Author Topic: chi utilizza trombe vintage abitualmente? professionisti e non......  (Read 544 times)

0 Members and 1 Guest are viewing this topic.

Offline bicho

  • Solista
  • *****
  • Posts: 1454
  • Reputazione dell'utente: +25/-1
  • Gender: Male
Re: chi utilizza trombe vintage abitualmente? professionisti e non......
« Reply #30 on: February 21, 2021, 12:17:05 PM »
Ma io che so na pippa, ho trovato Martin
E blessing due scaldabagni quindi sgombriamo
Anche il campo che tutte le vintage suonino vintage. Al di là
Del discorso manico diciamo che molte trombe del passato vivono di leggenda.

Non ho mai provato Martin e Blessing Super Artist (credo ti riferissi a questa), ma devo dire che la Conn 38B è fra le 2-3 trombe che mi strapento di aver venduto... Aveva tutto: timbro unico, meccanica eccellente, facilità di emissione, fascino. Se proprio dovessi trovarle un difetto, il peso, anche se comunque è ben bilanciata. La mia era del '69.
Chissà, forse.un giorno ne riprenderò una (sperando poi che sia uguale...)

Yamaha 8310ZS
Laskey 65*

Offline Zosimo

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 8794
  • Reputazione dell'utente: +159/-3
  • Gender: Male
Re: chi utilizza trombe vintage abitualmente? professionisti e non......
« Reply #31 on: February 21, 2021, 12:19:43 PM »
Io ne ho avute 4/5 di 38b, sempre fine 50 o primi
60, ma nulla. Suono e resto bellissimo,
Ma non sono capace a soffiarci dentro e mi si tappava
Prima o poi vorrei mettere le mani
Su una 8b, visto che ne parlano tutti
Benissimo anche se non è semplicissima da trovare
Tromba: Quella che capita
Bocchino: Almonzinni Revolution

Se non sai cos'è, allora stai slottando, amico mio.
Su questo forum, gli armonici sono talmente vicini  che tra un po' trombano.
L'anima del cambiar tromba ogni 2 giorni è sempre stato il desiderio e non il bisogno.  Bocchini per le note acute in realtà esistono, ma funzionano solo con gli acutisti

Offline fcoltrane

  • Acutista
  • ******
  • Posts: 2361
  • Reputazione dell'utente: +11/-1
Re: chi utilizza trombe vintage abitualmente? professionisti e non......
« Reply #32 on: February 21, 2021, 12:35:11 PM »
Pensavo di essere forte ed invece la mia mente è labile sono bastate poche parole e già risuona nella mia mente una parola Conn e poi la mia data di nascita 69 😂😂😂

Offline Zosimo

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 8794
  • Reputazione dell'utente: +159/-3
  • Gender: Male
Re: chi utilizza trombe vintage abitualmente? professionisti e non......
« Reply #33 on: February 21, 2021, 01:14:07 PM »
Ti piace il jazz anni 50
E non hai una conn, Martin o olds?
Scusami, ma sei una pippa ar sugo
A meno che dici che ti piace, ma in realtà
Ascolti liscio :)
Tromba: Quella che capita
Bocchino: Almonzinni Revolution

Se non sai cos'è, allora stai slottando, amico mio.
Su questo forum, gli armonici sono talmente vicini  che tra un po' trombano.
L'anima del cambiar tromba ogni 2 giorni è sempre stato il desiderio e non il bisogno.  Bocchini per le note acute in realtà esistono, ma funzionano solo con gli acutisti

Offline fcoltrane

  • Acutista
  • ******
  • Posts: 2361
  • Reputazione dell'utente: +11/-1
Re: chi utilizza trombe vintage abitualmente? professionisti e non......
« Reply #34 on: February 21, 2021, 01:53:49 PM »
La Olds non la conosco la martin non mi fa impazzire la conn invece un po’ mi intriga perché spesso ho ascoltato musicisti riuscire a suonare in maniera agile con il timbro tendente allo scuro

Offline Zosimo

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 8794
  • Reputazione dell'utente: +159/-3
  • Gender: Male
Re: chi utilizza trombe vintage abitualmente? professionisti e non......
« Reply #35 on: February 21, 2021, 02:28:55 PM »
 Vero . Prima che tutto diventasse monettoso
Il suono era connettoso. Se riesci a suonarla
È il suono più bello che ci sia . Già partendo da una student
17/18b.
Tromba: Quella che capita
Bocchino: Almonzinni Revolution

Se non sai cos'è, allora stai slottando, amico mio.
Su questo forum, gli armonici sono talmente vicini  che tra un po' trombano.
L'anima del cambiar tromba ogni 2 giorni è sempre stato il desiderio e non il bisogno.  Bocchini per le note acute in realtà esistono, ma funzionano solo con gli acutisti

Offline Mar

  • Prima Tromba
  • ****
  • Posts: 633
  • Reputazione dell'utente: +6/-0
Re: chi utilizza trombe vintage abitualmente? professionisti e non......
« Reply #36 on: February 21, 2021, 02:43:16 PM »

Sarebbe interessante conoscere l'opinione di Tony (che se non ricordo male ha avuto anche una 6b victor) sulle scelte costruttive di Conn (che all'epoca era all'avanguardia) e sugli apparenti controsensi riguardanti la qualità del suono e il canneggio 0,438

Offline Zosimo

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 8794
  • Reputazione dell'utente: +159/-3
  • Gender: Male
Re: chi utilizza trombe vintage abitualmente? professionisti e non......
« Reply #37 on: February 21, 2021, 03:08:03 PM »
Beh Masaniello prima
Che smettesse di suonare
Era un grande cultore delle conn.
Tromba: Quella che capita
Bocchino: Almonzinni Revolution

Se non sai cos'è, allora stai slottando, amico mio.
Su questo forum, gli armonici sono talmente vicini  che tra un po' trombano.
L'anima del cambiar tromba ogni 2 giorni è sempre stato il desiderio e non il bisogno.  Bocchini per le note acute in realtà esistono, ma funzionano solo con gli acutisti

Offline anrapa

  • Administrator
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 14217
  • Reputazione dell'utente: +210/-0
  • Gender: Male
    • AR Resonance Website
Re: chi utilizza trombe vintage abitualmente? professionisti e non......
« Reply #38 on: February 21, 2021, 06:09:08 PM »
In effetti fino ad una decina di anni fa (o forse persino di più) collezionavo Conn di vario tipo, fra queste ho avuto una marea di 38B, 38A, 36B, 28A, Victor 6A etc.
Se le collezionavo era perché mi piacevano e, come è giusto che sia, mi piacciono ancora oggi.
Ho ancora una 38B dei primi anni '60 o forse del 59, non mi ricordo bene.
Ho compulsato il sito di Conn Loyalist per anni e avendo una familiarità notevole con l'inglese mi rendo conto quanto spesso quello che viene riportato nei forum sono delle traduzioni fatte con google o poco più, spesso piene di misunderstanding sul genere dei false friends.
Conn ha una storia di ben più di un secolo e ha avuto un impatto enorme sull'industria, sia nel ramo student che in quello professionale, alcuni modelli sono diventati iconici grazie ai tanti miti che li hanno pubblicizzati (la marchetta esisteva allora come esiste oggi, la storia si ripete ma è anche giusto che sia così).

Personalmente penso che alcuni di questi modelli siano degli evergreen che hanno delle caratteristiche che nessuna altra ditta è riuscita a replicare, nonostante i tanti tentativi. (tralasciamo gli esperimenti volti solo a copiare l'aspetto esteriore, quelli sono spesso ben fatti)
Io adoro in particolare il feeling che ha la 38B, quel canneggio stretto che oltre un certo volume cambia totalmente feeling e sembra aprire più di una tromba larga moderna.
E' una sensazione difficile da spiegare a parole ma in pratica sembra che oltre una certa sollecitazione il metallo "si sgranchisca" e il tipico timbro nasale cambia radicalmente.
Forse perché essendo uno strumento pesante e con il canneggio piccolo fatica ad andare in risonanza e deve essere molto sollecitato?
L'esempio più classico è Maynard Ferguson nel video con la big band ungherese, quando suona Maria o Somewhere.

Da un punto di vista tecnico direi che è uno strumentaccio, perché non è per niente uniforme come timbro e retro pressione, trombe da poche centinaia di euro sono molto più facili e prevedibili.
Se però cerchi quel feeling, quel timbro, non c'è nient'altro al mondo che reagisce in quel modo, eccetto la Monette 993 (e solo quella, ne ho provate tante, di tutti i modelli, annate, finiture, prana, non prana etc).
Quindi è uno strumentaccio e basta? No, è come una F40, cerca di ammazzarti ad ogni curva, non hai l'autoradio, non hai l'aria condizionata, fa 2 al litro e 600 decibel in scalata, però solo lei è così.
Io ho un macchinone SUV di quelli moderni, super tecnologici: comodo, poltrone Windsor, maggiordomo, massaggio, guida da sola, parcheggia, fa la carbonara e cambia la sabbietta ai 4 gatti che ho.
Bella da morire da vedere da fuori, cerchi da 20 pollici, pinze dei freni nere, tutta tamarrata, una cosa che fa girare tutti per strada.
Dentro però sei isolato, non senti neanche il motore, le sospensioni elettroniche la tengono in strada come neanche la BMW M che avevo prima si poteva permettere.
Bellissima? Si.
Meglio della F40?
Se devo fare 800km di seguito con il SUV arrivo più rilassato di quando sono partito, con l'F40 non arrivo neanche dal benzinaio che ho già le ossa rotte.
Però se devo sognare un'auto sogno l'F40.

Ecco, la Connstellation 38B è una di quelle trombe, peraltro non costa come un'F40 quindi è uno strumentone, rapporto godimento/prezzo alle stelle.

Fine prima parte.

Seconda parte, la valutazione tecnica:
si fa un gran parlare dell'iperbolica qualità dei macchinari Conn. Per l'epoca facevano paura, a quanto si può leggere, soprattutto per l'industria degli strumenti musicali, ma se vi fate un giro su YouTube e vedete le fabbriche Taiwanesi vi renderete conto che danno una pista anche alla Yamaha.
Le tolleranze che si raggiungono oggi sono straordinariamente migliori di quelle di 60 anni fa, non mi fate rifare il discorso del romanticismo Vs tecnologia.

Se fosse vero che all'epoca i macchinari erano migliori di oggi come può essere che per trovare una Conn buona devi munirti di lanternino, lista dei numeri di serie "buoni" etc?
Ce ne sono un mucchio che sono ben sotto lo standard, ce ne sono alcune che sono straordinarie.
Ma dobbiamo fare pace con noi stessi: o le macchine marziane fanno prodotti marziani o, FORSE, i macchinari non erano così spaziali rispetto a quello che si può fare oggi e, soprattutto, la parte artigianale del processo ha un'incidenza maggiore di quanto vogliamo credere.
Anche in una fabbrica i pezzi vanno assemblati con una certa cura: sono iscritto in un gruppo privato su FB per costruttori e riparatori, dentro ci sono tutti quelli del Gotha ed è straordinariamente interessante leggere quello che scrivono e, soprattutto, le foto che pubblicano (che purtroppo non posso girarvi perché c'è l'espresso divieto di non divulgarle pena l'espulsione dal gruppo).

Ebbene, si vedono certe cose che fanno rizzare i capelli in testa (a me poco solo per penuria di materia prima).
Marchi famosissimi con decine di anni (o secoli) di storia tirano fuori strumenti all'apparenza perfetti che appena li smonti per ripararli fanno uscire fuori magagne da Guiness.
Tubi ovalizzati se non direttamente schiacciati, crepe lunghe centimetri, ricevitori dei bocchini saldati storti, troppo dentro o troppo fuori di millimetri, chilate di stagno per riempire gli spazi di pezzi che non sono neanche lontanamente parenti.

Lungi da me insinuare che le Conn soffrano degli stessi problemi, per lo meno dovrei smontarne qualcuna per vedere come stanno veramente le cose, ma se non ci sono due strumenti uguali le differenze da qualche parte devono stare.
Oggi come oggi sono poche le fabbriche strutturate per costruire strumenti genuinamente "identici" al modello ideale, i nomi sono i soliti, Yamaha in testa.

Poi questo non significa che uno strumento di 60-80 anni fa non sia fatto bene, o che non sia valido da un punto di vista dell'intonazione o tecnico in generale.

Distinguerei infine (così limitiamo a 3 ore il tempo di lettura del post...) il concetto di ben fatto con "al passo coi tempi": i gusti cambiano, le aspettative di un musicista variano, le tecniche le suonare variano nel corso dei decenni e quello che era considerato il non plus ultra 60 anni fa oggi può risultare antiquato, tanto quanto i 478 Cv della F40 rispetto agli oltre 1000 della Model S della Tesla.
Magari all'epoca suonare con un .438 andava bene e piaceva, oggi limiterebbe l'emissione della maggior parte dei trombettisti, abituati a suonare almeno un .460.
E' innegabile però che è più facile avere una gamma dinamica e una costanza nel timbro con canneggi più grandi e, usando una "tecnica moderna" del suonare la tromba il .438 risulta limitante per volume, flessibilità e articolazione dei suoni.

Dobbiamo buttare via la discografia di Chet Baker? No
Dobbiamo suonare solo trombe moderne? No
Dobbiamo fare guerre di religione fra vintage e moderno? No
Dobbiamo farci furbi e studiare di più con lo strumento? Si!!!!!

:D
AR Resonance

Trombe e Bocchini AR Resonance
Tornio a mano nel retro della carrozzeria di mio fratello
Bulini del Penny Market
Pulimentatrice dello sfasciacarozze
Laurea in Youtube
Master in "a mano è meglio che CNC"

Offline bicho

  • Solista
  • *****
  • Posts: 1454
  • Reputazione dell'utente: +25/-1
  • Gender: Male
Re: chi utilizza trombe vintage abitualmente? professionisti e non......
« Reply #39 on: February 21, 2021, 07:04:53 PM »
Io ho un macchinone SUV di quelli moderni, super tecnologici: comodo, poltrone Windsor, maggiordomo, massaggio, guida da sola, parcheggia, fa la carbonara e cambia la sabbietta ai 4 gatti che ho.
Bella da morire da vedere da fuori, cerchi da 20 pollici, pinze dei freni nere, tutta tamarrata, una cosa che fa girare tutti per strada.

ahahah... ti vedo mentre, invece di far gavetta, giri a passo d'uomo per le strade di Nole col gomito fuori e il reggaeton a manetta... :D


Dobbiamo buttare via la discografia di Chet Baker? No
Dobbiamo suonare solo trombe moderne? No
Dobbiamo fare guerre di religione fra vintage e moderno? No
Dobbiamo farci furbi e studiare di più con lo strumento? Si!!!!!

:D

AMEN
Yamaha 8310ZS
Laskey 65*

Offline anrapa

  • Administrator
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 14217
  • Reputazione dell'utente: +210/-0
  • Gender: Male
    • AR Resonance Website
Re: chi utilizza trombe vintage abitualmente? professionisti e non......
« Reply #40 on: February 21, 2021, 07:19:21 PM »
"In zona rossaaaaa, con le pinze rosseeeeee"
Negli ultimi 12 mesi chi Km ne ho fatti davvero pochi. :(
Le gavette le faccio in acciaio dal pieno, con la fresa. Valgono come punti esperienza?
AR Resonance

Trombe e Bocchini AR Resonance
Tornio a mano nel retro della carrozzeria di mio fratello
Bulini del Penny Market
Pulimentatrice dello sfasciacarozze
Laurea in Youtube
Master in "a mano è meglio che CNC"

Offline bicho

  • Solista
  • *****
  • Posts: 1454
  • Reputazione dell'utente: +25/-1
  • Gender: Male
Re: chi utilizza trombe vintage abitualmente? professionisti e non......
« Reply #41 on: February 21, 2021, 07:21:53 PM »
Solo se è fresa a mano!
Yamaha 8310ZS
Laskey 65*

Offline anrapa

  • Administrator
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 14217
  • Reputazione dell'utente: +210/-0
  • Gender: Male
    • AR Resonance Website
Re: chi utilizza trombe vintage abitualmente? professionisti e non......
« Reply #42 on: February 21, 2021, 07:23:37 PM »
Fresa a mano, fresa di villano?
AR Resonance

Trombe e Bocchini AR Resonance
Tornio a mano nel retro della carrozzeria di mio fratello
Bulini del Penny Market
Pulimentatrice dello sfasciacarozze
Laurea in Youtube
Master in "a mano è meglio che CNC"

Offline bicho

  • Solista
  • *****
  • Posts: 1454
  • Reputazione dell'utente: +25/-1
  • Gender: Male
Re: chi utilizza trombe vintage abitualmente? professionisti e non......
« Reply #43 on: February 21, 2021, 07:43:25 PM »
Ecco, impara qualcosa:
https://youtu.be/_dfHDtCueRA

;D
Yamaha 8310ZS
Laskey 65*

Offline fcoltrane

  • Acutista
  • ******
  • Posts: 2361
  • Reputazione dell'utente: +11/-1
Re: chi utilizza trombe vintage abitualmente? professionisti e non......
« Reply #44 on: February 21, 2021, 07:56:44 PM »
pepperò  sbellicars   in fin dei conti la manualità premia sempre......
è un fatto noto che l'innovazione quando c'è la manualità serve a poco o niente.
da domani tutti a raspar la parte interna.........