Author Topic: Un ascolto per il week end  (Read 607 times)

0 Members and 1 Guest are viewing this topic.

Offline Mar

  • Seconda Tromba
  • ***
  • Posts: 470
  • Reputazione dell'utente: +6/-0
Re: Un ascolto per il week end
« Reply #15 on: September 13, 2020, 12:10:29 PM »
Avete ragione, ma ed esempio i due album postati sopra li ho incontrati in un momento in cui avevo poca comprensione della musica dal punto di vista tecnico, ero poco più che un accanito ascoltatore.
Nel 2008 avevo appena preso in mano la tromba, nel 2011 suonavo da soli 3 anni.
Questo due album, questi due concerti mi sono piaciuti un sacco senza se e senza ma. Mi hanno emozionato. Non ho fatto confronti, non ho fatto pensieri, me li sono semplicemente goduti.
E per una volta di più urlo a gran voce: beata l'ignoranza.

Offline Chiapparo

  • Seconda Tromba
  • ***
  • Posts: 492
  • Reputazione dell'utente: +1/-0
  • Gender: Male
Re: Un ascolto per il week end
« Reply #16 on: September 13, 2020, 03:09:04 PM »
No, Mar, non sapevo che Galliano suonasse anche il trombone! Possiedo anche il disco del tributo a Nino Rota, bellissimo anch’esso. Personalmente mi ritengo una persona profondamente emotiva, quando una musica mi coinvolge totalmente, mi ferma il fiato, mi fa ritrovare con tutti i peli dritti, con brividi e occhi lucidi ho poca voglia, anzi nemmeno lontanamente penso di farne un’analisi critica sull’ascolto, mi limito solo a godermi appieno il momento, desideroso più che mai che il tempo si fermi lì. Addirittura permango in quello stato anche diverso tempo dopo il termine della performance. Discorso diverso, invece, quando noto “qualcosa che non va”, ovviamente a mio giudizio, lì a volte sono anche spietato e vado cercando l’ago nel pagliaio...

Offline Norman

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 3778
  • Reputazione dell'utente: +88/-0
  • Gender: Male
    • Lozza Gang Band
Re: Un ascolto per il week end
« Reply #17 on: September 13, 2020, 05:03:23 PM »
Avete ragione, ma ed esempio i due album postati sopra li ho incontrati in un momento in cui avevo poca comprensione della musica dal punto di vista tecnico, ero poco più che un accanito ascoltatore.
Nel 2008 avevo appena preso in mano la tromba, nel 2011 suonavo da soli 3 anni.
Questo due album, questi due concerti mi sono piaciuti un sacco senza se e senza ma. Mi hanno emozionato. Non ho fatto confronti, non ho fatto pensieri, me li sono semplicemente goduti.
E per una volta di più urlo a gran voce: beata l'ignoranza.
Mah, a me la frase “beata l’ignoranza” non piacerà mai. Non è che l’essere erudito ti impedisca di godere di cose come queste... Anzi! Come ho detto ti fornisce chiavi di lettura ulteriori. Poi che ci sia chi si fa prendere dall’intellettualismo esasperato è un altro paio di maniche, ma è un problema di narcisismo che con la cultura non ha niente a che vedere, rischiare di disprezzare la conoscenza di per sé a causa di questo è come buttare il bambino con l’acqua sporca.

Viviamo in tempi in cui ci vorrebbe più cultura, non di meno. Io vidi Marsalis dal vivo che già avevo sulle spalle 10 anni di chitarra e 9 di tromba, e me lo sono goduto alla grande, senza che la mia conoscenza della musica mi impedisse di emozionarmi. C’è il momento dell’esperienza, che bisogna godersi nella maniera più serena ed aperta possibile, ma questo non esclude che poi ci sia anche il momento dell’elaborazione e dell’analisi.

Sapere è sempre meglio che non sapere.
Taylor X-Lite - AR Resonance MC 40/8 Monette B6S1 Prana 17/84 B4LS S1 Prana 21/81
"Non suonare come un trombettista, suona come un cantante!" A. Giuffredi

Lozza Gang Band

Lozza Gang Band su Facebook

Offline fcoltrane

  • Solista
  • *****
  • Posts: 1437
  • Reputazione dell'utente: +5/-1
Re: Un ascolto per il week end
« Reply #18 on: September 13, 2020, 06:04:11 PM »
Finché sei ascoltatore e basta puoi godere anche della beata ignoranza. Se sei musicista e per di più suoni il sax e desideri improvvisare volente o nolente devi capire ciò che ti piace e perché. Il primo aspetto è il suono , poi c’è l improvvisazione . Se un musicista ti emoziona e riesci a capire perché è poi magari riesci a fare lo stesso hai svoltato.   Magari becchi un aspetto minimo, come suonare su un accordo , come contrapporre una cellula ritmica , come ripetere una cellula melodica. Ps . Comunque riascolterò WB in questi due brani perché se vi ha così emozionato merita una analisi più attenta ......

Offline Mar

  • Seconda Tromba
  • ***
  • Posts: 470
  • Reputazione dell'utente: +6/-0
Re: Un ascolto per il week end
« Reply #19 on: September 13, 2020, 07:15:01 PM »
Per come la vedo io è semplice: questi due album, questi due concerti, hanno contribuito a formare i miei gusti.

La mia frase "beata l'ignoranza" la sostengo ancora, perché solo un cervello ben educato può sostituire l'analisi all'emozione.

Il mio amico sommelier ha scelto di analizzare ogni sorso di vino con spirito critico, io ho scelto di godermi l'ebbrezza.
Facciamo lo stesso gesto, portiamo un bicchiere alle labbra.
Beviamo lo stesso vino, ma il mio cervello semplice ne gode, il suo erudito ne scompone gli elementi per valutarli.

Chi ha ragione? Chi ha torto?
Nessuno credo.
Solo che io preferisco di gran lunga l'emozione alla conoscenza.

Ricordiamoci che generare emozioni è il fine ultimo di qualsiasi forma d'arte.

Per questo apprezzo molto Francesco che ha scritto che proverà a riascoltare Walter Blanding per capire cosa può avermi generato (in me, in noi) quell'emozione.
Lo apprezzo molto.
Non è nemmeno necessario che cambi idea.
Questa sua apertura giustifica il vantaggio che l'erudizione può avere rispetto all'ignoranza (intanto io continuo ad ascoltare di panza).

Chapeau Francesco.




Offline Norman

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 3778
  • Reputazione dell'utente: +88/-0
  • Gender: Male
    • Lozza Gang Band
Re: Un ascolto per il week end
« Reply #20 on: September 14, 2020, 07:00:02 AM »

La mia frase "beata l'ignoranza" la sostengo ancora, perché solo un cervello ben educato può sostituire l'analisi all'emozione.

Il mio amico sommelier ha scelto di analizzare ogni sorso di vino con spirito critico, io ho scelto di godermi l'ebbrezza.
Facciamo lo stesso gesto, portiamo un bicchiere alle labbra.
Beviamo lo stesso vino, ma il mio cervello semplice ne gode, il suo erudito ne scompone gli elementi per valutarli.

Chi ha ragione? Chi ha torto?
Nessuno credo.
Solo che io preferisco di gran lunga l'emozione alla conoscenza.


Per me “sbagliate” tutti e due (più lui di te, decisamente), perché le due cose non si escludono a vicenda, per niente. Bisognerebbe poi approfondire la nozione di “erudito”, perché nel tuo esempio il tuo amico più che un vero e proprio erudito mi sembra la classica persona nella fase iniziale dell’acquisizione di una competenza che ne è inebriata, ma non la padroneggia ancora a sufficienza in modo tale da gestirla realmente. Forse gli piace anche un po’ fare sfoggio della sua acquisita competenza... Penso che sia umano e che, in una certa misura possa capitare a tutti, ma è una fase che può e deve essere superata. Io conosco svariati sommelier ed un enologo che, te lo garantisco, i vini che bevono se li godono eccome.

Allo stesso tempo, dal modo in cui scrivi e dal contenuto dei tuoi post è curioso che tu ti definisca “ignorante”, perché invece quello che scrivi è denso di significato e dimostra complessità e capacità di analisi. Il che evidentemente non ti impedisce di vivere la parte emozionale delle cose.

Tra te ed il tuo amico, quantomeno nel rapporto tu con la musica e lui con il vino, l’erudito mi sembri più tu...
Taylor X-Lite - AR Resonance MC 40/8 Monette B6S1 Prana 17/84 B4LS S1 Prana 21/81
"Non suonare come un trombettista, suona come un cantante!" A. Giuffredi

Lozza Gang Band

Lozza Gang Band su Facebook

Offline Mar

  • Seconda Tromba
  • ***
  • Posts: 470
  • Reputazione dell'utente: +6/-0
Re: Un ascolto per il week end
« Reply #21 on: September 14, 2020, 07:50:04 AM »
X Chiapparo: nel concerto di Torino Galliano, oltre al trombone e alla fisarmonica, ha suonato anche l'accordino, una piccola fisarmonica a fiato che mi ha fatto subito innamorare
https://youtu.be/RSIKDmOOXiw

Offline Mar

  • Seconda Tromba
  • ***
  • Posts: 470
  • Reputazione dell'utente: +6/-0
Re: Un ascolto per il week end
« Reply #22 on: September 14, 2020, 07:53:11 AM »
Accordina

Offline fcoltrane

  • Solista
  • *****
  • Posts: 1437
  • Reputazione dell'utente: +5/-1
Re: Un ascolto per il week end
« Reply #23 on: September 14, 2020, 09:55:26 AM »
In entrambi i brani WB non suona il tenore . In Padan Padan il solo del soprano è incentrato su bb minore con un utilizzo massiccio della scala minore melodica il 2 5 minore relativo e poco altro dando prevalenza al suono ed alla tonalità minore ed al blues . Strange fruit oltre a quello che diceva Mar che condivido posso aggiungere una citazione all’inizio del brano Africa di Coltrane . Poi il blues la fa da padrone in C .

Offline Mar

  • Seconda Tromba
  • ***
  • Posts: 470
  • Reputazione dell'utente: +6/-0
Re: Un ascolto per il week end
« Reply #24 on: September 14, 2020, 09:58:27 AM »
X Norman: una volta che hai imparato a leggere, sei costretto tuo malgrado a leggere ogni caxxo di scritta che ti passa sotto gli occhi, non importa se vuoi o se non vuoi.
Ci sono conoscenze da cui non si torna indietro.
Ci sono conoscenze che poi la tua vita non sarà mai più come prima, per questo ritengo l'ignoranza un valore, oggi più che mai.
Poi con le parole non ci si capisce mai veramente, e sono sicuro che la parola ignoranza per me e per te possono avere significati diversi.
Ignorante non significa stupido.
Ignorante non significa che posso essere razzista, o maleducato, o maschilista, o violento, o che uccido senza avere rimorsi, o che stacco un dito del piede a una statua dentro a un museo.
Ignorante significa che non conosco una particolare cosa, o magari non la conosco nel dettaglio, o che magari non la conosco a livello intellettuale (perché cmq la conoscenza intellettuale è solo una delle conoscenze possibili, e di sicuro la più utilizzata e la più sopravvalutata)

Offline Mar

  • Seconda Tromba
  • ***
  • Posts: 470
  • Reputazione dell'utente: +6/-0
Re: Un ascolto per il week end
« Reply #25 on: September 14, 2020, 10:01:58 AM »
X fcoltrane: nel brano 2 THEM THERE EYES suona il tenore e fa un bellissimo (a mio parere) solo. Il brano parte da 6.45

Offline fcoltrane

  • Solista
  • *****
  • Posts: 1437
  • Reputazione dell'utente: +5/-1
Re: Un ascolto per il week end
« Reply #26 on: September 14, 2020, 10:42:52 AM »
Un solo così lo considero old style senza Mai esagerare quasi che sia necessario suonare un copione In questo senso parlavo di imbrigliato e filologico. Sono certo che sia una scelta espressiva.... non sono certo di chi sia la scelta 😂😂 se del capo o di WB . Poi lo ripeto a scanso di equivoci questo sassofonista è un signor sassofonista. Ascoltando l’ultimo brano è l’ultimo solo si sente un po’ quello che penso. Certamente più libero di esprimersi ( e per me  il solo meglio riuscito)

Offline Mar

  • Seconda Tromba
  • ***
  • Posts: 470
  • Reputazione dell'utente: +6/-0
Re: Un ascolto per il week end
« Reply #27 on: September 14, 2020, 10:51:08 AM »
Intanto sono andato a risentirci Africa... che pezzo!
Anch'io credo che WB sia un signor sassofonista, ma se il tuo metro di paragone è Coltrane pochi si salvano

Offline fcoltrane

  • Solista
  • *****
  • Posts: 1437
  • Reputazione dell'utente: +5/-1
Re: Un ascolto per il week end
« Reply #28 on: September 14, 2020, 11:35:26 AM »
😂😂😂. Effettivamente io sono tendenzialmente talebano.  Ma se si parla di tenoristi di improvvisazione e suono il mio pensiero non può prescindere da Trane.   Comunque Liebman raccontava un aneddoto su Marsalis e sul suo cruccio .... non riusciva a suonare alcune trascrizioni di Trane con la tromba.  Africa un gran bel pezzo per me è quello il modo di improvvisare o di esporre un tema poche note ed un suono che pare scolpito nella pietra.  Un po’ come fa spesso Marsalis anche in questo concerto.

Offline Norman

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 3778
  • Reputazione dell'utente: +88/-0
  • Gender: Male
    • Lozza Gang Band
Re: Un ascolto per il week end
« Reply #29 on: September 14, 2020, 11:52:29 AM »
X Norman: una volta che hai imparato a leggere, sei costretto tuo malgrado a leggere ogni caxxo di scritta che ti passa sotto gli occhi, non importa se vuoi o se non vuoi.
Ci sono conoscenze da cui non si torna indietro.
Ci sono conoscenze che poi la tua vita non sarà mai più come prima, per questo ritengo l'ignoranza un valore, oggi più che mai.
Poi con le parole non ci si capisce mai veramente, e sono sicuro che la parola ignoranza per me e per te possono avere significati diversi.
Ignorante non significa stupido.
Ignorante non significa che posso essere razzista, o maleducato, o maschilista, o violento, o che uccido senza avere rimorsi, o che stacco un dito del piede a una statua dentro a un museo.
Ignorante significa che non conosco una particolare cosa, o magari non la conosco nel dettaglio, o che magari non la conosco a livello intellettuale (perché cmq la conoscenza intellettuale è solo una delle conoscenze possibili, e di sicuro la più utilizzata e la più sopravvalutata)

Certo, leggiamo di tutto, ma abbiamo un cervello per analizzare, gestire e ponderare quello che leggiamo. Intendo "ignoranza" proprio come "non conoscenza", e sono convinto che conoscere sia sempre meglio che non conoscere. Continuo ad avere la netta impressione che tu stia sostenendo qualcosa che poi in realtà nella tua vita non fai, quantomeno da quello che scrivi qui.

Per esempio, racconti di emozionarti all'ascolto di Strange Fruit, e questo è normale. E' una canzone meravigliosa che Billie Holiday ha sempre interpretato in maniera struggente ed appassionata. Mi sembra che possiamo concordare che chiunque ascolti quella canzone, anche senza conoscerne il testo e la storia, ne possa essere emozionato. Ma puoi forse negare che conoscere il contesto in cui quella canzone è nata aggiunga nuovi piani di comprensione ed apprezzamento di quell'opera d'arte? Non pensi che sapere cosa fossero quegli "strange fruit" non tolga assolutamente nulla alla bellezza e comunicatività di quella melodia e di quel canto, e che anzi aiuti ad entrare ancor più in empatia con ciò di cui la canzone parla? Ed infatti dell'importanza del legame del jazz con la storia degli afroamericani hai parlato lungamente in altre discussioni: forse che la conoscenza della storia afroamericana ha in qualche modo compromesso il tuo modo di apprezzare il jazz? Credo proprio di no, di sicuro non è così per me. Anzi, sono sicuro che è il contrario, la conoscenza della storia e del contesto in cui la musica che ami è nata con ogni probabilità ti ha dato conferme e modo di capire almeno in parte perché quella musica ti aveva toccato il cuore in maniera così intensa.

Hai ragione, la capacità di leggere ci espone ad una mole enorme di stupidaggini, quando non proprio di brutture, e questo è particolarmente vero in quest'epoca di comunicazione più di quantità che di qualità. Ma proprio per questo non possiamo permetterci l'errore di disprezzare la conoscenza "per se", al contrario dobbiamo impegnarci per aggiungere più qualità possibile in questo oceano di parole.

Io penso che nel nostro piccolo qui cerchiamo di fare questo, e nella maggior parte dei casi ci riesce anche bene.

C'è solo un modo in cui intendo positivamente la parola "ignoranza", ed ha a che vedere invece con la constatazione che siamo tutti ignoranti di qualcosa. Anzi, sono molte, molte, molte di più le cose che non sappiamo di quelle che sappiamo, ma questa per me è una formidabile molla a desiderare di conoscere quanto più possibile quello che mi circonda, con tutti i mezzi di cui la natura umana mi ha dotato, e questo include sia la speculazione intellettuale che la contemplazione della bellezza. Le due cose non sono necessariamente legate, ma se vanno a braccetto si supportano a vicenda.
Taylor X-Lite - AR Resonance MC 40/8 Monette B6S1 Prana 17/84 B4LS S1 Prana 21/81
"Non suonare come un trombettista, suona come un cantante!" A. Giuffredi

Lozza Gang Band

Lozza Gang Band su Facebook