Author Topic: Incredibile  (Read 2589 times)

0 Members and 1 Guest are viewing this topic.

Offline toro

  • Solista
  • *****
  • Posts: 1526
  • Reputazione dell'utente: +18/-0
  • Gender: Male
Re: Incredibile
« Reply #30 on: March 11, 2019, 12:31:34 PM »
Ciao Mar,ti faccio tanti auguri per il raggiungimento dei risultati che ti sei posto come obiettivo....se saranno buoni ,ti sarei grato se li condividessi sul forum,anche perché nonostante la  mia età dovrei ancora cominciare questo percorso sui sovracuti fischianti,perché non immagini quanta musica ci sia ancora da suonare e imparare sotto quei righi.....
Come Norman ti volevo ringraziare per aver dato vita finalmente ad una discussione da forum per tromba,che non sia il solito mercatino ,e che veda contrapposizioni di idee in modo che ognuno faccia poi le proprie considerazioni
Bye
V.
non puoi comprare la felicita',ma se compri una bici e una tromba, sei gia' a buon punto.....

Offline Norman

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 3757
  • Reputazione dell'utente: +88/-0
  • Gender: Male
    • Lozza Gang Band
Re: Incredibile
« Reply #31 on: February 02, 2020, 11:58:02 AM »
Ma alla fine come è andata?
Taylor X-Lite - AR Resonance MC 40/8 Monette B6S1 Prana 17/84 B4LS S1 Prana 21/81
"Non suonare come un trombettista, suona come un cantante!" A. Giuffredi

Lozza Gang Band

Lozza Gang Band su Facebook

Offline Mar

  • Seconda Tromba
  • ***
  • Posts: 454
  • Reputazione dell'utente: +6/-0
Re: Incredibile
« Reply #32 on: August 26, 2020, 04:55:09 PM »
Questo post me lo ero dimenticato.
Purtroppo a ottobre 19 ho dovuto smettere di suonare per curarmi la spalla sinistra, e quando la spalla era quasi a posto ho avuto altri problemi che ancora non mi hanno permesso di riprendere in mano la tromba.
Devo dire però che non non mi rimangio nulla di quello che ho scritto. Qualcuno diceva che se avessi fatto passare un po di tempo avrei potuto dare un senso diverso alle parole che sono state scritte, da me e dagli altri.
Invece non è così.
Nei sei mesi successivi a questo post ho continuato con le mie urla di maiale, e ho continuato a migliorare tutti gli altri aspetti del suonare la tromba, dalla qualità del suono all'estensione.
Alla faccia di chi diceva che il mio era un lavoro inutile, che molti ci erano già passati, e tutto quello che è stato scritto.
Le urla di maiale non sono diventate note spendibili in un contesto musicale, ma la mia estensione di note vere era migliorata, non tanto in altezza quanto nella facilità e comodità di arrivarci.
Io, come tutti, ho sviluppato nel tempo un range in cui suono (suonavo) comodo. Questo limite, questo range di comodità, questo muro oltre il quale non riuscivo a salire, negli anni si è sempre spostato un po' più in alto, grazie alla costanza e allo studio. Questo continuo e lento miglioramento mi ha sempre fatto pensare che ero sulla strada giusta, era la cartina al tornasole dei miei sforzi, seppur senza un maestro.
Questo continuo e lento miglioramento, a livello di estensione, mi portava sì a raggiungere nuove note in alto, ma soprattutto mi portava a suonare con più comodità e pienezza quelle che già suonavo.
E questo è quello che è successo anche con le urla di maiale. Credo di poter dare ragione al me stesso di allora: esagerare l'emissione per fare le urla di maiale mi ha portato a capire che potevo usare molta meno aria, o meglio, molta meno compressione dell'aria, per suonare nel mio range. E di conseguenza, mi sono accorto di avere un grande margine ancora da spendere, eventualmente, per salire.
In parole povere, avevo trovato un modo per migliorare il mio modo di suonare, ottimizzando il flusso dell'aria, spendendo meno aria per fare le stesse cose, alleggerendo la pressione del bocchino e lasciando che tutta la compressione avvenisse prima delle labbra. Risultato: un'ottava in più, ma soprattutto una comodità assoluta nel suonare il mio vecchio range.

Ora se tutto va bene tra pochi giorni riprenderò in mano la tromba, e con tutta la pazienza del mondo ripercorrerò lentamente la strada degli ultimi dodici anni, senza forzare, e sempre a modo mio.

Offline gigispermaloso

  • Solista
  • *****
  • Posts: 1762
  • Reputazione dell'utente: +22/-1
  • Gender: Male
Re: Incredibile
« Reply #33 on: August 26, 2020, 05:19:01 PM »
...e allora in bocca al lupo, questa canzone te la meriti proprio:

https://youtu.be/R3Wf53M_YRM
Tromba? Si, grazie

For those who like this kind of music, this kind of music they will like...

Offline Zosimo

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 8073
  • Reputazione dell'utente: +159/-2
  • Gender: Male
Re: Incredibile
« Reply #34 on: August 26, 2020, 05:27:07 PM »
Auguri daje.

Inviato dal mio Redmi Note 5 utilizzando Tapatalk

Tromba: Quella che capita
Bocchino: Almonzinni Revolution

Se non sai cos'è, allora stai slottando, amico mio.
Su questo forum, gli armonici sono talmente vicini  che tra un po' trombano.
L'anima del cambiar tromba ogni 2 giorni è sempre stato il desiderio e non il bisogno.  Bocchini per le note acute in realtà esistono, ma funzionano solo con gli acutisti

Online fcoltrane

  • Solista
  • *****
  • Posts: 1361
  • Reputazione dell'utente: +5/-1
Re: Incredibile
« Reply #35 on: August 26, 2020, 09:14:25 PM »
Mar hai tutto il mio appoggio. Ti capisco perché i problemi alla spalla li ho pure io . Per evitare di smettere utilizzo solo la destra o assumo posizioni terrificanti che farebbero rabbrividire il mio Osteopata. In merito al post posso dire che ciascuno ha il suo modo per apprendere . Ed inoltre per raggiungere dei buoni risultati è possibile fare dei percorsi del tutto diversi. Basta vedere quanti trombettisti in gamba suonano con impostazioni del tutto diverse o con strumenti e bocchini diversissimi Chi  studia il buzzing col bocchino chi con le labbra chi addirittura li considera dannosi. Chi ti spiega che bisogna tirare in fuori la mandibola facendola fuoriuscire dalla sua sede naturale. Chi al contrario ti dice di assumere la posizione più naturale possibile. E poi il labbro girato o suonare sul rosso o sul bianco e poi l’inclinazione della tromba. Poi c’è la parte della emissione ed immissione e qui le scuole di pensiero prendono delle strade surreali.  Tutto ciò può essere estremamente Frustrante o al contrario estremamente stimolante. L’unica verità per me è mantenere la passione tutto il resto non mi interessa.

Offline Norman

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 3757
  • Reputazione dell'utente: +88/-0
  • Gender: Male
    • Lozza Gang Band
Re: Incredibile
« Reply #36 on: August 28, 2020, 02:19:56 PM »
Eh, sapessi quante discussioni ci sono state su questo forum e sul vecchio FT su praticamente tutte queste cose... Però sfatiamo un mito: non è vero che va bene tutto. La stessa ragione di essere di questo forum fu la volontà di proteggere soprattutto i principianti da falsi miti e dallo sbattere la testa su muri che di teste ne avevano già conosciute fin troppe. E sfatiamo anche il mito del “ci sono grandi trombettisti che suonano con impostazioni strane”: se sono dei grandi, molto probabilmente è nonostante quelle impostazioni... Bisognerebbe fare una statistica di quanti, con quelle stesse impostazioni, non hanno cavato un ragno dal buco ed hanno appeso la tromba al chiodo. Essendo uno di quelli che ha iniziato col piede sbagliato so bene cosa questo significhi... Posto che esistono approcci diversi all’insegnamento, esistono però una serie di punti fermi che non si possono ignorare, perché hanno a che fare con la fisica e sono stati messi alla prova dall’esperienza empirica di molti decenni di didattica seria ed anche di quella poca indagine scientifica che è stata fatta sui labiofoni.

Qui cerchiamo di privilegiare quello che è certo è comprovato, mentre cerchiamo di mettere in guardia da quello che comprovato proprio non è è da quello che invece è già stato provato con esiti insoddisfacenti.

Nella vita tutto può essere, magari tra un anno Mar arriva qui e ci fa un pernacchione, ma diciamo che se dovessi scommettere ci punterei molto poco, e proprio perché da quella specifica strada ci sono passato anche io, avendo le stesse sensazioni che riferisce lui. A distanza di anni posso dire che quel genere di lavoro in realtà è stato sterile, che era più l’effetto di un percorso di miglioramento che comunque stavo facendo che non la causa. Oggi quei fischioni neanche mi vengono più, ma complessivamente suono molto meglio di allora, con molta meno fatica, e grazie ad un lavoro che con quello non c’entra assolutamente niente.

Ovviamente Mar è liberissimo di fare quello che vuole, ma noi come moderatori non possiamo non mettere in guardia lui è chiunque volesse fare esperimenti simili sul fatto che, molto probabilmente, sta perdendo tempo ed energie che potrebbe utilizzare per fare percorsi che l’esperienza ha invece dimostrato essere realmente efficaci per ottenere quello che vuole ottenere lui. Noi qui promuoviamo gli approcci che hanno dimostrato di funzionare a prescindere da chi sia l’allievo, non quelli che funzionano, forse, una volta ogni morte di papa e neanche si capisce perché. Joe Pero suona col bocchino praticamente a metà tra il centro e l’angolo della bocca: suona da paura. Se qualcuno vuole imitarlo è liberissimo di farlo, ovviamente, ma auguri... È un esempio estremo, ma rende l’idea.
Taylor X-Lite - AR Resonance MC 40/8 Monette B6S1 Prana 17/84 B4LS S1 Prana 21/81
"Non suonare come un trombettista, suona come un cantante!" A. Giuffredi

Lozza Gang Band

Lozza Gang Band su Facebook

Online fcoltrane

  • Solista
  • *****
  • Posts: 1361
  • Reputazione dell'utente: +5/-1
Re: Incredibile
« Reply #37 on: August 28, 2020, 03:31:34 PM »
Si condivido tutto il tuo discorso . Recentemente mi è capitato di ascoltare Clark Terry suonare una scala maggiore ed il suono mancava di armonici Rispetto ad un Giuffredi o ad Rapa . Parlo di uno dei musicisti che considero tra i più grandi mai esistiti . Discorso analogo per Gillespie che a tratti era stonato . Potrei citarti anche grandissimi sassofonisti che a tratti o avevano un suono mancante di armonici o stonati ma che hanno fatto la storia del jazz. Poi è chiaro che se devo imparare a suonare il sax cercherò di imparare la tecnica “migliore”  e quindi tra Coltrane ed Eric Dolphy sceglierò il primo se devo suonare intonato ed in maniera omogenea. Analogo discorso per la tromba . Se devo scegliere tra una tecnica che consente ad una bimba di 11 anni di suonare o una che ti deforma il viso ed il corpo per lo sforzo non ho dubbi. Detto ciò anche gli errori a volte sono utili anche solo come termine di paragone. E quindi prendi un Bach 7 c è provi a sparare la pressione più forte che puoi poi prendi un b2 monette e provi a produrre suono con l’emissione più delicata che riesci a produrre 😂😂io vivo la tromba come puro piacere probabilmente se fosse un lavoro con l’assillo della prestazione probabilmente sarebbe diverso e non potrei permettermi alcuna sperimentazione. In questo senso capisco Mar .

Offline Mar

  • Seconda Tromba
  • ***
  • Posts: 454
  • Reputazione dell'utente: +6/-0
Re: Incredibile
« Reply #38 on: August 28, 2020, 04:04:29 PM »
Io rispetto l'opinione di tutti, capisco il punto di vista di tutti, ma siccome il tempo che uso è il mio cerco di farlo nel modo che ritengo migliore per me. Non sono uno sprovveduto, non credo di aver scritto cazzate, o di aver consigliato pratiche dannose per qualcuno. Se l'ordine mondiale conservatore dei trombettisti non vuole che si dicano che ci sono modi diversi per arrivare a risultati apprezzabili, non è una cosa che mi riguarda. Ho già portato l'esempio del nonnismo a militare, che mi sembra alquanto calzante. Per il resto non ho niente da aggiungere rispetto a quanto ho già già scritto, finirei solo per ripetermi. Ho riaperto questo post perché c'era una domanda rimasta in sospeso, e a me non piace lasciare le cose in sospeso

Offline igor

  • Moderatore Globale
  • Solista
  • *****
  • Posts: 1319
  • Reputazione dell'utente: +37/-0
Re: Incredibile
« Reply #39 on: August 28, 2020, 06:21:04 PM »
"Se l'ordine mondiale conservatore dei trombettisti non vuole che si dicano che ci sono modi diversi per arrivare a risultati apprezzabili, non è una cosa che mi riguarda. "

Eh mamma mia che risposta piccata Mar... non è il caso di fare il complottista  ;D ;D ;D  Norman voleva solo darti un consiglio, dettato dalla sua esperienza. Consiglio che per altro condivido pure io. Poi è chiaro che così, senza vedere dal vivo quel che fai, è sempre difficile capire, ma ad ogni modo ognuno è libero, come dici tu, di far quel che vuole... ma non c'è bisogno di prendersela se altri che magari son passati dalle tue stesse esperienze anni fa, non concordano col tuo approccio ;-)

Offline Zosimo

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 8073
  • Reputazione dell'utente: +159/-2
  • Gender: Male
Re: Incredibile
« Reply #40 on: August 28, 2020, 06:42:48 PM »
Tromba: Quella che capita
Bocchino: Almonzinni Revolution

Se non sai cos'è, allora stai slottando, amico mio.
Su questo forum, gli armonici sono talmente vicini  che tra un po' trombano.
L'anima del cambiar tromba ogni 2 giorni è sempre stato il desiderio e non il bisogno.  Bocchini per le note acute in realtà esistono, ma funzionano solo con gli acutisti

Offline Mar

  • Seconda Tromba
  • ***
  • Posts: 454
  • Reputazione dell'utente: +6/-0
Re: Incredibile
« Reply #41 on: August 28, 2020, 07:19:30 PM »
Ciao Igor, mica me la sono presa.
Io sono solo un amatore, principiante da 12 anni, e prevalentemente autodidatta, ma qualcosa l'ho capito.
Non sono mai stato uno che crede nelle scorciatoie, credo fermamente nel duro lavoro, che svolgo (svolgevo) quotidianamente con passione e amore.
In questo post mi sono "scontrato" non con opinioni diverse, ma con modi di fare che non gradisco, nella vita reale come nella vita virtuale, e l'ho fatto notare in maniera chiara e puntuale, come mia abitudine.

Mi spiace solo che si voglia continuare ad alimentare negli altri la frustrazione che ognuno di noi ha provato nello studio di questo bellissimo strumento.
Io sono uno uno che appena può, spezza le catene (o cmq ci prova).

Suonare la tromba è più semplice di quanto dite, e di quanto vi hanno detto.

Se pensi sia difficile, sarà difficile.

Ma sono tutte cose che ho già detto e scritto,...


Offline Mar

  • Seconda Tromba
  • ***
  • Posts: 454
  • Reputazione dell'utente: +6/-0
Re: Incredibile
« Reply #42 on: August 28, 2020, 07:55:36 PM »
Io prima di dedicare il mio tempo libero alla tromba, ero un appassionato praticante di arti marziali. Avevo un maestro, aveva sette otto anni più di me, molto bravo, che non solo ti diceva come mettere il braccio, o la gamba, o come muoverti. Ti diceva cosa dovevi sentire dentro mentre ti muovevi, cosa pensare mentre ti muovevi, dove guardare mentre ti muovevi. Tu pensa a quello che ti dice un maestro di tromba e moltiplicato per 100. C'era sempre qualche particolare da correggere, e a suo dire, quel particolare faceva tutta la differenza del mondo. Inutile dire che nelle fasi di sparring lui per noi era inavvicinabile, ti toglieva l'equilibrio e ti sbatteva a terra o contro le pareti con una facilità incredibile. Poi un giorno è arrivato un ragazzo tedesco che lavorava qui in italia. Praticava la stessa nostra disciplina da pochi anni (meno di me) e cercava un posto per allenarsi e passare un po di tempo con amici. Alla prima occasione di sparring con il maestro il ragazzo l'ha scaraventato a terra, non una ma tre volte.
Da quella sera alcuni di noi hanno cominciato a tenere testa al maestro durante lo sparring. Non era più inavvicinabile.

Questo per dire che quello che credi di poter fare o di non poter fare condiziona fortemente quello che riuscirai a fare.

Da quel giorno ho smesso di lasciare agli altri, chiunque essi fossero, la possibilità di impormi dei limiti.


Offline Mar

  • Seconda Tromba
  • ***
  • Posts: 454
  • Reputazione dell'utente: +6/-0
Re: Incredibile
« Reply #43 on: August 28, 2020, 08:29:25 PM »
E per chiudere, visto che ho parlato della mia esperienza nelle arti marziali, vi dico anche che "kung fu" significa "abilità ottenuta con duro lavoro". È una definizione che caratterizza il mio approccio alla vita e alla tromba, giusto per chiarire.
Scorciatoie e magie non fanno per me.
Non cerco soluzioni nell'attrezzatura.

Io prendo sul serio il lavoro che c'è da fare ogni giorno per migliorare. Lavoro sodo e cerco di divertirmi più che posso, così alimento la mia passione da dodici anni.

Ho un grosso problema con chi vuole vendermi i suoi limiti (che di solito sono i limiti che gli sono stati imposti), e questo è sicuramente uno dei motivi per cui, dopo una fase di impostazione, ho preferito proseguire nello studio della tromba da autodidatta.

Fatevi sempre delle domande, non accettate verità a scatola chiusa.

Capisco che chi ha cominciato da piccolo non ha avuto questa possibilità di scelta che ho avuto io, ma non è colpa mia, e non voglio pagare io le frustrazioni altrui.

E se prima pensavo di aver detto tutto, ora ne sono sicuro.

Offline igor

  • Moderatore Globale
  • Solista
  • *****
  • Posts: 1319
  • Reputazione dell'utente: +37/-0
Re: Incredibile
« Reply #44 on: August 29, 2020, 12:01:11 AM »
Ciao Mar, in tutta amicizia e serenità, nessuno vuol "venderti i suoi limiti" (per altro dire una cosa simile ad una persona della quale non sai nulla è anche un filo offensivo dal punto di vista intellettuale se permetti) non so come possa esserti passato per la testa... Lo attribuisco ai fraintendimenti tipici delle comunicazioni via chat 🙂.
 Semplicemente una persona ti ha detto di essere passato dalle tue stesse esperienze e di aver sperimentato sulla sua pelle che come approccio al 99% non funziona. Tu sei liberissimo di riprovarci, xo' dare dell'oscurantista a chi ti ha solo detto quel che ha sperimentato lui è decisamente poco carino.
Il fatto poi che tu dia per scontato che chi ti parla non si sia posto le tue stesse domande e non abbia provato le tue stesse strade prima di te... È pure un filo presuntuoso... E te lo dice uno che è abituato a cercare di spostare l'asta della conoscenza in avanti ogni santo giorno, fallendo spesso, come tutti, ma riuscendoci ogni tanto.

L'esempio poi delle arti marziali, così come lo hai raccontato è lampante: voi non riuscivate a mettere a terra il vostro maestro, arriva uno nuovo che ha "studiato meno di voi" e lo ha messo a terra... Cosa ne deduci? Che allora il maestro non è inarrivabile... e la reazione è ...iniziare a sfidarlo...Non c'era bisogno del nuovo arrivato per sapere che un maestro si può battere.. La domanda giusta era invece "perché lui ci è riuscito studiando meno anni? Forse ha studiato meglio? Forse ha avuto un maestro migliore? Forse ho studiato male io?" Questo per dirti che la strada del farsi domande e non dare nulla per scontato è giusta, però assieme al farsi domande bisogna essere capaci anche di ascoltare in modo aperto anche chi non la pensa come te, soprattutto se parla per esperienza personale. 🙂 Comunque non prendere il mio messaggio come un inizio di polemica ma solo come uno scambio sincero di vedute 😀

Ciao

I.