Author Topic: Suonare al mattino...  (Read 5672 times)

0 Members and 1 Guest are viewing this topic.

Cesco

  • Guest
Re: Suonare al mattino...
« Reply #15 on: August 21, 2009, 12:50:25 PM »
...Poi ho visto la luce !!! Grazie ad Anrapa...

 sospettos

...l'affare si fa sempre più intrigante...
Mi sa che urgono due paroline - e due lezioncine... - con Anrapa...

Offline anrapa

  • Administrator
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 14145
  • Reputazione dell'utente: +210/-0
  • Gender: Male
    • AR Resonance Website
Re: Suonare al mattino...
« Reply #16 on: August 21, 2009, 01:24:07 PM »
Ehm, si, dai, la luce magari no ma diciamo che hai risolto molti problemi! :)
Comunque il merito non va a me ma ad Adam Rapa (che torna questo settembre/ottobre e se vogliamo organizzare una bella masterclass come l'altra volta mi sa che facciamo una cosa furba!).
(comunque grazie!!!)
AR Resonance

Trombe e Bocchini AR Resonance
Tornio a mano nel retro della carrozzeria di mio fratello
Bulini del Penny Market
Pulimentatrice dello sfasciacarozze
Laurea in Youtube
Master in "a mano è meglio che CNC"

Offline Blade80

  • Quarta Tromba
  • *
  • Posts: 47
  • Reputazione dell'utente: +1/-0
  • Gender: Male
Re: Suonare al mattino...
« Reply #17 on: September 09, 2009, 08:54:26 AM »
Registrato questa mattina con il cellulare prima di andare a lavorare...
Naturalmente a freddo (e si sente)...
Ciao.

[allegato eliminato da un amministratore]
Bb: Bach 37H ; Courtois EV3
Mouthpieces: Bach Megatone 1 1/2

Offline anrapa

  • Administrator
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 14145
  • Reputazione dell'utente: +210/-0
  • Gender: Male
    • AR Resonance Website
Re: Suonare al mattino...
« Reply #18 on: September 09, 2009, 09:34:10 AM »
C.V.D.
AR Resonance

Trombe e Bocchini AR Resonance
Tornio a mano nel retro della carrozzeria di mio fratello
Bulini del Penny Market
Pulimentatrice dello sfasciacarozze
Laurea in Youtube
Master in "a mano è meglio che CNC"

Offline Norman

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 3837
  • Reputazione dell'utente: +89/-0
  • Gender: Male
    • Lozza Gang Band
Re: Suonare al mattino...
« Reply #19 on: September 09, 2009, 09:56:01 AM »
A me succedeva fino a pochi giorni fa, ora sto approcciando in modo diverso tutto "l'ambaradan" e le labbra me le sto scordando ogni giorno di più. Anche il piazzamento del bocchino sulle labbra è diventato meno importante. Tutto in conseguenza dei consigli che mi ha dato Adam Rapa. Temevo fosse un fuoco di paglia ma a distanza di un mese e passa le cose continuano a migliorare ad un ritmo frenetico.
Diciamo che ho diminuito moltissimo la pressione del bocchino sulle labbra e soprattutto non "impongo" la vibrazione, ho più la sensazione di fischiettare. Boh, mi sembra troppo facile per esser vero. Speriamo bene...

Io non ho ancora potuto sperimentare con i metodi di Adam Rapa, ma per vie diverse (Giuffredi) anche io ho enormemente ridotto la pressione del bocchino sulle labbra, lavorato sulla centratura delle note, sull'efficienza della vibrazione e della colonna d'aria. Anche per me oggi l'appoggio del bocchino sulle labbra non è più una questione rilevante, capisco benissimo cosa dice Tony quando dice che gli sembra di fischiettare: l'impressione è che sei tu a suonare il bocchino, e che le cose veramente importanti succedono prima del bocchino. Prima per me il momento dell'appoggio del bocchino sulle labbra era estremamente critico (il Giuffro i primi tempi mi diceva che sembrava che dovessi calzare una scarpa stretta), ora prendo la tromba e nel momento in cui appoggio, suono. Non ci penso praticamente più. Anche passare da un bocchino ad un altro mi risulta estremamente facile.

Io non suono mai la mattina, ma sono pronto a scommettere che il tuo problema non sono le labbra gonfie, ma il fatto che suoni usando troppa pressione, e questo fa sì che ogni minimo mutamento delle condizioni del sistema labbra/bocchino comporta dei problemi. Quindi che sia con i metodi di Adam Rapa o con altri, secondo me l'obiettivo deve essere quello. Io personalmente ho lavorato molto con esercizi suonati piano e soprattutto con il bending, che è un'eccellente termometro dell'efficienza dell'impostazione: se una nota riesci a piegarla (mantenendo il più possibile la qualità del suono), vuol dire che è ben centrata.
Taylor X-Lite - AR Resonance MC 40/8 Monette B6S1 Prana 17/84 B4LS S1 Prana 21/81
"Non suonare come un trombettista, suona come un cantante!" A. Giuffredi

Lozza Gang Band

Lozza Gang Band su Facebook

Offline anrapa

  • Administrator
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 14145
  • Reputazione dell'utente: +210/-0
  • Gender: Male
    • AR Resonance Website
Re: Suonare al mattino...
« Reply #20 on: September 09, 2009, 10:01:50 AM »
Concordo!
AR Resonance

Trombe e Bocchini AR Resonance
Tornio a mano nel retro della carrozzeria di mio fratello
Bulini del Penny Market
Pulimentatrice dello sfasciacarozze
Laurea in Youtube
Master in "a mano è meglio che CNC"

Cesco

  • Guest
Re: Suonare al mattino...
« Reply #21 on: September 09, 2009, 10:24:30 AM »
Io non suono mai la mattina, ma sono pronto a scommettere che il tuo problema non sono le labbra gonfie, ma il fatto che suoni usando troppa pressione, e questo fa sì che ogni minimo mutamento delle condizioni del sistema labbra/bocchino comporta dei problemi. Quindi che sia con i metodi di Adam Rapa o con altri, secondo me l'obiettivo deve essere quello. Io personalmente ho lavorato molto con esercizi suonati piano e soprattutto con il bending, che è un'eccellente termometro dell'efficienza dell'impostazione: se una nota riesci a piegarla (mantenendo il più possibile la qualità del suono), vuol dire che è ben centrata.

 pollices

Il problema è che al mattino il (mio) apparato respiratorio è decisamente pigro a ricaburbare.
Poca aria = più pressione sul bocchino = affrettato sfasciamento delle labbra
Questo mi accade al mattino...
Ho provato a alleggerire la pressione (che è quella che uso solitamente, poi, quando suono ) ed effettivamente va un po' meglio...
Non è come suonare di sera, ma .... me ne sono fatto una ragione!!

Grazie degli ottimi consigli a tutti!! 

Offline ataru

  • Prima Tromba
  • ****
  • Posts: 971
  • Reputazione dell'utente: +12/-0
  • Gender: Male
Re: Suonare al mattino...
« Reply #22 on: September 09, 2009, 10:42:25 AM »
Scusa la domanda stupida : ma fai un po' di riscaldamento tranquillo prima ?
Note lunghe col bocchino , note lunghe con la tromba , flessibilità lenta a basso volume su tutte le posizioni  ?
Bastano 10-15 min .

Cesco

  • Guest
Re: Suonare al mattino...
« Reply #23 on: September 09, 2009, 10:46:50 AM »
Scusa la domanda stupida : ma fai un po' di riscaldamento tranquillo prima ?
Note lunghe col bocchino , note lunghe con la tromba , flessibilità lenta a basso volume su tutte le posizioni  ?
Bastano 10-15 min .

Si...

Offline ataru

  • Prima Tromba
  • ****
  • Posts: 971
  • Reputazione dell'utente: +12/-0
  • Gender: Male
Re: Suonare al mattino...
« Reply #24 on: September 09, 2009, 10:50:49 AM »
Be che ci vuoi fare io appena alzato centro sempre lo stipite della porta col la testa .

Cesco

  • Guest
Re: Suonare al mattino...
« Reply #25 on: September 09, 2009, 12:10:08 PM »
Be che ci vuoi fare io appena alzato centro sempre lo stipite della porta col la testa .

... e poi suoni da Dio?
Perché se è così, domani ci provo anch'io!!!  sbellicars

Offline gecko

  • Terza Tromba
  • **
  • Posts: 104
  • Reputazione dell'utente: +1/-0
  • Gender: Male
Re: Suonare al mattino...
« Reply #26 on: September 11, 2009, 11:36:39 AM »
Personalmente condivido abbastanza quello che è stato detto da anrapa pollices,non bisogna dimenticare che appena svegliati tutto il corpo è ancora un pò assopito.Ci sono però alcuni vantaggi in questo stato di dormiveglia il corpo lavora molto di memoria inconscia ed attua meccanismi o meglio automatismi, il più delle volte positivi, consolidati nel tempo,senza filtrarli attraverso il nostro ragionamento che il più delle volte è quello che ci rema contro.In altre parole ,meno seghe mentali possibili, ricerca della vibrazione ottimale attraverso il buzzing meglio ancora con il B.E.R.P. attraverso metodi come il "Thompson" per esempio o anche altro, basta mettere in moto la vibrazione gradualmente con esercizi semplici.Importantissimo a mio avviso intervallare molto con periodi di riposo ,brevi e frequenti,questo finchè la vibrazione non prende consistenza.Infine una volta raggiunta la flessibilità necessaria verificare la sonorità con la tromba,libera, corposa ,facile,centrata.Questo è semplicemente il mio consiglio dopo ognuno ci mette del suo e gli esercizi che a lui sono di giovamento.Come dire è un percorso molto personale ,quello che va bene per me per te non potrebbe andare bene per niente,così come c'è chi si sveglia e dopo 5 minuti è già operativo al 95% e chi a bisogno di essere abbandonato a se stesso per almeno mezza ora prima di potergli rivolgere la parola smil! Spero di avere dato delle idee utili a qualcuno,alla prossima,ciao  salut
Lawler C7 MonetteB4S3

Offline adrianotaibi

  • Seconda Tromba
  • ***
  • Posts: 259
  • Reputazione dell'utente: +8/-0
  • Gender: Male
    • Adriano Taibi
Re: Suonare al mattino...
« Reply #27 on: September 18, 2009, 01:19:28 PM »
Se il problema è "mettere in moto l'apparato respiratorio" allora sarebbe il caso che facessi qualche esercizio di respirazione.
Esercizi semplici, fatti con naturalezza, rilassatezza, preparano meglio il nostro corpo ad affrontare una sessione di studio.

Online fcoltrane

  • Solista
  • *****
  • Posts: 1982
  • Reputazione dell'utente: +10/-1
Re: Suonare al mattino...
« Reply #28 on: February 23, 2021, 10:53:03 AM »
riesumo questo post perché non trovo quello che avevo creato ;D
ma vedo che il problema è comune a molti.

posso dire con una certa soddisfazione che il mio problema si avvia alla soluzione (spero ;D)

il mattino quando suono ho maggiori difficoltà
il problema maggiore è il suono ed il fatto che risultavo perennemente crescente.
Il cane che si morde la coda meno suono avevo più provavo a mirare in alto con la conseguenza di essere del tutto stonato.
Ho preso il toro per le corna e mi sono imposto anche nello studio con la sordina (che è quello quantitativamente più rilevante) di suona perennemente calante.
Non sposto più la pompa di intonazione e correggo con il labbro.
il risultato è che il mattino il mio primo bb è nettamente calante.
lo definisco lo slabbrato
Voi mi direte che bella soddisfazione suonare comunque stonati e calanti. ;D
vi posso assicurare che sono soddisfazioni ;D ;D
.............
anche perché basta poco per tirare su un suono calante e diventa più risonante  ed invece il contrario per me è molto più difficile perchè rende il suono tendente all'afono.
ora vado al lavoro :'(

Online fcoltrane

  • Solista
  • *****
  • Posts: 1982
  • Reputazione dell'utente: +10/-1
Re: Suonare al mattino...
« Reply #29 on: February 23, 2021, 11:03:40 AM »
dimenticavo il primo suono al mattino a campana libera è con la vecchiotta perchè ho applicato l'ambaradan di sbarra sostenitrice.
Ad inserire l'ambaradan sulla Suprema non ci riesco ...... mi caco sotto......