;D ;D ;D ;D ed infatti le mie domande sono spesso orientate in questo senso.
(comprendere dal suono gli indici ) che rappesentano per me la chiave del regno dei suoni. :D
Capisco cosa intendi e sorrido pensando che anche chi è dotato di grande tecnica a volte ha i dubbi dei comuni  mortali.
Poi osservo un altro aspetto che non è limitato solo alla tromba a volte mi è capaitato di ascoltare professionisti relativamente quotati ma che non avavano grande consapevolezza sulla produzione del suono ed altri meno quatati ma con un grado di consapevolezza moooooooolto maggiore ed un suono straordinario.


Offline anrapa

  • Administrator
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 14147
  • Reputazione dell'utente: +210/-0
  • Gender: Male
    • AR Resonance Website
Re: studiare con un bocchino più grosso
« Reply #48 on: February 02, 2021, 08:17:44 PM »
Questa è una cosa molto comune: le grandi abilità nel suonare non sono necessariamente correlate con la comprensione dei meccanismi o con il saper insegnare.
È altrettanto possibile il contrario.
Più invecchio e più mi convinco che quelli che hanno capito tutto non hanno capito niente.
E che quelli che passano la vita ad avvertire gli altri che c’è qualcuno che li sta fregando hanno capito ancora meno e stanno loro stessi fregando il prossimo.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk Pro
AR Resonance

Trombe e Bocchini AR Resonance
Tornio a mano nel retro della carrozzeria di mio fratello
Bulini del Penny Market
Pulimentatrice dello sfasciacarozze
Laurea in Youtube
Master in "a mano è meglio che CNC"

Offline anrapa

  • Administrator
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 14147
  • Reputazione dell'utente: +210/-0
  • Gender: Male
    • AR Resonance Website
Re: studiare con un bocchino più grosso
« Reply #49 on: February 02, 2021, 08:26:00 PM »
Faccio un esempio dei tanti che mi sono capitati ultimamente: come ben sapete non ho un pedigree tipico per quanto riguarda la tornitura e la produzione di strumenti musicali.
L’altro giorno metto online foto e video di campane da me piegate “alla traffichino maniera” (cioè come a me viene bene, dopo aver imparato un po’ studiando con famosi costruttori, un po’ sperimentando come il cervello mi diceva di fare) e tre famosi(ssimi) costruttori mi hanno scritto in privato per farsi spiegare come mai mi vengono così bene.
Uno di loro verrà questa estate a trovarmi per farsi insegnare, un altro d’ora in poi userà il metodo che gli ho consigliato io e tutti e tre si faranno fare le dime da me.
USA, Canada e Austria imparano dall’italiano “semi-autodidatta”.
Avessi seguito ciecamente quanto mi è stato insegnato in questi anni sarei ancora lì a martellare campane e tubi per metterli a posto.

Certo, c’è molta gavetta da fare ma non tutto quello che dicono i sacri testi è giusto solo perché si fa così da 300 anni.
Solo gli stolti sono certi di sapere.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk Pro
AR Resonance

Trombe e Bocchini AR Resonance
Tornio a mano nel retro della carrozzeria di mio fratello
Bulini del Penny Market
Pulimentatrice dello sfasciacarozze
Laurea in Youtube
Master in "a mano è meglio che CNC"

Offline fcoltrane

  • Acutista
  • ******
  • Posts: 2009
  • Reputazione dell'utente: +10/-1
Re: studiare con un bocchino più grosso
« Reply #50 on: February 03, 2021, 09:08:14 AM »
" Più invecchio e più mi convinco che quelli che hanno capito tutto non hanno capito niente."
Uscirò un po ot ma sono d'accordo solo in parte ed è ridicolo che io che sono un semplice appassionato schiappa faccia questo discorso a te che sai suonare la tromba come io probabilmente non riuscirò mai e  sai pure  costruire una tromba che si colloca molto al "disopra" delle trombe industriali professionali.

Che l'onniscenza non esista su questa terra è per me un fatto notorio , che esistano persone particolarmente competenti è fatto altrettanto notorio.
Per tornare all'esempio non dubito che chi ha una certa esperienza in relazione  ai  suoni possa scegliere il proprio  bocchino liberamente assecondando la propria preferenza.
E quindi il bravo jazzista potendo provare varie ipotesi sarebbe stato in grado di scegliere .
Sono altrettanto certo che se qualcuno viene da te e prova due bocchini diversi e ti chiede un parere  su quella che è la tua preferenza e su quello che senti sei in grado come pochi di sentire e definire questa differenza.

Già avevi una competenza in relazione ai suoni parecchi anni fa , se tanto mi da tanto (grazie anche alle tue splendide frequentazioni Sipiagin Brecker Nakariakov Mehari Trinkler e tutti gli altri ) ora la tua competenza è anche maggiore.
E per contraddire la mia stessa premessa ritengo che alcuni gradi di competenza sono per alcuni interlocutori molto vicini all'onniscienza.
e faccio un esmpio concreto.
Se si parla di accordi e di sostituzioni e siamo in un stanza io Chris Potter , Seamus Blake e Sipiagin e Brecker non ho dubbi che uno qualsiasi di loro rispetto a me sta all'argomento come l'onniscenza sta  alla competenza ;D ;D ;D ;D.






Offline anrapa

  • Administrator
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 14147
  • Reputazione dell'utente: +210/-0
  • Gender: Male
    • AR Resonance Website
Re: studiare con un bocchino più grosso
« Reply #51 on: February 03, 2021, 10:21:52 AM »
Concordo e non concordo: è vero che c'è chi ha più competenze e ci chi ne ha di più ma ci sono due considerazioni da fare, che erano il senso del mio precedente messaggio:
1) per tanta competenza che qualcuno può aver accumulato in un campo (e non mi metto fra questi, sia chiaro), c'è sempre da imparare, anche da più impreparato degli impreparati.
2) le questioni personali come il gusto, il feeling, il modo di suonare non sono materia oggettiva, non esiste "il giusto", di conseguenza, se restringiamo la discussione all'ambito della tromba, nessuno può arrogare il diritto di dire che "si fa così".
Posso scendere a patti sul fatto che si possa dire che "NON si fa così", quando la tecnica in questione porta universalmente a risultati scarsissimi, ma anche in quel caso c'è il dubbio che la tal tecnica su qualcuno potrebbe funzionare.
Anni fa ci fu la mitica discussione sugli "slabbrati" (che tempi....), ecco, una tecnica del genere non ha quasi mai prodotto risultati tali da potersi dire comparabili a tecniche più "main stream" (e in quei due o tre casi in cui il musicista riesca a portare a casa la serata il suono è terribile, l'articolazione è ancora più terribile, ma anche qui si ricade nel discorso del gusto soggettivo).
Anche in quel caso mi sento dire che sebbene sia assai improbabile di ottenere risultati decenti non posso dire che NON si suona così la tromba, sono piuttosto orientato a dire: con quella tecnica vai incontro a questi problemi e a questi vantaggi.

Se vedi come fermo le campane nella dima che ho disegnato è chiaro che faccio diversamente da come fanno tutti gli altri costruttori, eppure ieri mi hanno scritto diverse persone dicendo: "ah, non ci avevo mai pensato, con quel sistema è garantito al 100% che la campana non si muoverà durante la piegatura!" (che è uno dei problemi tipici del piegare).

Mi hanno sempre detto che si faceva in un altro modo ma io sono duro e alla fine faccio come mi pare. I risultati, in questo caso, mi danno ragione, pur non avendo io la competenza e la gavetta dei tanti scienziati che sono lì a martellare le grinze tutto il giorno perché fanno "come si deve fare".
AR Resonance

Trombe e Bocchini AR Resonance
Tornio a mano nel retro della carrozzeria di mio fratello
Bulini del Penny Market
Pulimentatrice dello sfasciacarozze
Laurea in Youtube
Master in "a mano è meglio che CNC"

Offline fcoltrane

  • Acutista
  • ******
  • Posts: 2009
  • Reputazione dell'utente: +10/-1
Re: studiare con un bocchino più grosso
« Reply #52 on: February 03, 2021, 10:58:44 AM »
Eheheheheh ribadisco che il mio ruolo è davvero scomodo e non sono neanche politicaly correct.
Il tuo discorso non fa una piega se i termini di riferimento sono soggettivi (ossia il gusto del musicista)

Il mio era un discorso diverso e incentrato sugli aspetti oggettivi (io  non chiederò mai una informazione relativo al gusto e se la chiedo non è certo per adeguarmi  al pensiero dell'interlocutore  )
E per essere ancora più chiari se io ti faccio due esempi di suono di sol con due bocchini diversi so con certezza che tu mi sai dire con precisione quale dei due è più tenuto quale dei due è più risonante quale dei due è più intonato.
(poi se io desidero scegliere il suono stonato o quello afono o quello non tenuto è altro discorso ;).
E penso che in questo caso (il mio caso ) sei più competente e anche se entrambi abbiamo l'orecchio tu sei più in grado di me di comprendere causa ed effetto. (e probabilmente pure solo l'effetto anche se sentiamo lo stesso) ;)

Comunque quando capiterà di conoscerti di presenza con facilità dimostrerò le mie ragioni :D

Offline anrapa

  • Administrator
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 14147
  • Reputazione dell'utente: +210/-0
  • Gender: Male
    • AR Resonance Website
Re: studiare con un bocchino più grosso
« Reply #53 on: February 03, 2021, 11:17:40 AM »
Si, è vero quello che dici riguardo la percezione della risonanza (nel confronto fra te e me, non certo fra me ed il resto del mondo in generale, sia chiaro). Però è altrettanto vero che il gusto delle persone porti spesso a giudizi che "stonano" alle mie orecchie. (cosa odono le mie leorecchie???)
In particolare ricordo alcuni casi di prime trombe di famose orchestre che si ostinavano a suonare molto più in alto di quanto il resto dei trombettisti gradisce fare.
Il risultato sonoro è, per il mio gusto personale, decisamente nasale e poco piacevole.
Essendo loro "eminenze" riguardo a quale suono si debba avere in orchestra ed essendo il 99% degli altri trombettisti orchestrali in disaccordo, come si può essere certi di quale sia il suono più risonante?
Anche questo che dovrebbe essere un parametro oggettivo (perché oggettivamente misurabile con una banale app sul cellulare) diventa soggettivo se l'idea di suono bello cozza con la definizione di suono risonante.
E chi sono io per dire a costoro cosa sia giusto o sbagliato?
Ma forse ci si confonde sulla definizione di risonante, così come ci si confonde col concetto di suono chiaro e scuro, aperto o chiuso, grasso o medioso...
Boh, in ogni caso la cura a tutti i mali è l'esposizione a quante più fonti sia possibile trovare.
Se va tutto bene questa estate vado in conservatorio a Praga per tenere una conferenza su questo argomento, non è escluso che mi tirino pomodori e sedano! :)
Però se mi hanno chiamato forse è perché hai ragione tu, Francesco. :D
AR Resonance

Trombe e Bocchini AR Resonance
Tornio a mano nel retro della carrozzeria di mio fratello
Bulini del Penny Market
Pulimentatrice dello sfasciacarozze
Laurea in Youtube
Master in "a mano è meglio che CNC"

Offline gigispermaloso

  • Solista
  • *****
  • Posts: 1848
  • Reputazione dell'utente: +22/-1
  • Gender: Male
Re: studiare con un bocchino più grosso
« Reply #54 on: February 03, 2021, 11:38:35 AM »
Di sicuro ti tireranno i pomodori quando ti offriranno birre da mezzo a 1€ e tu dirai "No, per me solo Coca Light"... ;D

- scusate l' O.T. -
Tromba? Si, grazie

For those who like this kind of music, this kind of music they will like...

Offline anrapa

  • Administrator
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 14147
  • Reputazione dell'utente: +210/-0
  • Gender: Male
    • AR Resonance Website
Re: studiare con un bocchino più grosso
« Reply #55 on: February 03, 2021, 11:44:56 AM »
Mi tireranno direttamente le birre, in bottiglia.
AR Resonance

Trombe e Bocchini AR Resonance
Tornio a mano nel retro della carrozzeria di mio fratello
Bulini del Penny Market
Pulimentatrice dello sfasciacarozze
Laurea in Youtube
Master in "a mano è meglio che CNC"

Offline fcoltrane

  • Acutista
  • ******
  • Posts: 2009
  • Reputazione dell'utente: +10/-1
Re: studiare con un bocchino più grosso
« Reply #56 on: February 03, 2021, 11:58:52 AM »
mutatis mutandis : "Perché guardi la pagliuzza che è nell'occhio del tuo fratello e non ti accorgi della trave che è nel tuo occhio "
anche se questa espressione ha un significato completamente diverso mi piace utilizzarla e credo sia attinente al discorso.
Tu continui a parlare rispetto a quelli che sono i tuoi riferimenti ( che per semplicità definirò di un certo levello : la pagliuzza , la sfumatura la minima differenza .
io continuo a parlare di quelli che sono i miei riferimenti che si trovano ad un livello molto molto più basso  : la trave . la macro differenza altro che sfumatura ...... ;D
poi la presunzione mi porta a ritenere che nel 70 per cento dei casi i miei interlocutori si trovano più o meno nella mia condizione ;D (e parlano solo di travi)
un 25 per cento sente  e formalizza molto meglio di me ma sempre distante da te.
un 4 per cento un po meglio del precedente 25 , ed un po' più vicino alla tua prospettiva ed infine un 1 per cento che ha il tuo livello di percezione  ..... forse.......

 

Offline fcoltrane

  • Acutista
  • ******
  • Posts: 2009
  • Reputazione dell'utente: +10/-1
Re: studiare con un bocchino più grosso
« Reply #57 on: February 03, 2021, 12:00:15 PM »
sulla birra non dico nulla preferisco il rosso e ora vado ad affrontare la mia personale trave