Author Topic: Masterclass di Marco Pierobon in Sicilia  (Read 120 times)

0 Members and 1 Guest are viewing this topic.

Offline fcoltrane

  • Acutista
  • ******
  • Posts: 3437
  • Reputazione dell'utente: +15/-1
Masterclass di Marco Pierobon in Sicilia
« on: May 18, 2022, 07:17:59 PM »
Ho scoperto che Marco Pierobon terrà una masterclass gratuita il 27 28 di questo mese ad Acireale da Cappellani (noto negozio di strumenti musicali )   L’unica cosa che mi dispiace è che potrò essere presente solo il 27 perché per il 28 ho preso un altro impegno. Finalmente conoscerò questo splendido musicista che è stato il mio insegnante on Line nel periodo covid  , con le bellissime lezioni sul tubo .

Offline fcoltrane

  • Acutista
  • ******
  • Posts: 3437
  • Reputazione dell'utente: +15/-1
Re: Masterclass di Marco Pierobon in Sicilia
« Reply #1 on: May 30, 2022, 03:06:32 PM »
Bellissima masterclass. Ho incontrato molti musicisti mediamente molto preparati giovani e giovanissimi. Prevalentemente allievi di conservatorio o diplomati che si affacciavano alla professione. Marco Pierobon è così come appare nei video di grande simpatia ed ironia . Mi ha colpito per tanti aspetti . Il suono innanzi tutto . Meraviglioso. Una grandissima tecnica ma questo lo sapete già. Ed una grandissima capacità di risolvere i vari problemi degli allievi. Anche quelli di alto profilo. Ho messo alla prova la mia capacità di ascoltare e posso dire che rispetto all’anno scorso riesco a sentire e formalizzare più informazioni.  E quindi mi è capitato di ascoltare e sentire il progresso nella esposizione di un brano o di un passo orchestrale. ( un legato un passaggio dinamico una articolazione ecc…) davvero una bella esperienza. Anche per me che sono una schiappa è stato molto utile , questi incontri sono utili per gli spunti più che per la lezione personale e ne ho avuti tantissimi. Dal buzzing alla impostazione senza modificare nulla alla respirazione. Molti musicisti hanno provato le trombe Yamaha ed anche io ma considerato che eravamo tanti non si capiva nulla  ;D ;D….. che dire dare sarebbe bello che ne organizzassero di più. Tra un mesetto frequenterò l’altro è vi saprò dire .

Offline Zosimo

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 10221
  • Reputazione dell'utente: +164/-4
  • Gender: Male
Re: Masterclass di Marco Pierobon in Sicilia
« Reply #2 on: May 31, 2022, 09:51:42 AM »
Ma sei andato da uditore?
era il momento per porgli tutte le tue domande e invece?
hai preferito itf?
Tromba: Getzen SuperDelux ('60) Holton Revelation ('23) , Cinesina, Carol 5000
Trombino: Thommino
Bocchino: ideatore della penna Bar Rocco, Bris Bois e della tazza V6 Turbo
Metodo per gli acuti:Zogor
Se non sai cos'è, allora stai slottando, amico mio.
Su questo forum, gli armonici sono talmente vicini  che tra un po' trombano.
L'anima del cambiar tromba ogni 2 giorni è sempre stato il desiderio e non il bisogno.  Bocchini per le note acute in realtà esistono, ma funzionano solo con gli acutisti

Offline fcoltrane

  • Acutista
  • ******
  • Posts: 3437
  • Reputazione dell'utente: +15/-1
Re: Masterclass di Marco Pierobon in Sicilia
« Reply #3 on: May 31, 2022, 11:07:09 AM »
no no non solo uditore, il contrario : data la grande affluenza eravamo scaglionati alcuni di mattina altri di pomeriggio (io sono rimasto tutto il giorno ;D     ;D ;D ;D ;D)
ho suonato e fatto gli esercizi preparatori poi come singolo invece di provare un brano (consedirato che tutti suonavano brani classici difficilissimi) ho suonato una scala maggiore e gli ho chiesto di correggere il possibile .
mi ha fatto un interessantissimo esempio su impostazione "naturale" e presa di fiato ed attacco.
faccia seria avvicini il bocchino alle labbra e suoni .
lo faceva in continuazione mentre parlava fluentemente ,
a parole è complicato da spiegare ma a vedendolo ed ascoltandolo mi si è aperto un mondo.
ora quando studio lo faccio davanti ad uno specchio per evitare di fare qualcosa di diverso.
tra un mese frequenterò altra masterclass e verdrò se questo approccio paga.

(in pratica questo approccio rende il suonare immediato senza problemi e particolari acorgimenti)
io al contrario sino ad oggio  prima di suonare il mio standard medio ho bisogno di  tutta una serie di accorgimenti e riscaldamento che mi fanno perdere tempo.
invec e in questa maniera prendi la tromba e già suoni.

Offline Zosimo

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 10221
  • Reputazione dell'utente: +164/-4
  • Gender: Male
Re: Masterclass di Marco Pierobon in Sicilia
« Reply #4 on: May 31, 2022, 11:34:58 AM »
Interessante. capisco che sia difficile a parole,
ma prova a spiegarlo meglio. O0
Tromba: Getzen SuperDelux ('60) Holton Revelation ('23) , Cinesina, Carol 5000
Trombino: Thommino
Bocchino: ideatore della penna Bar Rocco, Bris Bois e della tazza V6 Turbo
Metodo per gli acuti:Zogor
Se non sai cos'è, allora stai slottando, amico mio.
Su questo forum, gli armonici sono talmente vicini  che tra un po' trombano.
L'anima del cambiar tromba ogni 2 giorni è sempre stato il desiderio e non il bisogno.  Bocchini per le note acute in realtà esistono, ma funzionano solo con gli acutisti

Offline fcoltrane

  • Acutista
  • ******
  • Posts: 3437
  • Reputazione dell'utente: +15/-1
Re: Masterclass di Marco Pierobon in Sicilia
« Reply #5 on: May 31, 2022, 12:59:46 PM »
Provo a raccontare quello che mi ha colpito . Si presenta un musicista con un problema sulla articolazione su un brano classico sostenendo che da quando suonava con un bocchino frate precision questo aspetto si era aggravato e chiedendo se corretta questa sua interpretazione ( ovviamente non corrispondeva al vero ) . Il brano era oggettivamente di livello tecnico relativamente avanzato. Marco Pierobon ascolta il musicista e poi gli da alcune indicazioni e dritte  . Respira così suona colì sostieni il suono . Poi gli domanda hai mai provato a suonare lo stesso passaggio tutto legato . E gli fa un bellissimo esempio . È così via. Dopo dieci minuti il musicista aveva risolto del tutto il problema .     Nel mio caso la questione è ancora più semplice prima di proporre la scala ho perso qualche secondo (10 15 secondi non di più) per posizionare tromba e bocchino il tutto da seduto. Suono la mia scala su una semplice ottava . E lui mi dice poche parole ma significative . Suonare la tromba è molto più semplice di così e me ne da una dimostrazione. Parla e mentre parla avvicina il bocchino alla bocca e suona quindi leva il bocchino dalla bocca e senza soluzione di continuità continua a parlare. Questo dal mio punto di vista significa che ha raggiunto un a tale consapevolezza che gli risulta più facile suonare che parlare . E riesce a farlo in una frazione di secondo. L’impostazione della muscolatura intorno alle labbra perfettamente rilassata sempre sia quando parlava sia quando suonava. È chiaro che con lui vedo l’evoluzione di un percorso ma il bello è che lo stesso può essere intrapreso da chiunque. Per comprendere il percorso completo basta ascoltare le sue lezioni on Line e l’attenzione che dedica alla respirazione al buzzing ed allo studio del suono.    Delgli altri aspetti che mi hanno colpito posso solo fare qualche piccolissimo esempio perché gli allievi erano di alto livello e si discuteva di aspetti interpretativi . Prima ancora che il musicista suonasse il brano Pierobon chiedeva : cosa desiderasse comunicare ed in che modo . Per assurdo per spiegare questi aspetti suonava degli esempi perfettamente coerenti con la partitura e tecnicamente ( che a me già piacevano tanto ) e poi invece esponeva lo stesso brano aggiungendo quel quid in più. ) fatto di suono di tempo di dinamica che fa la differenza tra un pur bravo esecutore tecnicamente preparato ed un musicista professionista che ogni volta che suona comunica qualcosa. Posso solo dire che la differenza là si sentiva in maniera deflagrante e non solo noi ascoltatori ma anche gli stessi esecutori che via via modificavano le loro esecuzioni salendo di livello .