Author Topic: Martin committeee Cousenon fu vera gloria?  (Read 111 times)

0 Members and 1 Guest are viewing this topic.

Offline Zosimo

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 8794
  • Reputazione dell'utente: +159/-3
  • Gender: Male
Martin committeee Cousenon fu vera gloria?
« on: April 07, 2021, 06:23:24 PM »
Noi trombettari, siamo molto fortunati per quanto concerne il prezzo dei nostri strumenti
come sapete si trovano ottime trombe a costi contenuti, soprattutto nel vintage. Già
se vi fate un giro sui sax vintage è da mettersi le mani nei capelli. selmer e non solo da 20.000 euro.
Le uniche eccezioni se non vado errato sono le martin , large bore, ottime condizioni del periodo fine 40, inzio 50
arrivano tranquillamente a 5000 euro cosi per i cuosenon che non arriva a 5000 , ma comunque raggiungono tranquillamente
cifre di un ottimo flicorno nuovo. Ora non vorrei fare l'espertono che smonta i miti ( un cousenon , non l'ho mai provato)
ma diverse Martin sì e non mi hanno mai lasciato a bocca aperta, anzi a volte pistoni ''gnek'', stonatissime e suono nella norma.
Quindi quanto suonano realmente bene (sicuramente alcuni modelli saranno usciti perfetti, ah l'artigianato di gran vaglia) e quanti
sono modelli mediocri che non osiamo per aura divina criticare? quando ( ma è un mio parere) una olds ambassador o special da 2/300 euro, suona
(per meccanica, facilità di emissione e suono)  10 volte meglio? la soggezione psicologica a volte fa disastri. Poi per quanto riguarda la martin , le mie impressioni
potrebbe non valer nulla, vista la mia bravura, ma ho sentiti molti trombettisti anche famosi parlarne non in maniera entusiasmante. Vero che dobbiamo contestualizzare
storicamente e quindi tutta questa storia leggendaria sulla martin nasce da Miles, Chet, Dizzy e moltissimi altri quasi tutti, ma se il motivo fosse un altro per cui le suonavano?
Se i miei dati sono corretti una Martin standard costava qualche decina di dollari in più di un modello student. 190 dollari(la super delux arriva sui 220) contro i 170 della olds special( modello un grandino sopra la student), quando una professionale olds costava oltre i  300 dollari. Quindi non mi sembra peregrino il discorso per cui era cosi gettonata, semplicemente perchè costava poco e se togliamo un Miles figlio di un professionista gli altri jazzman spesso erano con le pezze al culo e non credo che in quegli anni i negozi facessero la  gara per regalare trombe a persone soprattutto afroamericane. Insomma alla fine abbiamo divinizzato uno strumento credendo chissà dietro che disegno alchemico ci fosse sotto e invece il motivo era il vil: ma sai che c'è? per la tromba spedo 170 dollari e con gli altri 100 mi compro un paio di scarpe nuove che queste a momenti è rimasto solo il tacco.
Ps Questo non è un post vintage vs moderne, ma solo una pillola vintage di curiosità per capire dove nascono alcuni miti e perchè i prezzi schizzano cosi in alto.
« Last Edit: April 07, 2021, 06:42:30 PM by Zosimo »
Tromba: Quella che capita
Bocchino: Almonzinni Revolution

Se non sai cos'è, allora stai slottando, amico mio.
Su questo forum, gli armonici sono talmente vicini  che tra un po' trombano.
L'anima del cambiar tromba ogni 2 giorni è sempre stato il desiderio e non il bisogno.  Bocchini per le note acute in realtà esistono, ma funzionano solo con gli acutisti

Offline bicho

  • Solista
  • *****
  • Posts: 1454
  • Reputazione dell'utente: +25/-1
  • Gender: Male
Re: Martin committeee Cousenon fu vera gloria?
« Reply #1 on: April 07, 2021, 06:59:49 PM »
Ecco, adesso compulso una Olds... 😤
Yamaha 8310ZS
Laskey 65*

Offline fcoltrane

  • Acutista
  • ******
  • Posts: 2361
  • Reputazione dell'utente: +11/-1
Re: Martin committeee Cousenon fu vera gloria?
« Reply #2 on: April 07, 2021, 07:14:27 PM »
un po di tempo fa è stato Felice Reggio un musicista straordinario che non ha bisogno di presentazioni che consigliava questo flicorno vintage.
Credo che lo utilizzi anche Dino Rubino ma non sono sicuro e purtroppo non posso chiederglielo perchè non lo vedo da parecchio :'(
certo è che  per l'autorevolezza dei musicisti io una prova la farei .
Non parlo di compulsare perchè il mio cuore è irrimediabilmente perduto con resonance e non c'è spazio per null'altro.......

Offline Zosimo

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 8794
  • Reputazione dell'utente: +159/-3
  • Gender: Male
Re: Martin committeee Cousenon fu vera gloria?
« Reply #3 on: April 07, 2021, 08:04:48 PM »
Il post verteva più sulla martin
Alla fine il coueson ha 2000 modelli
Poi quando la fabbrica brucio non è possibile
Nemmeno datarli bene, ma costano molto meno
Della Martin poi non nego che ci sono modelli
Ottimi, ma il mio punto era un altro.
Per bicho se proprio vuoi provare quello
Che con un' espressione che non mi è mai piaciuta
Chiamano le Martin dei poveri prova la Holton
48( al tempo sembra che la Martin e la Holton collaborassero
Con oggetti in comune). L'ho avuta, bella tromba era del 1947.
Un'altra è la buescher aristocrat pre selmer (1963). Ecco la buescher è una casa strepitosa con strumenti lusso però non se la fila nessuno
Tromba: Quella che capita
Bocchino: Almonzinni Revolution

Se non sai cos'è, allora stai slottando, amico mio.
Su questo forum, gli armonici sono talmente vicini  che tra un po' trombano.
L'anima del cambiar tromba ogni 2 giorni è sempre stato il desiderio e non il bisogno.  Bocchini per le note acute in realtà esistono, ma funzionano solo con gli acutisti

Offline Zosimo

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 8794
  • Reputazione dell'utente: +159/-3
  • Gender: Male
Re: Martin committeee Cousenon fu vera gloria?
« Reply #4 on: April 07, 2021, 08:05:58 PM »
Se non erro il flicorno Yamaha
Bobby shew è la copia del coueson
Di shew fatto come Cristo comanda.
Tromba: Quella che capita
Bocchino: Almonzinni Revolution

Se non sai cos'è, allora stai slottando, amico mio.
Su questo forum, gli armonici sono talmente vicini  che tra un po' trombano.
L'anima del cambiar tromba ogni 2 giorni è sempre stato il desiderio e non il bisogno.  Bocchini per le note acute in realtà esistono, ma funzionano solo con gli acutisti

Online Norman

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 3872
  • Reputazione dell'utente: +89/-0
  • Gender: Male
    • Lozza Gang Band
Re: Martin committeee Cousenon fu vera gloria?
« Reply #5 on: April 07, 2021, 09:36:11 PM »
Mah, secondo me con le trombe vintage il problema è l’incostanza di produzione: trovarne una uguale all’altra non è semplice. Le Martin d’epoca sono celebri per essere generalmente stonate, ma mi pare di ricordare che Tony ne abbia provata una appartenuta a Miles che invece a suo dire era buona... Quindi magari quelle suonare dai grandi erano buone, che fosse perché glie le facevano con particolare cura o perché erano loro a selezionarle con particolare cura poco importa. Il punto è che forse noi proiettiamo l’idea di costanza di produzione delle trombe moderne su strumenti di un’epoca in cui le cose generalmente andavano in maniera diversa.

In sostanza: ha senso dire “le Martin sono buone” piuttosto che “sono stonate”? Probabilmente ognuno di questi strumenti è una storia a sé, molto, molto più di quanto non sia per gli strumenti moderni. Probabilmente c’erano Martin stupende ed altre che erano delle ciofeche. Oggi tutte indistintamente vengono vendute per migliaia di Euro, tanto la maggior parte dei compratori non è in grado di distinguere sono di quelle buone o meno, e forse neanche gli interessa.
Taylor X-Lite - AR Resonance MC 40/8 Monette B6S1 Prana 17/84 B4LS S1 Prana 21/81
"Non suonare come un trombettista, suona come un cantante!" A. Giuffredi

Lozza Gang Band

Lozza Gang Band su Facebook

Offline Zosimo

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 8794
  • Reputazione dell'utente: +159/-3
  • Gender: Male
Re: Martin committeee Cousenon fu vera gloria?
« Reply #6 on: April 07, 2021, 09:50:02 PM »
Non era questo il punto del post.
Comunque le olds hanno costanza di produzione
Come molte altre. sta storia che vuoi fare passare
Tu che cnc è meglio fa molto omologazione
Dei gusti che ha un sapore di globalizzazione liberale
Consumistica. Poi la leggenda delle trombe di Miles
E' un po' come le trombe di Chet in Italia, che Masa l'abbia
Provata mi pare strano. ne dice de balle :)
Tromba: Quella che capita
Bocchino: Almonzinni Revolution

Se non sai cos'è, allora stai slottando, amico mio.
Su questo forum, gli armonici sono talmente vicini  che tra un po' trombano.
L'anima del cambiar tromba ogni 2 giorni è sempre stato il desiderio e non il bisogno.  Bocchini per le note acute in realtà esistono, ma funzionano solo con gli acutisti

Online Norman

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 3872
  • Reputazione dell'utente: +89/-0
  • Gender: Male
    • Lozza Gang Band
Re: Martin committeee Cousenon fu vera gloria?
« Reply #7 on: April 08, 2021, 06:10:39 AM »
“Meglio” in assoluto non è detto, il mondo è pieno di ciofeche fatte al CNC, ma che la tecnologia moderna garantisca costanza di produzione molto superiore è un dato di fatto.

Io personalmente credo che nelle trombe vintage non ci sia niente che non si possa trovare in uno strumento moderno, se non il fascino del vintage... Non ho dubbi che se cerchi bene puoi trovare degli ottimi strumenti, ma ho forti dubbi sul fatto che il gioco valga la candela, al netto del fattore storico.
Taylor X-Lite - AR Resonance MC 40/8 Monette B6S1 Prana 17/84 B4LS S1 Prana 21/81
"Non suonare come un trombettista, suona come un cantante!" A. Giuffredi

Lozza Gang Band

Lozza Gang Band su Facebook

Offline Zosimo

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 8794
  • Reputazione dell'utente: +159/-3
  • Gender: Male
Re: Martin committeee Cousenon fu vera gloria?
« Reply #8 on: April 08, 2021, 07:40:13 AM »
Non sono assolutamente d'accordo,
Ma se la pensi così, pazienza.
Tromba: Quella che capita
Bocchino: Almonzinni Revolution

Se non sai cos'è, allora stai slottando, amico mio.
Su questo forum, gli armonici sono talmente vicini  che tra un po' trombano.
L'anima del cambiar tromba ogni 2 giorni è sempre stato il desiderio e non il bisogno.  Bocchini per le note acute in realtà esistono, ma funzionano solo con gli acutisti

Offline fcoltrane

  • Acutista
  • ******
  • Posts: 2361
  • Reputazione dell'utente: +11/-1
Re: Martin committeee Cousenon fu vera gloria?
« Reply #9 on: April 08, 2021, 08:28:16 AM »
Penso che nella scelta e nella valutazione  dello strumento come del resto del bocchino sia rilevante  il "tipo di tecnica" "il tipo di approccio"  che utilizzi per suonare..........
io sono una schiappa ma è evidente anche a me che c'è stata una certa evoluzione della tecnica trobettistica.
(o forse dovrei dire più correttamente c'è stato un cambiamento nel modo di suonare lo strumento poi ciascuno decide per se se si tratta di cambiamento in positivo o in negativo.)
Basti pensare a quei giganti e al loro modo di suonare e di comprimere aria e labbro, e ad alcuni grandi musicisti di oggi che ottengono risultati favolosi con la "metà dello sforzo".
In realtà non c'è unicità di vedute neanche sui termini che sto utilizzando.
basti pensare al concetto di "sforzo".
per me sforzarsi vuol dire comprimere l'aria come un compressore  ma magari per un altro trombettista che ha una abitudine o attitudine diversa e un approccio diverso sforzarsi può voler dire "trattenersi dall' essere un compressore".
Gli unici parametri oggettivi sono il suono in tutti i suoi elementi .
(ma certamente non si può dare un valore oggettivo  a ciascuno di questi.)
Per questo motivo ci sarà chi preferisce un tipo di tromba e chi un altro ...
Se ne avessi la possibilità proverei tutto e di più ....perchè con gli strumenti musicali è così .....più provi più ti diverti e più ne capisci.....
poi il confronto con altri amici musicisti è fondamentale ed il più delle volte si arriva alle medesime conclusioni......