Author Topic: Trascrizione del solo di Felice Reggio sul brano Darn That Dream  (Read 325 times)

0 Members and 1 Guest are viewing this topic.

Offline fcoltrane

  • Acutista
  • ******
  • Posts: 2903
  • Reputazione dell'utente: +15/-1
Questi due creano poesia , questa è la ragione per cui mi piace il jazz.
Felice Reggio poi al flicorno costruisce frasi una più bella dell'altra
Purtroppo ci sono molti errori  ma la pubblico lo stesso
https://www.youtube.com/watch?v=6FqTywgMLnU&feature=youtu.be

Offline Zosimo

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 9556
  • Reputazione dell'utente: +163/-4
  • Gender: Male
Re: Trascrizione del solo di Felice Reggio sul brano Darn That Dream
« Reply #1 on: March 30, 2021, 06:14:01 PM »
Purtroppo l'ultima volta che ho intervistato
L'amico Felix ho avuto un problema tecnico
Per sbobbinare e non sapevo che fosse una fucina
Di storie sui grandi con cui ha suonato impossibile
Fare un'intervista lineare.
Dopo Pasqua ci risentiamo na ci concentreremo
Solo su Chet e il jazz italiano periodo valdambrini. Se avete
Domande scrivetele qui. Grazie
Tromba: Quella che capita
Bocchino: Almonzinni Revolution
Metodo:Zogor
Se non sai cos'è, allora stai slottando, amico mio.
Su questo forum, gli armonici sono talmente vicini  che tra un po' trombano.
L'anima del cambiar tromba ogni 2 giorni è sempre stato il desiderio e non il bisogno.  Bocchini per le note acute in realtà esistono, ma funzionano solo con gli acutisti

Offline fcoltrane

  • Acutista
  • ******
  • Posts: 2903
  • Reputazione dell'utente: +15/-1
Re: Trascrizione del solo di Felice Reggio sul brano Darn That Dream
« Reply #2 on: March 30, 2021, 07:11:35 PM »
Oltre ad essere un musicista strordinario è anche una persona squisita e dotato di grande generosità .
A volte dispensa consigli a chi come me è una schiappa e chiede di bocchini di sordine ecc...ecc,... sempre con garbo e attenzione per l'interlocutore. (anche quando gli interlocutori sono incapaci e capiscono fischi per fiaschi).
Trasmette una grande passione per la musica ed ha una conoscenza sterminata del jazz e dei vari periodi e dei vari grandissimi interpreti da Sinatra a Chet .
Poi è uno di quelli che ha suonato ed ha conosciuto tantissimi grandi musicisti  , e non è un caso perchè i grandi il più delle volte si riconoscono......

Un paio di domande che non gli ho mai fatto le faccio qui.
Ha lo stesso approccio nello studio della tromba e del flicorno.?
 
Deve dedicare lo stesso tempo nello studio ad entrambi gli strumenti o è indifferente ?
Qualche consiglio per chi desidera imparare ad improvvisare sugli standards  in maniera melodica ?