Author Topic: Ci si può offendere per un concerto?  (Read 416 times)

0 Members and 1 Guest are viewing this topic.

Offline nuvola

  • Solista
  • *****
  • Posts: 1224
  • Reputazione dell'utente: +58/-0
  • Gender: Male
Ci si può offendere per un concerto?
« on: February 22, 2019, 08:13:50 PM »
L’Istituto Superiore di Sudi Musical “Vincenzo Bellini” di Caltanissetta , ormai da due anni, organizza delle master con musicisti di altissimo livello. Dopo la master i musicisti, talvolta anche con gli allievi più meritevoli, si esibiscono in un  concerto gratuito in collaborazione con il Comune nel locale graziosissimo teatro “Margherita” . Abbiamo potuto ascoltare concerti meravigliosi tenuti dal primo fagotto solista della Scala di Milano, dal primo clarinetto dell’Orchestra “La Fenice” di Venezia, dal primo flauto dell’Orchestra del teatro di Baviera, dal primo oboe del Teatro alla Scala, il duo solistico dei Berliner Philarmoniker per arpa e violoncello e numerosi altri dello stesso livello. Tutti hanno eseguito un repertorio raffinato e di alto livello qualitativo. Purtroppo il 20 febbraio si è esibito anche il maestro Marco Toro, prima tromba solista del Teatro Alla Scala. Dopo aver suonato il concerto di Arutunian si è lanciato in una serie chiassosa  (assieme ad un ensamble di fiati locali) di musiche da film e canzoni popolari che ci hanno lasciati sbigottiti. Il colpo di genio è stato il solito arrangiamento di musiche da film preceduto dalle note del silenzio e che poi chiudeva con lo stesso motivo. Il massimo però lo hanno toccato quando il maestro si è espresso in una toccante “Granada” che ci è stata riproposta (non richiesta) come bis.
Cosa aveva in mente il maestro? Che dal momento che sarebbe venuto nel PROFONDO SUD doveva scegliere un repertorio per un pubblico di buzzurri e trogloditi? Sinceramente dispiaciuti ti salutiamo maestro.
Non sei proprio una schiappa! :D
"Suoni ancora la tromba?" "Si, sono inutilmente ostinato"
Burbank 3x Plus
AR Resonance B6LD S1 42-7