Author Topic: Rudy Muck  (Read 42 times)

0 Members and 1 Guest are viewing this topic.

Offline Zosimo

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 8448
  • Reputazione dell'utente: +159/-3
  • Gender: Male
Rudy Muck
« on: February 22, 2021, 11:40:41 AM »
Ragazzi, che mi dite di questi boccagli? sono vintage jazz? potrebbero farmi ricreare
quel suono chewie and smokey brassy da locale sulla 52esima?
il primo che mi dice: MON, amico mio non è il bocchino , ma lo studio ecc ecc lo banno.
A ognuno i suoi feticismi.
Tromba: Quella che capita
Bocchino: Almonzinni Revolution

Se non sai cos'è, allora stai slottando, amico mio.
Su questo forum, gli armonici sono talmente vicini  che tra un po' trombano.
L'anima del cambiar tromba ogni 2 giorni è sempre stato il desiderio e non il bisogno.  Bocchini per le note acute in realtà esistono, ma funzionano solo con gli acutisti

Online trumpet jazz

  • Seconda Tromba
  • ***
  • Posts: 217
  • Reputazione dell'utente: +3/-0
Re: Rudy Muck
« Reply #1 on: February 22, 2021, 08:36:52 PM »
I bocchini Rudy Muck  venivano usati anche in ambito “classico”, per citare due tipi a caso, nel 1972 Maurice André usava un Rudy Muck 7E sul trombino, mentre Timofei Dokshizer utilizzò (tra gli altri) il 7E sulla tromba. Non so in ambito jazz che diffusione abbiano avuto, lascio la parola agli esperti.

Offline Zosimo

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 8448
  • Reputazione dell'utente: +159/-3
  • Gender: Male
Re: Rudy Muck
« Reply #2 on: February 22, 2021, 08:48:43 PM »
Allora non fanno per me. Grazie
Tromba: Quella che capita
Bocchino: Almonzinni Revolution

Se non sai cos'è, allora stai slottando, amico mio.
Su questo forum, gli armonici sono talmente vicini  che tra un po' trombano.
L'anima del cambiar tromba ogni 2 giorni è sempre stato il desiderio e non il bisogno.  Bocchini per le note acute in realtà esistono, ma funzionano solo con gli acutisti