Author Topic: aumentare la propria estensione e suono  (Read 206 times)

0 Members and 1 Guest are viewing this topic.

Offline fcoltrane

  • Acutista
  • ******
  • Posts: 2361
  • Reputazione dell'utente: +11/-1
aumentare la propria estensione e suono
« on: April 06, 2021, 08:09:37 PM »
Una domanda per avere una idea di prospettiva.
Quando avete imparato a suonare il registro acuto dello strumento avevate immediatamente un bel suono anche su quella parte o notavate una differenza rispetto al registro medio o basso?

Questa mattina provavo a suonare e studiare un po di fessibilità di labbro provando a passare rapidamente da un armonico all'altro (una sorta di trillo di labbro anche se eseguito purtroppo molto lentamente
.....ancora non può definirsi trillo  al limite trillino.... ;D)
Con mia sorpresa più provavo a salire più salivo tanto che ad un certo punto sono riuscito a suonare alcuni armonici che neanche conoscevo.
(con la somma felicità dei miei vicini perchè la Suprema a campana libera è davvero una arma di distruzione di massa)
Il problema però è che il suono prodotto era tendenzalmente strizzato  se paragonato alle prime due ottave dello strumento.
Quindi voi come avete fatto ?
avete prima imparato a produrre i suoni della terza ottava  e solo poi a migliorarli aprendo il suono?
 o nel momento in cui sentite che il suono cambia vi siete fermati e non siete andati oltre?
ogni intervento è gradito



Offline Mar

  • Prima Tromba
  • ****
  • Posts: 633
  • Reputazione dell'utente: +6/-0
Re: aumentare la propria estensione e suono
« Reply #1 on: April 06, 2021, 08:28:29 PM »
Per quanto riguarda la mia esperienza, è tutto un divenire. Non solo il suono, ma anche l'imboccatura, l'emissione, tutto. Ogni volta che guadagnavo qualcosa in alto cambiava a cascata anche quello che facevo nei registri più bassi, in meglio. È un insegnamento che ti dà la tromba stessa. Quando arrivi a suonare con scioltezza note che fino alla settimana prima facevi con fatica, significa che il corpo è pronto e il cervello ha capito quali adattamenti apportare. E quegli adattamenti vanno a migliorare tutto quello che era il tuo range di prima

Offline Zosimo

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 8794
  • Reputazione dell'utente: +159/-3
  • Gender: Male
Re: aumentare la propria estensione e suono
« Reply #2 on: April 06, 2021, 08:32:48 PM »
Un vaso di Pandora. Se padroneggi
I pedali farai anche fischioni decenti.
Poi dipende dove vuoi arrivare.
Ci sono mille impostazioni e 3000 faide.
Una nota ce l'hai, (ma lo sai dal sax)
Quando la prendi sempre anche stanco bella piena
Gli strilli dei maiali non servono a nulla. Poi che dire
È una questione spinosa, ma molti che ti dicono che prendono
I bisacuti, so acuti che già saperli fare decentemente è un lungo lavoro.
Tromba: Quella che capita
Bocchino: Almonzinni Revolution

Se non sai cos'è, allora stai slottando, amico mio.
Su questo forum, gli armonici sono talmente vicini  che tra un po' trombano.
L'anima del cambiar tromba ogni 2 giorni è sempre stato il desiderio e non il bisogno.  Bocchini per le note acute in realtà esistono, ma funzionano solo con gli acutisti

Offline bicho

  • Solista
  • *****
  • Posts: 1454
  • Reputazione dell'utente: +25/-1
  • Gender: Male
Re: aumentare la propria estensione e suono
« Reply #3 on: April 06, 2021, 08:34:38 PM »
Perché, esiste una terza ottava nella tromba?

Scherzi a parte, di solito il consiglio è quello di non forzare, ma consolidare bene il registro già acquisito e salire per semitoni.

Yamaha 8310ZS
Laskey 65*

Offline Zosimo

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 8794
  • Reputazione dell'utente: +159/-3
  • Gender: Male
Re: aumentare la propria estensione e suono
« Reply #4 on: April 06, 2021, 08:36:49 PM »
Un consiglio difficile da mettere in atto, ma utile
Pensale in orizzontali non verticali
Altrimenti ti chiudi prima di arrivarci.
A me ha aiutato.
Tromba: Quella che capita
Bocchino: Almonzinni Revolution

Se non sai cos'è, allora stai slottando, amico mio.
Su questo forum, gli armonici sono talmente vicini  che tra un po' trombano.
L'anima del cambiar tromba ogni 2 giorni è sempre stato il desiderio e non il bisogno.  Bocchini per le note acute in realtà esistono, ma funzionano solo con gli acutisti

Offline fcoltrane

  • Acutista
  • ******
  • Posts: 2361
  • Reputazione dell'utente: +11/-1
Re: aumentare la propria estensione e suono
« Reply #5 on: April 06, 2021, 09:31:10 PM »
grazie per le risposte .
per me è solo per avere una idea di prospettiva nello studio.
perchè tutte le note che ho suonato oggi non le padroneggio manco per niente.
(in realtà stamattina dopo questo studio di flessibilità mi ero già montato la testa)......pensavo di arpeggiare gli accordi sino alla undicesima con facilità ed invece non è così purtroppo perchè è bastato suonare un tema molto semplice in a sentimental mood e la nota più acuto che è  un fa nel pentagramma già presentava delle differenze che non mi piacevano per nulla (ed infatti poi controllando con l'accordatore era crescente).

Non mi riferivo  ai  sovracuti  che non mi interessano ma solo alle  note sopra il do acuto sino al fa.
in questa vita se riesco a suonare una scala di fa su due ottave sarò felice.
(ed oggi già al si o al do ho qualche difficoltà)


Con il  sax ho fatto lo stesso procedimento ma lo considero un procedimento tortuoso, perchè ero in grado di suonare sino a tre ottave ma il suono sul registro acuto è stato per anni una tragedia.....
torno al mio Clarke quotidiano  :-[ :-[

Ho capito che riuscirò a padroneggiare il do acuto solo quando sarò in grado di suonare tutto il primo studio del Clarke con un unico respiro.
(vedremo  nei prossimi mesi se ci saranno progressi ).








Offline Mar

  • Prima Tromba
  • ****
  • Posts: 633
  • Reputazione dell'utente: +6/-0
Re: aumentare la propria estensione e suono
« Reply #6 on: April 07, 2021, 12:28:15 PM »
Io credo che sia giusto farsi domande e analizzare il tutto, ma forse per certe cose bisognerebbe anche forzarsi a fare qualche pass indietro. Mi spiego: metti in mano la tromba a un ragazzino...lui suona le note che riesce a suonare con il miglior suono che riesce a esprimere in quel momento. Se c'è un po di predisposizione... con gli esercizi giusti e una buona guida piano piano migliora. Non si fonde la testa proiettandosi nel futuro... non si chiede quanto tempo ci metterà a fare questo o quello.
Leggo spesso che la tromba è uno strumento difficile perché bisogna andare contro l'istinto... e in parte è vero... ma ritengo anche che la tromba stessa sia un ottimo insegnante.
Se hai anche solo un pizzico di predisposizione, i motivi per cui alcune cose ti risultano difficili possono essere 2:
1) stai sbagliando qualcosa (imboccatura... emissione...)
2) stai forzando i tempi
Se fai le cose giuste (e nonostante tutte le discussioni, ci sono tanti modi diversi per fare la cosa giusta) il tempo ti porta automaticamente a migliorare tutti gli aspetti.
Ci vuole tanto impegno e dedizione, ma qui dentro nessuno ha mai pensato nulla di diverso.
Credo che la "trappola" da evitare, quando ci si avvicina alla tromba da adulti  sia proprio quella del proiettarsi continuamente nel futuro e analizzare ogni minuto il tuo livello (oggi questa nota l'ho presa sono bravo... oggi questa nota non l'ho presa faccio schifo).
Poi il discorso diventa lungo... ma il primo nemico del trombettista sono i suoi pensieri sul suonare la tromba

Offline fcoltrane

  • Acutista
  • ******
  • Posts: 2361
  • Reputazione dell'utente: +11/-1
Re: aumentare la propria estensione e suono
« Reply #7 on: April 07, 2021, 02:25:16 PM »
nel mio caso il problema è quando mi monto la testa e non ho più i piedi per terra...
in questi momenti di esaltazione (rari per fortuna) viene a mancare del tutto il senso critico.
 :-[ :-[


Offline Norman

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 3872
  • Reputazione dell'utente: +89/-0
  • Gender: Male
    • Lozza Gang Band
Re: aumentare la propria estensione e suono
« Reply #8 on: April 08, 2021, 06:25:36 AM »
Capisco bene il tuo stato d’animo, perché anche per me è stato tutto un susseguirsi di momenti di “breakthrough” in cui mi sembrava di aver svoltato e momenti di ritorno coi piedi per terra per la constatazione che quel breakthrough mi poneva di fronte a nuove difficoltà che neanche pensavo di avere. Penso che questo dipendesse in buona parte dal mio percorso tortuoso, ma probabilmente è anche normale.

Detto questo, per me l’aumento dell’estensione è sempre iniziato con una qualche forma di “esplorazione”, molto spesso forzando. È giusto fare così? Non ne sono sicuro, ma penso che combattere la curiosità generata da questo strumento sia difficile e forse controproducente...

Però se devo dire come penso che funzioni la cosa ripeto che l’estensione non si costruisce andando a forzare oltre il limite, ma con il lavoro di qualità molto prima del limite. I più grandi progressi quanto ad estensione sono sempre stati conseguenza di progressi fatti nel lavoro sulla tecnica di base nel registro medio e basso. L’estensione conquistata in questa maniera è sempre stata accompagnata da una buona qualità del suono.

Al contrario l’estensione conquistata a discapito del suono per me è sempre risultata essere effimera, fondamentalmente un vicolo cieco.
Taylor X-Lite - AR Resonance MC 40/8 Monette B6S1 Prana 17/84 B4LS S1 Prana 21/81
"Non suonare come un trombettista, suona come un cantante!" A. Giuffredi

Lozza Gang Band

Lozza Gang Band su Facebook

Offline gigispermaloso

  • Solista
  • *****
  • Posts: 1882
  • Reputazione dell'utente: +22/-1
  • Gender: Male
Re: aumentare la propria estensione e suono
« Reply #9 on: April 08, 2021, 09:36:31 AM »
Condivido immagine sul tema..

Tromba? Si, grazie

For those who like this kind of music, this kind of music they will like...

Offline Zosimo

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 8794
  • Reputazione dell'utente: +159/-3
  • Gender: Male
Re: aumentare la propria estensione e suono
« Reply #10 on: April 08, 2021, 10:07:54 AM »
E visto che ci siamo il metodo.
Come quello che comprai io: fai i fischioni
In 10 minuti.
Tromba: Quella che capita
Bocchino: Almonzinni Revolution

Se non sai cos'è, allora stai slottando, amico mio.
Su questo forum, gli armonici sono talmente vicini  che tra un po' trombano.
L'anima del cambiar tromba ogni 2 giorni è sempre stato il desiderio e non il bisogno.  Bocchini per le note acute in realtà esistono, ma funzionano solo con gli acutisti

Offline bicho

  • Solista
  • *****
  • Posts: 1454
  • Reputazione dell'utente: +25/-1
  • Gender: Male
Re: aumentare la propria estensione e suono
« Reply #11 on: April 08, 2021, 12:48:07 PM »
Condivido immagine sul tema..



🤣🤣 Bellissima!
Yamaha 8310ZS
Laskey 65*

Offline bicho

  • Solista
  • *****
  • Posts: 1454
  • Reputazione dell'utente: +25/-1
  • Gender: Male
Re: aumentare la propria estensione e suono
« Reply #12 on: April 08, 2021, 12:50:29 PM »
Per restare in tema:

Yamaha 8310ZS
Laskey 65*

Offline fcoltrane

  • Acutista
  • ******
  • Posts: 2361
  • Reputazione dell'utente: +11/-1
Re: aumentare la propria estensione e suono
« Reply #13 on: April 08, 2021, 01:11:15 PM »
 sbellicars sbellicars sbellicars
 sbellicars sbellicars
pur riconoscendo il valore indubbio delle foto è più forte di me
e poi c'è pure il detto : un bocchino al giorno leva il medico di torno..............................

...........................................
o era la mela.....................o era il tornio..................

Offline fcoltrane

  • Acutista
  • ******
  • Posts: 2361
  • Reputazione dell'utente: +11/-1
Re: aumentare la propria estensione e suono
« Reply #14 on: April 08, 2021, 01:24:45 PM »
Capisco bene il tuo stato d’animo, perché anche per me è stato tutto un susseguirsi di momenti di “breakthrough” in cui mi sembrava di aver svoltato e momenti di ritorno coi piedi per terra per la constatazione che quel breakthrough mi poneva di fronte a nuove difficoltà che neanche pensavo di avere. Penso che questo dipendesse in buona parte dal mio percorso tortuoso, ma probabilmente è anche normale.

Detto questo, per me l’aumento dell’estensione è sempre iniziato con una qualche forma di “esplorazione”, molto spesso forzando. È giusto fare così? Non ne sono sicuro, ma penso che combattere la curiosità generata da questo strumento sia difficile e forse controproducente...

Però se devo dire come penso che funzioni la cosa ripeto che l’estensione non si costruisce andando a forzare oltre il limite, ma con il lavoro di qualità molto prima del limite. I più grandi progressi quanto ad estensione sono sempre stati conseguenza di progressi fatti nel lavoro sulla tecnica di base nel registro medio e basso. L’estensione conquistata in questa maniera è sempre stata accompagnata da una buona qualità del suono.

Al contrario l’estensione conquistata a discapito del suono per me è sempre risultata essere effimera, fondamentalmente un vicolo cieco.

e si condivido tutto quello che dici è l'ultima frase è proprio l'unica regola che cerco di applicare .
Anche nella scelta dei bocchini.
Se il mio obbiettivo fosse l'estensione il bocchino che dovrei preferire tra tutti non sarebbe certamente il b2 monette.
in questo momento il mio obbiettivo è consolidare le prime due ottave , ogni tanto quando mi monto la testa provo ad andare oltre...... ma per consolidare la terza ottava non so qunto tempo sarà necessario  spero un anno o poco più ma potrei essere troppo ottimista..... :'(