Author Topic: Scuola Claude Gordon  (Read 1625 times)

0 Members and 1 Guest are viewing this topic.

Offline Zosimo

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 7544
  • Reputazione dell'utente: +156/-0
  • Gender: Male
Scuola Claude Gordon
« on: July 12, 2009, 12:56:58 PM »
Su consiglio del grande Tofa apro la discussione su questa scuola di cui parliamo sempre poco o mai. Io non ne so veramente nulla. Quindi ragazzi avanti con le spiegazioni. pollices
Se non sai cos'è, allora stai slottando, amico mio.
Su questo forum, gli armonici sono talmente vicini  che tra un po' trombano.
L'anima del cambiar tromba ogni 2 giorni è sempre stato il desiderio e non il bisogno.  Bocchini per le note acute in realtà esistono, ma funzionano solo con gli acutisti

Offline spyna

  • Seconda Tromba
  • ***
  • Posts: 247
  • Reputazione dell'utente: +9/-0
  • Gender: Male

Offline anrapa

  • Administrator
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 14618
  • Reputazione dell'utente: +209/-0
  • Gender: Male
    • Esercizi per Tromba in Mp3
Re: Scuola Claude Gordon
« Reply #2 on: July 13, 2009, 10:52:06 AM »
Vi ricordo inoltre che per qualsiasi informazione in merito posso chiedere a Jeff Purtle, uno degli studenti di Claude Gordon e, senza dubbio, il suo fan numero uno: insieme alla moglie sta portando avanti un grandioso progetto di pubblicazione di tutto il materiale mai reso pubblico. Mi ha chiesto anche di aiutarlo nella traduzione in italiano dei suoi metodi ma siamo un po' arenati... pare che non mi vogliano concedere più di 24 ore al giorno e quindi sono leggermente "ingolfato"... :D
AR Resonance
Esercizi per tromba in MP3

Trombe AR Resonance Suprema e Estrema
Mouthpieces: AR Resonance

Offline Mar

  • Terza Tromba
  • **
  • Posts: 133
  • Reputazione dell'utente: +2/-0
Re: Scuola Claude Gordon
« Reply #3 on: September 26, 2018, 02:51:32 PM »
Resuscito questa discussione (alzati e cammina!) perché ritengo sarebbe fantastico, per me che mastico poco l'inglese, avere una traduzione in italiano degli scritti di Claude Gordon, a cominciare da "Brass Playing Is No Harder Than Deep Breathing". Ci ha più pensato nessuno?
 

Offline Mar

  • Terza Tromba
  • **
  • Posts: 133
  • Reputazione dell'utente: +2/-0
Re: Scuola Claude Gordon
« Reply #4 on: October 01, 2018, 11:43:05 AM »
Ho provato a cercare un po in giro per il forum ma non ho trovato risposte, quindi provo a chiedere agli esperti. Premessa: ho provato ad articolare con l'impostazione k tongue modified, quindi lingua ad arco che stacca con la parte anteriore sotto il palato e la punta libera dietro ai denti inferiori. Sembra che utilizzando la lingua in questo modo il flusso d'aria sia triplicato, forse perché la lingua non ostacola più il flusso ma lo incanala verso l'uscita. Risultato: suono più grosso e miglioramento dell'estensione, senza che questi fossero i miei obiettivi. Suonando con bocchini tradizionali ora mi sento stretto... tappato. Con AR e Monette mi semto molto più a mio agio rispetto a prima, ora sembra che una gola grande sia indispensabile. Noto però difficoltà ad articolare doppio e triplo staccato sulle note sotto al G centrale. Qualcuno ha avuto esperienze simili? Come ha risolto? Solo tanto lavoro o forse qiesto modo di articolare funziona bene solo in alto? Grazie

Offline Mar

  • Terza Tromba
  • **
  • Posts: 133
  • Reputazione dell'utente: +2/-0
Re: Scuola Claude Gordon
« Reply #5 on: October 07, 2018, 11:32:43 AM »
Ci riprovo. Segue e in parte ripete il post precedente. So che ci sono state discussioni in passato sull'utilizzo della lingua ad arco, anche se non è mai stato menzionato che è una peculiarità della scuola Claude Gordon. Credo che sia stato Adam Rapa a proporla a qualcuno del forum durante uno dei suoi seminari. C'è qualche utente che può aiutarmi a capire se insistere con questo tipo di articolazione anche nel registro basso? Io trovo molto difficoltoso eseguire staccati multipli sotto la G. Vorrei solo sapere se è il caso di insistere o se qualcuno ha già sperimentato che sulle note basse non è efficiente. In base alle vostre eventuali risposte potrei decidere se spendere una parte rilevante del tempo che dedico alla pratica per migliorare e rendere efficiente questo tipo di articolazione anche sulle note basse oppure utilizzarla solo da G in su, dove ho trovato benefici istantanei di emissione, di suono e di estensione. In particolare ho notato che utilizzando meglio la lingua non ho più bisogno di spingere aria con il diaframma (leggi con la pancia) per salire, quindi le note alte sono più semplici da raggiungere e anche quelle ai limiti della mia estensione escono senza sforzo e con maggiore sensibilità alle dinamiche. Insisto con questo post perché scoprire questo modo di utilizzare la lingua ha rivoluzionato completamente il mio approcio alla tromba. Prima mi trovavo a mio agio con canneggi medio piccoli e mi sforzavo a suonare su bocchini monette e ar solo perché innamorato della qualità del suono, anche se facevo fatica a suonarli.
 Ora mi sento tappato con canneggi medio piccoli e i bocchini con grandi gole tipo monette e ar sembrano indispensabili.
Esperienze simili? Consigli? Commenti? Grazie a chiunque vorrà aiutarmi con la sua piccola o grande esperienza

Offline Norman

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 3690
  • Reputazione dell'utente: +87/-0
  • Gender: Male
    • Lozza Gang Band
Re: Scuola Claude Gordon
« Reply #6 on: October 07, 2018, 11:30:16 PM »
Andiamo per ordine: perché dovresti utilizzare in maniera marcata il tongue arch nel registro basso? Non è che questo ti irrigidisce la gola e causa le difficoltà con lo staccato? Il tongue arch serve a regolare il flusso d’aria per adattarlo ai vari registri, più si va in alto, più la lingua si alza, progressivamente, nel registro basso la lingua è tendenzialmente bassa, perché l’aria è lenta. Non ti dovrebbe essere necessario pensare alla lingua per suonare sotto il sol, anzi!

In teoria il fatto che ti trovi meglio con gole e canneggi grandi farebbe pensare che sei diventato più efficiente, ma il fatto che ti senta tappato con setup con più resistenza mi fa sorgere il sospetto che tu abbia aumentato la pressione dell’aria, e che con questi setup questo ti mandi in overblowing. In teoria con più resistenza dovrebbe essere più facile suonare. Può anche essere che siano entrambe le cose, che magari tu abbia migliorato la respirazione, ma che ancora ti serva troppa “energia” per ottenere la vibrazione delle labbra. È una cosa che ad un certo punto è successa anche a me, mi ha fatto molto bene lavorare sul pianissimo, forzandomi a respirare in maniera assolutamente naturale, senza la minima “spinta”. È un lavoro molto noioso, ma estremamente fruttuoso.
Taylor X-Lite - AR Resonance MC 40/8 Monette B6S1 Prana 17/84 B4LS S1 Prana 21/81
"Non suonare come un trombettista, suona come un cantante!" A. Giuffredi

Lozza Gang Band

Lozza Gang Band su Facebook

Offline Mar

  • Terza Tromba
  • **
  • Posts: 133
  • Reputazione dell'utente: +2/-0
Re: Scuola Claude Gordon
« Reply #7 on: October 08, 2018, 01:16:03 AM »
Ciao Norman, hai ragione, nell'ultimo post non mi sono spiegato benissimo. Il problema sullo staccato doppio e triplo non è originato dalla lingua ad arco, che come dici tu nelle note basse non ha nessuna utilità, ma dalla punta della lingua. Ero abituato infatti a staccare con la punta della lingua dietro ai denti superiori, mentre invece ora sto imparando a staccare con la parte anteriore della lingua contro il palato molto in avanti, e la punta in basso che rimane praticamente dietro ai denti inferiori (Gordon la chiamava k tongue modified). Nello staccato semplice non ho nessun problema. Nello staccato doppio e triplo, sulle note sopra G centrale è molto comodo, perché la lingua si muove poco e il tk (o ttk) mi da l'impressione di poter essere affinato con un po di sano lavoro. Sulle note basse invece lo trovo innaturale, proprio a causa della lingua bassa che deve comunque articolare sia la t che la k con il dorso contro il palato, quindi in alto (la t più avanti e la k più indietro). Chiedevo se qualcuno articola in questo modo e se ha avuto i miei stessi dubbi e se li ha risolti e come li ha risolti.
Per quanto riguarda l'aria sì, hai ragione, mi sono ritrovato all'improvviso con tanta aria in più e devo imparare a gestirla, e il consiglio di lavorare sul ppp potrà sicuramente aiutarmi a farlo.

Offline Norman

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 3690
  • Reputazione dell'utente: +87/-0
  • Gender: Male
    • Lozza Gang Band
Re: Scuola Claude Gordon
« Reply #8 on: October 08, 2018, 08:50:35 AM »
Ok, adesso ho capito, non ho esperienza di quel tipo di articolazione, quindi non saprei dirti se è solo questione di pratica. Il fatto che succeda solo nel registro basso potrebbe far pensare che manchi un po’ di supporto dell’aria, e che questo evidenzi il fatto che con questa tecnica tu non abbia ancora la pulizia di quello tradizionale?
Taylor X-Lite - AR Resonance MC 40/8 Monette B6S1 Prana 17/84 B4LS S1 Prana 21/81
"Non suonare come un trombettista, suona come un cantante!" A. Giuffredi

Lozza Gang Band

Lozza Gang Band su Facebook

Offline Mar

  • Terza Tromba
  • **
  • Posts: 133
  • Reputazione dell'utente: +2/-0
Re: Scuola Claude Gordon
« Reply #9 on: October 08, 2018, 10:13:03 AM »
Sì, sicuramente questo nuovo modo di articolare richiede tempo per essere affinato, pulito e velocizzato. Quando ho deciso di provarlo ero consapevole del fatto che avrei dovuto ripartire (quasi) da zero, ma ho intravisto vantaggi incredibili per cui mi sono convinto che ne sarebbe valsa la pena (in poche settimane credo di aver gia fatto, nel mio piccolo, passi da gigante). Mi resta il dubbio che questo metodo possa essere efficiente anche nel registro basso. Se è solo una questione di lavorarci sopra non mi tiro certo indietro... e probabilmente è così... ma sai com'è! Il tempo per la pratica è sempre troppo poco e sarebbe un peccato sprecarlo in attività poco redditizie. Se qualcuno che legge ha già camminato su questa strada, sarebbe fantastico per me poter leggere la sua esperienza in merito

Offline Norman

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 3690
  • Reputazione dell'utente: +87/-0
  • Gender: Male
    • Lozza Gang Band
Re: Scuola Claude Gordon
« Reply #10 on: October 08, 2018, 12:18:42 PM »
Comunque nulla ti vieta di alternare le due tecniche secondo necessità, laddove possibile.
Taylor X-Lite - AR Resonance MC 40/8 Monette B6S1 Prana 17/84 B4LS S1 Prana 21/81
"Non suonare come un trombettista, suona come un cantante!" A. Giuffredi

Lozza Gang Band

Lozza Gang Band su Facebook

Offline Mar

  • Terza Tromba
  • **
  • Posts: 133
  • Reputazione dell'utente: +2/-0
Re: Scuola Claude Gordon
« Reply #11 on: October 08, 2018, 01:17:03 PM »
Questo é un altro buon consiglio

Offline eugeniovi

  • Acutista
  • ******
  • Posts: 2768
  • Reputazione dell'utente: +39/-0
  • Gender: Male
Re: Scuola Claude Gordon
« Reply #12 on: October 08, 2018, 03:35:43 PM »
Io ho provato che nelle note basse la lingua deve essere piatta sul 'fondo' del palato e immettere tanta aria (prova sui sovrabassi e vedrai che piu' aria immetti meglio ti riesce) , man mano che sali la lingua si inarca verso il palato in modo da canalizzare l'aria . Piu' sali piu' devi immettere meno aria ed essere il piu' rilassato possibile sempre cercando di canalizzare l'aria ma rendendola appunto piu' veloce.  Esperienza di superanchedimenodilettante pero' fatta sulla propria pelle  :). Ciao

Offline Mar

  • Terza Tromba
  • **
  • Posts: 133
  • Reputazione dell'utente: +2/-0
Re: Scuola Claude Gordon
« Reply #13 on: October 08, 2018, 09:46:51 PM »
Grazie Eugenio, forse ho dato troppa importanza al modo in interrompo il flusso dell'aria con la lingua. La risposta di Norman mi ha fatto riflettere. Nella parte bassa del pentagramma la differenza di aria e di suono tra i due modi (punta della lingua dietro ai denti superiori - punta della lingua dietro ai denti inferiori) è minima, quindi sceglierò di volta in volta quella che mi permette un'articolazione più comoda. Se posso permettermi un'altra domanda... nelle scuole come lo insegnano lo staccato?

Online Ste

  • Solista
  • *****
  • Posts: 1345
  • Reputazione dell'utente: +40/-0
  • Gender: Male
Re: Scuola Claude Gordon
« Reply #14 on: October 10, 2018, 04:57:13 PM »
(punticino per Mar, ora torno a leggere ;) )
"Devi diventare il campione mondiale di mezza ottava"
cit.