Author Topic: whisper tone  (Read 971 times)

0 Members and 1 Guest are viewing this topic.

Offline Navarro

  • Terza Tromba
  • **
  • Posts: 108
  • Reputazione dell'utente: +1/-0
Re: whisper tone
« Reply #15 on: May 05, 2020, 09:33:47 PM »
Il whisper tone è alla base del discusso metodo di Cat Anderson che prevede, come esercizio preliminare ad ogni lezione, venti minuti di Sol sul secondo rigo suonati in quel modo, prendendo l'aria con il naso e senza staccare mai la tromba dalle labbra. Poi estende gradatamente gli esercizi a note più alte, sempre usando gli stessi principi di base. A farlo bene è terribilmente pesante, soprattutto agli inizi.
Per un periodo lo praticai con continuità ed ero arrivato a farmi i miei venti minuti di Sol, più qualche altra cosa a seguire, nel pomeriggio come "riscaldamento" per le prove serali con l'orchestra e devo dire di non essermi mai sentito così bene con l'imboccatura come in quel periodo.
Forse anche perchè avevo un 20-25 anni di meno...
Bach 37 reverse + Giardinelli 7S
Yamaha YFH 631 + Giardinelli 7FL

Online fcoltrane

  • Solista
  • *****
  • Posts: 1746
  • Reputazione dell'utente: +9/-1
Re: whisper tone
« Reply #16 on: May 05, 2020, 11:05:39 PM »
 pollices

Online fcoltrane

  • Solista
  • *****
  • Posts: 1746
  • Reputazione dell'utente: +9/-1
Re: whisper tone
« Reply #17 on: May 09, 2020, 11:59:44 AM »
forse sto per dire una stupidaggine chiedo venia sin da ora.
io studio solo con la sordina da studio yamaha  sia sul flicorno e da qualche giorno ho ripreso la tromba sempre con sordina.
con il flicorno suonare piano davvero piano mi risulta relativamente semplice (anche se con la sordina più complicato) perché devo vincere un po di resistenza .
con la tromba il fenomeno si acuisce : un po più complicato (con la sordina) molto più semplice a campana aperta il sol centrale si tira fuori con un sussurro.
incuriosito dalle discussioni sui oring e tappi inferiori   ho provato prima a svitare quelli del flicorno ma purtroppo lì c'è la molla e quindi non ho potuto levarli del tutto.
con la tromba invece li ho proprio levati  perché svitandoli non ero in grado di percepire differenze macroscopiche .
con mia grande sorpresa è un po come se avessi ricreato la resistenza dell'aria a campana libera.
sono sempre stonato ma ora è molto più semplice suonare ed il suono è come se si fosse  aperto.

avete esperienze del genere .
la tromba è un selmer tt il bocchino un monette b6s1




Offline Zosimo

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 8228
  • Reputazione dell'utente: +159/-3
  • Gender: Male
Re: whisper tone
« Reply #18 on: May 09, 2020, 12:50:22 PM »
Che flicorno hai ? non c'entra nulla con il post, ma curiosità
Tromba: Quella che capita
Bocchino: Almonzinni Revolution

Se non sai cos'è, allora stai slottando, amico mio.
Su questo forum, gli armonici sono talmente vicini  che tra un po' trombano.
L'anima del cambiar tromba ogni 2 giorni è sempre stato il desiderio e non il bisogno.  Bocchini per le note acute in realtà esistono, ma funzionano solo con gli acutisti

Online fcoltrane

  • Solista
  • *****
  • Posts: 1746
  • Reputazione dell'utente: +9/-1
Re: whisper tone
« Reply #19 on: May 09, 2020, 01:02:51 PM »
me lo hanno regalato quasi all'inizio della quarantena certamente di provenienza cinese , sembra una imitazione dello yamaha 631
ho capito questo guardando video su YouTube
https://www.youtube.com/watch?v=AGEwouRItok
questo messo a confronto sembra  identico al mio
già ho speso più del valore del flicorno  tra sordina e bocchini eheheheh

identico a questo
https://www.youtube.com/watch?v=Zud48HTfwIo
« Last Edit: May 09, 2020, 01:09:49 PM by fcoltrane »

Offline Zosimo

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 8228
  • Reputazione dell'utente: +159/-3
  • Gender: Male
Re: whisper tone
« Reply #20 on: May 09, 2020, 06:44:56 PM »
 pollices
Tromba: Quella che capita
Bocchino: Almonzinni Revolution

Se non sai cos'è, allora stai slottando, amico mio.
Su questo forum, gli armonici sono talmente vicini  che tra un po' trombano.
L'anima del cambiar tromba ogni 2 giorni è sempre stato il desiderio e non il bisogno.  Bocchini per le note acute in realtà esistono, ma funzionano solo con gli acutisti

Online fcoltrane

  • Solista
  • *****
  • Posts: 1746
  • Reputazione dell'utente: +9/-1
Re: whisper tone
« Reply #21 on: June 01, 2020, 09:18:31 PM »
ecco girovagando in rete cosa ho trovato.
Sandoval oltre ad essere uno straordinario musicista deve essere una persona generosa e dispensa consigli ed esempi su questo splendido strumento e sulla musica in genere , spesso incontra altri musicisti e dal confronto nascono nuovi spunti.
Qui l'interlocutore è Chuck Findley che probabilmente conoscete già.
ad 1.07 il suo modo di fare warm up tre modi di emettere attacco con la lingua , attacco con la lingua con diversa dinamica attacco senza lingua con diversa dinamica.
peccato non capire una parola in inglese

Offline Navarro

  • Terza Tromba
  • **
  • Posts: 108
  • Reputazione dell'utente: +1/-0
Re: whisper tone
« Reply #22 on: June 02, 2020, 09:30:53 PM »
Forse ti sei perso il link...
Bach 37 reverse + Giardinelli 7S
Yamaha YFH 631 + Giardinelli 7FL

Online fcoltrane

  • Solista
  • *****
  • Posts: 1746
  • Reputazione dell'utente: +9/-1
Re: whisper tone
« Reply #23 on: June 02, 2020, 09:36:27 PM »

Offline Navarro

  • Terza Tromba
  • **
  • Posts: 108
  • Reputazione dell'utente: +1/-0
Re: whisper tone
« Reply #24 on: June 02, 2020, 09:58:27 PM »
Grazie. Quello che esegue Findley in quel punto sono le famose "sei note" (six notes), punto di partenza del metodo di Carmine Caruso. Sono sei note perchè si parte dal Sol sul secondo rigo e si sale cromaticamente al Do, anche qui senza mai staccare la tromba dalla bocca e prendendo l'aria con il naso (lo dice anche nel filmato). L'articolazione originale suggerita da Caruso non la ricordo perchè poi l'esempio è stato ripreso da tanti trombettisti/insegnanti, ognuno un pò a modo proprio.

Il primo link che segue è il sito di un insegnante di corno con molti filmati in cui si spiega e si illustra il metodo Caruso (valido per tutti gli ottoni). Il secondo link è una versione sintetica del Caruso elaborata da Marcus Stockhausen. Il vero e proprio metodo Caruso lo si può ordinare su diversi siti.

http://www.julielandsman.com/gallery 

https://www.markusstockhausen.de/file_download/18/
Bach 37 reverse + Giardinelli 7S
Yamaha YFH 631 + Giardinelli 7FL

Online fcoltrane

  • Solista
  • *****
  • Posts: 1746
  • Reputazione dell'utente: +9/-1
Re: whisper tone
« Reply #25 on: June 02, 2020, 10:30:04 PM »
 pollices
avevo letto di questo metodo ed effettivamente gli stessi principi sono applicati a tutti gli strumenti a fiato.
si scelga una nota del registro più agevole e ci si sposta di mezzo tono.
poi si mettono a confronto i suoni che distano mezzo tono e li si suona in "maniera uniforme" .
si cerca di mantenere la stessa posizione per evitare diverse posizioni per singola nota.
mi fa venire in mente una domanda che ho fatto al grande M. Pierobon relativa ad una unica emissione per suonare due note diverse anche se distanti solo mezzo tono.
Io anche solo concettualmente nello studio del sax ho sempre pensato ad una unica emissione per suonare due note distinte (e poi quello che succede all'interno della bocca accade quasi a mia insaputa) e dal risultato si comprende se il procedimento è corretto o meno. (cercando di ridurre al minimo movimenti superflui........

Offline Navarro

  • Terza Tromba
  • **
  • Posts: 108
  • Reputazione dell'utente: +1/-0
Re: whisper tone
« Reply #26 on: June 02, 2020, 10:38:07 PM »
Ricordo un'intervista in cui Steve Lacy, grande specialista del sax soprano, disse che era capace di stare anche delle ore ad esercitarsi su un salto di semitono.
Bach 37 reverse + Giardinelli 7S
Yamaha YFH 631 + Giardinelli 7FL

Online fcoltrane

  • Solista
  • *****
  • Posts: 1746
  • Reputazione dell'utente: +9/-1
Re: whisper tone
« Reply #27 on: June 02, 2020, 10:46:44 PM »
i grandi sono grandi anche nello studio.
recentemente un sassofonista americano (dei più quotati) era in tour e dormiva nello stesso albergo di un musicista italiano .
Chiesi al musicista italiano che cosa studiasse  il sassofonista.
la risposta : "si è svegliato ed è da un ora che fa note lunghe........"

Offline toro

  • Solista
  • *****
  • Posts: 1576
  • Reputazione dell'utente: +18/-0
  • Gender: Male
Re: whisper tone
« Reply #28 on: June 02, 2020, 11:20:24 PM »
Appurato che io non sarei mai potuto diventare un grande,a volte ho una sorte di ammirazione misto ad autolesionismo, verso chi non essendo professionista o aspirante tale,riesce a studiare metodi del genere oppure a fare un ora di note lunghe .....
Sarà per quello che sono rimasto ad un livello molto basso,ma dopo 5 min. di riscaldamento io attacco con un pezzo,e questo mi dà una gioia sfrenata.
C’è un segreto particolare ( oltre all’ottenimento dei risultati)per tenere duro a studiare cose apparentemente noiose?
non puoi comprare la felicita',ma se compri una bici e una tromba, sei gia' a buon punto.....

Online fcoltrane

  • Solista
  • *****
  • Posts: 1746
  • Reputazione dell'utente: +9/-1
Re: whisper tone
« Reply #29 on: June 03, 2020, 07:57:50 AM »
Premetto che un ora di note lunghe in maniera continuativa  non credo di averla studiata neanche con il sax e neanche quando studiavo parecchio.
Forse con gli armonici e lo studio con il solo bocchino sono arrivato ad una ora.
Il beneficio è indubbio si cominciano ad apprezzare delle caratteristiche del suono e a comprendere determinati procedimenti.
il costo è però altissimo perché se non lo fai per mestiere ed un ora è tutto il tempo che puoi dedicare allo studio dello strumento necessariamente devi tralasciare argomenti altrettanto importanti. (lettura , fraseggio , linguaggio , improvvisazione)
Magari ti ritrovi dopo anni con un bel suono ma non conosci tutto il resto.

Dal mio punto di vista è una questione di priorità e di punti di vista , per alcuni il suono è tutto (il resto sono solo aspetti secondari).
Recentemente ho ascoltato alcune lezioni di M Pierobon l'aspetto che mi colpiva più di ogni altro era proprio il suono.
Un po la stessa sensazione che ho avuto con altri musicisti che proponevano delle semplici scale maggiori o semplici intervalli .
A.Mariani, D.Liebman, S.Lacy,S. Blake S.Bedetti D.Gordon  al sax  Marsalis Bosso Rapa Pierobon Harrel Chet solo per citarne alcuni ma la lista è molto  più lunga .
L'unica cosa che posso dirti è di provare a riconoscere come manifestazione artistica anche solo l'esposizione di una scala .
o sotto diverso profilo ascoltare la musica cercando di capire cosa ti piace e perché. (anche quando sei tu a farla)
Un esempio Gillespie suona alla rai Whats new , c'e una nota nell'esposizione del tema che il grande musicista potendo rifarebbe in maniera diversa.
Secondo me si ma potrebbe essere una elucubrazione mentale............