Author Topic: recensione Resonance Soave  (Read 247 times)

0 Members and 1 Guest are viewing this topic.

Offline fcoltrane

  • Acutista
  • ******
  • Posts: 2838
  • Reputazione dell'utente: +15/-1
recensione Resonance Soave
« on: August 12, 2021, 11:29:48 AM »
Premetto per chi non mi conosce che sono un semplice autodidatta con una certa esperienza di suoni (ho studiato diversi anni il sax ed ora mi avvicino al mondo della tromba con entusiasmo ) .
Alla passione non si comanda e quindi ho acquistato un Flicorno Soprano Resonance "usato " dopo aver assaggiato la Suprema desideravo conoscere anche il flicorno Soave.
La scelta di prendere uno strumento usato è in parte economica (il nuovo costa di più :) ) in parte di " principio ": se puoi acquistare lo strumento dei tuoi eroi fallo.
Così è stato per uno dei miei sax e così è stato per il flicorno.
Voi mi direte ma lo strumento non fa il musicista : e questo è un fatto tristemente vero, (puoi acquistare il bocchino di Coltrane o il sax di Bob Berg ma no suonerai mai come loro.
Però un aspetto è altrettanto certo hai un riferimento solido perché la scelta dello strumento e del bocchino è stata fatta da un musicista straordinario e l'unico limite che incontrerai sarà il tuo limite tecnico perché limiti strumentali non ce ne sono.
Ci sono molti aneddoti che potrei raccontare su setup e strumenti ma posso riassumere dicendo che quando mi   è capitato di provare strumenti di grandi musicisti il più delle volte le loro scelte erano particolarmente  adeguate al modo di suonare.

Questi principi li sto trovando identici anche al mondo della tromba.
Partecipando ad una masterclass di trombettisti  classici ad esempio ho percepito una uniformità di scelte pur nella differenza ed è bastato far provare ad alcuni di loro uno strumento diverso come la Suprema per avere un risultato sonoro radicalmente diverso.
E questo è capitato a prescindere dal livello tecnico (che era relativamente molto alto ed alto) .
Tra i jazzisti (o meglio dovrei dire tra alcuni jazzisti)  questo fenomeno è fortemente mitigato.
Alcuni musicisti riesco infatti ad avere un controllo anche sul timbro del suono ed entro certi limiti riescono a farlo quasi prescindendo dallo strumento, ma a che prezzo?

Questa piccola premessa per far comprendere il mio punto di vista su suono strumento tecnica ecc..
Per riassumere: una schiappa con un grande strumento rimane sempre una schiappa ma ci sono buone probabilità che possa migliorare più velocemente rispetto ad uno strumento fetecchia.
Il principio è sempre lo stesso deve studiare e suonare tanto.
Ma passiamo alla recensione:


Lo strumento si presenta bene pur essendo stato suonato per anni si presenta meglio della mia Suprema che ha meno di un anno di vita.

il colore è brunito come piace a me: io non sono un cultore dell'aspetto estetico degli strumenti ma tra gli strumenti lucidi e quelli bruniti preferisco i secondi.
il peso era la grande incognita : temevo di non poterlo suonare perché più pesante della tromba ed invece mi devo ricredere (non so se è solo una percezione perché ancora non ho pesato entrambi ma mi è sembrato uno strumento più leggero sia rispetto alle trombe sia rispetto al mio flicorno cinese.

in genere ad uno strumento leggero corrisponde un suono leggero qui invece non è così il corpo del suono è molto più concentrato e denso.
E' chiaro che ancora devo prendere la mano perché sento che da schiappa manca nel mio suono tutta una parte di armonici ma già alcune differenze sono evidenti anche a me (ve ne parlerò in seguito quando potrò fare qualche esperimento e confronto).
l'intonazione :
il confronto non lo faccio con il flicorno cinese perché sono due strumenti troppo diversi ed il cinese è insuonabile ma lo faccio con la Suprema.
la differenza è che qui non ci sono le pompe di intonazione (che purtroppo ancora non so usare con profitto) e quindi suonare è molto molto più semplice .
che dire Tony ha fatto un lavoro davvero  straordinario  e questo strumento  ha fatto la mia felicità.

questa recensione si evolverà nel tempo con nuove impressioni e commenti e con nuovi confronti sia con musicisti che con strumenti.

Offline Zosimo

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 9466
  • Reputazione dell'utente: +162/-4
  • Gender: Male
Re: recensione Resonance Soave
« Reply #1 on: August 12, 2021, 11:38:02 AM »
che vuol dire che non ci sono le pompe d'intonazione?
Tromba: Quella che capita
Bocchino: Almonzinni Revolution
Metodo:Zogor
Se non sai cos'è, allora stai slottando, amico mio.
Su questo forum, gli armonici sono talmente vicini  che tra un po' trombano.
L'anima del cambiar tromba ogni 2 giorni è sempre stato il desiderio e non il bisogno.  Bocchini per le note acute in realtà esistono, ma funzionano solo con gli acutisti

Offline fcoltrane

  • Acutista
  • ******
  • Posts: 2838
  • Reputazione dell'utente: +15/-1
Re: recensione Resonance Soave
« Reply #2 on: August 12, 2021, 11:40:09 AM »
dimenticavo  la macchina è veloce e più leggera rispetto alla Suprema sempre molto precisa , forse per l'uso intensivo al quale è stata sottoposta dal precedente proprietario , se fosse un sax direi molto molto sfogato.
la lastra poi mi ha colpito perché succede un fenomeno che mi capita con i miei sax migliori quando viene suonata a regime sembra vibrare tutta.........con grande soddisfazione per chi suona.......

Offline fcoltrane

  • Acutista
  • ******
  • Posts: 2838
  • Reputazione dell'utente: +15/-1
Re: recensione Resonance Soave
« Reply #3 on: August 12, 2021, 11:44:59 AM »
nelle trombe e nel flicorno cinese ci sono le pompe di intonazione (nel flicorno cinese c'è una molla che ha la stessa funzione)
nel Soave invece non devi far nulla se non emettere suono e muovere i pistoni   ;D
per me che sono schiappa  pigra è un ulteriore salto di qualità.
do, do diesis, re, con la tromba è relativamente complicato perché devi correggere l'intonazione con la pompa a velocità poi  :'( :'( :'( :'(
qui invece è molto più semplice

Offline Zosimo

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 9466
  • Reputazione dell'utente: +162/-4
  • Gender: Male
Re: recensione Resonance Soave
« Reply #4 on: August 12, 2021, 11:46:07 AM »
Ah, ha uno stile vintage senza pompe? mi sembra strano, pensavo le avesse.
Tromba: Quella che capita
Bocchino: Almonzinni Revolution
Metodo:Zogor
Se non sai cos'è, allora stai slottando, amico mio.
Su questo forum, gli armonici sono talmente vicini  che tra un po' trombano.
L'anima del cambiar tromba ogni 2 giorni è sempre stato il desiderio e non il bisogno.  Bocchini per le note acute in realtà esistono, ma funzionano solo con gli acutisti

Offline Mar

  • Prima Tromba
  • ****
  • Posts: 662
  • Reputazione dell'utente: +6/-0
Re: recensione Resonance Soave
« Reply #5 on: August 12, 2021, 07:07:40 PM »
Forse Tony le ha nascoste, cerca bene!😁

Sono felice per il tuo nuovo acquisto e un po' ti invidio, ma di quell'invidia buona.

Come ti trovi nel tuo registro abituale di tromba?

Offline fcoltrane

  • Acutista
  • ******
  • Posts: 2838
  • Reputazione dell'utente: +15/-1
Re: recensione Resonance Soave
« Reply #6 on: August 12, 2021, 09:09:31 PM »
  ;D ;D ora  lo chiedo .....
sono andato a controllare i video dove suona Sipiagin per capire se per caso modifica la posizione delle pompe dell'acqua tenendole ad una determinata altezza  (non so come chiamarle ...)  ;D. ed ho lasciato il cannello nello stesso punto dove c'è un segno anche se purtroppo sono stonato ma se il Grande riesce a suonare intonato in quella posizione vuol dire che è quella corretta......ed io mi devo adeguare.

 il mio riferimento è il livello schiappa , ma col flicorno riesco a suonare "tutto " con estrema facilità, oggi ad esempio leggevo una trascrizione del grande Dexter Gordon su Dharn that dream  e riuscivo a suonarla col flicorno , con la tromba non ho la stessa facilità nel senso che non riesco a leggere la musica ho la necessità di ascoltarla per poterla suonare .

Ancora devo studiare tantissimo per poter suonare o propormi ad altri musicisti ma il mio primo obbiettivo è già raggiunto (suonare dei temi semplici su due ottave  ) .
L'unico problema è che non ho dei riferimenti solidi per studiare come con la tromba .
Tra i preferiti ho memorizzato tutti i siti dove trombettisti di alto e buon livello suonano ad esempio le scale maggiori, col flicorno invece c'è molto meno in rete.
(per lo meno per quanto riguarda le basi : scale maggiori, flessibilità Colin ecc....)
per le trascrizioni è diverso .






.

Offline anrapa

  • Administrator
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 14307
  • Reputazione dell'utente: +210/-0
  • Gender: Male
    • AR Resonance Website
recensione Resonance Soave
« Reply #7 on: August 12, 2021, 10:19:20 PM »
Eccomi!
Sul flicorno di Sipiagin manca il trigger perché è uno strumento nato in 3 giorni: ricevo una telefonata il giorno X: “ciao, fra 3 giorni suono a Milano con la Mingus Big Band, non è che mi riesci a preparare il flicorno?”.
Mi sono lanciato nell’impresa e l’ho finito mezz’ora prima di partire per Milano.
Il trigger è composto di molte piccole parti e mi ci è voluta una settimana per disegnarle, prototiparle e produrle in parte a mano, in parte con i macchinari.
Alla fine ho spedito il set dei pezzi a Sipiagin a Long Island, poi è arrivato il COVID.
L’idea era quella di farlo montare a Josh Landress la prima volta che Sipiagin fosse passato da New York per la session settimanale con la Mingus.
Landress ha chiuso per mesi ed è finito in TV perché suonava tutti i giorni il silenzio dal suo balcone a Manhattan.
Nel frattempo Sipiagin aveva diversi dischi da incidere e quindi non poteva mandarmelo per fare l’aggiunta.
Poi ha deciso di vendere casa e di trasferirsi in Italia passando prima qualche mese a Singapore.
Finalmente è arrivato in Italia qualche mese fa e ho atteso fino a quando io avessi fatto il vaccino per poterlo ospitare a casa.
La scorsa settimana è venuto a ritirare il suo nuovo flicorno (con tanto di trigger) ed il suo è finito nelle (bramose e compulsanti) mani di fciccio.
Quindi, il primo prototipo dei miei flicorni non ha il trigger, che può comunque essere installato se necessario. :)


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk Pro
AR Resonance

Trombe e Bocchini AR Resonance
Tornio a mano nel retro della carrozzeria di mio fratello
Bulini del Penny Market
Pulimentatrice dello sfasciacarozze
Laurea in Youtube
Master in "a mano è meglio che CNC"

Offline anrapa

  • Administrator
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 14307
  • Reputazione dell'utente: +210/-0
  • Gender: Male
    • AR Resonance Website
Re: recensione Resonance Soave
« Reply #8 on: August 12, 2021, 10:23:44 PM »
Aggiunta a latere, non c’entra nulla col flicorno ma mi è venuta in mente perché quel giorno a Milano insieme a Sipiagin c’era mezza storia della musica jazz.
Ieri è passato a trovarmi un cliente dalla florida che ha preso un paio di trombe negli scorsi mesi e medita di prendere un flicorno.
87 anni, arzillo e sveglio come poche persone al mondo.
70 anni fa metteva gli spartiti sui leggii della Count Basie Orchestra per guadagnare qualche soldo.
Manager, fra tanto altro, di Sarah Vaughn e dei Platters, 50 anni fa pubblicava Only You.
Questi sono i momenti che adoro di questo lavoro.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk Pro
AR Resonance

Trombe e Bocchini AR Resonance
Tornio a mano nel retro della carrozzeria di mio fratello
Bulini del Penny Market
Pulimentatrice dello sfasciacarozze
Laurea in Youtube
Master in "a mano è meglio che CNC"

Offline Zosimo

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 9466
  • Reputazione dell'utente: +162/-4
  • Gender: Male
Re: recensione Resonance Soave
« Reply #9 on: August 12, 2021, 10:25:47 PM »
#pezzodamuseo#londonmuseum
#venariareale#speculazione#
Investimento#gronchirosa
Tromba: Quella che capita
Bocchino: Almonzinni Revolution
Metodo:Zogor
Se non sai cos'è, allora stai slottando, amico mio.
Su questo forum, gli armonici sono talmente vicini  che tra un po' trombano.
L'anima del cambiar tromba ogni 2 giorni è sempre stato il desiderio e non il bisogno.  Bocchini per le note acute in realtà esistono, ma funzionano solo con gli acutisti

Offline fcoltrane

  • Acutista
  • ******
  • Posts: 2838
  • Reputazione dell'utente: +15/-1
Re: recensione Resonance Soave
« Reply #10 on: August 13, 2021, 10:42:44 AM »
 ;D ;D ;D
un giorno mi spiegherete gronchirosa,
 ;D ancora non ho la corretta apertura mentale per capire.


yeahhhhhh 87 anni ed essere ancora appassionato e lucido è il massimo.
mi è capitato di conoscere persone così ed erano musicisti  e didatti , la musica a volte ha una forza davvero sorprendente.
 
ps . io sono conservatore se Sipiagin non ha mai montato il trigger non sarò certamente io a farlo . ;D



Offline Zosimo

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 9466
  • Reputazione dell'utente: +162/-4
  • Gender: Male
Re: recensione Resonance Soave
« Reply #11 on: August 13, 2021, 10:53:40 AM »
Ma sì, alla fine il trigger è una fr*ciat* dei tempi moderni.
I vari Cousenon, Besson, Courtois vintage li avevano?
Il mio Blessing non li ha e nemmeno il Getzen eterna che suona Hubbard.
Quando ti devi intonare chiama Masa, è tipo servizio telecom.
Tromba: Quella che capita
Bocchino: Almonzinni Revolution
Metodo:Zogor
Se non sai cos'è, allora stai slottando, amico mio.
Su questo forum, gli armonici sono talmente vicini  che tra un po' trombano.
L'anima del cambiar tromba ogni 2 giorni è sempre stato il desiderio e non il bisogno.  Bocchini per le note acute in realtà esistono, ma funzionano solo con gli acutisti

Offline fcoltrane

  • Acutista
  • ******
  • Posts: 2838
  • Reputazione dell'utente: +15/-1
Re: recensione Resonance Soave
« Reply #12 on: August 13, 2021, 11:18:24 AM »
 ;D ;D ;D
esiste anche l'abbonamento ?
tipo  premio fedeltà  per i clienti affezionati ?

Offline Zosimo

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 9466
  • Reputazione dell'utente: +162/-4
  • Gender: Male
Re: recensione Resonance Soave
« Reply #13 on: August 13, 2021, 11:25:17 AM »
Beh, penso tu lo abbia aggratise ;D
Tromba: Quella che capita
Bocchino: Almonzinni Revolution
Metodo:Zogor
Se non sai cos'è, allora stai slottando, amico mio.
Su questo forum, gli armonici sono talmente vicini  che tra un po' trombano.
L'anima del cambiar tromba ogni 2 giorni è sempre stato il desiderio e non il bisogno.  Bocchini per le note acute in realtà esistono, ma funzionano solo con gli acutisti