Author Topic: Vintage italiano  (Read 161 times)

0 Members and 1 Guest are viewing this topic.

Offline Zosimo

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 8097
  • Reputazione dell'utente: +159/-3
  • Gender: Male
Vintage italiano
« on: August 14, 2020, 08:17:52 PM »
Mi sono sempre chiesto perchè le aziende che facevano trombe , aziende che sono ancora ora sul mercato,
ma magari hanno delocalizzato in cina non hanno mai fatto trombe di qualità o comunque per quel che mi riguarda
sono sempre modelli da banda generici senza nessuna particolarità, mentre per i sax il discorso era diverso vedi ramponi e cazzani
se non erro molto quotati.
Peccato non avere una martin/conn italiana
anche se Woody Shaw usava una Meazzi copia di qualcosa :o
Tromba: Quella che capita
Bocchino: Almonzinni Revolution

Se non sai cos'è, allora stai slottando, amico mio.
Su questo forum, gli armonici sono talmente vicini  che tra un po' trombano.
L'anima del cambiar tromba ogni 2 giorni è sempre stato il desiderio e non il bisogno.  Bocchini per le note acute in realtà esistono, ma funzionano solo con gli acutisti

Offline Mar

  • Seconda Tromba
  • ***
  • Posts: 469
  • Reputazione dell'utente: +6/-0
Re: Vintage italiano
« Reply #1 on: August 14, 2020, 08:20:12 PM »
C'era uno Zinni molto quotato...

Offline Altobugle

  • Prima Tromba
  • ****
  • Posts: 671
  • Reputazione dell'utente: +7/-0
  • Gender: Male
Re: Vintage italiano
« Reply #2 on: August 15, 2020, 12:46:59 AM »
Io avevo il flicornino LOUDWESS made in Elkhart ind. Ridente cittadina in provincia di Napoli...
-Tromba sib: Jupiter JTR-308; CONN Constellation 38B; Vincent Bach 43 ml; Stomvi Combi
-Tromba do: YTR 2420
-trombino: lo sto ancora cercando;)
-Pocket: Jupiter JTR-416
-cornetta: yamaha 2610s
-Flicorno Soprano: Jupiter JFH-846 elaborato Frankenhorn
bach 10 1/2 ew; Bach 3cw; Dw 4fl; qualsiasi cosa!

Offline MaMut01

  • Quarta Tromba
  • *
  • Posts: 25
  • Reputazione dell'utente: +1/-0
  • Gender: Male
Re: Vintage italiano
« Reply #3 on: August 15, 2020, 02:48:32 PM »
Credo che nessun produttore italiano avesse richiesta di trombe professionali, non certo dalle orchestre di classica che da sempre si rivolgono ad altri prroduttori e non vi era il jazz che imperversava come negli States con le schiere di musicisti professionisti. Pertanto rimanevano solo le bande musicali locali che richiedevano appunto strumenti bandistici.
Senza richiesta di strumenti pro (per lo meno nelle trombe) non aveva senso spendere per progettare strumenti, riconvertire linee di produzione e via dicendo.

Riporto qui cosa scriveva Conn nel 1938, penso possa ben spiegare:

"I compositori ed arrangiatori moderni stanno scrivendo musica che non può essere suonata su normali strumenti bandistici.
I moderni direttori e conduttori spingono - ed esigono - performance musicali che sono possibili solo con gli ultimi e migliorati modelli.
Gli strumentisti che vogliano aver successo di questi tempi devono avere uno strumento costruito sulle esigenze della musica moderna. Centinaia dei più grandi artisti di tutto il mondo concordano che ciò significa che sia un Conn.
Conn mantiene l'unico laboratorio a tempo pieno del mondo di ricerca nel campo degli strumenti musicali.
Gli uomini che vi lavorano sono esperti altamente qualificati il cui intero tempo è dedicato allo sviluppo degli strumenti bandistici ed orchestrali.
Non è certo quindi una sorpresa che gran parte dei miglioramenti degli anni recenti venga da questo laboratorio."
« Last Edit: August 15, 2020, 04:01:57 PM by MaMut01 »
Conn Tp: 22B New York Symphony Special 1940; 12B Coprion 1953; 6B Victor 1968
Past Conn Tp: 10B Victor 1960; 8B Artist 1964; 38B Connstellation 1968
Fl: Couesnon Monopole ?
Tp Mp: Bach 2C Megatone; Conn Precision 4; Denis Wick MM4C
Fl Mp: Denis Wick 4F

Offline Mar

  • Seconda Tromba
  • ***
  • Posts: 469
  • Reputazione dell'utente: +6/-0
Re: Vintage italiano
« Reply #4 on: August 15, 2020, 04:29:46 PM »
Ammenn ammenn ammenn