Author Topic: Perché la cornetta no  (Read 140 times)

0 Members and 1 Guest are viewing this topic.

Online Zosimo

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 9128
  • Reputazione dell'utente: +160/-3
  • Gender: Male
Perché la cornetta no
« on: March 31, 2021, 11:30:29 PM »
Come sapete, mi sono autoingolosito
Con la cornetta , ma da tempo ho 'sta domanda.
La cornetta è sempre chewie, mellow, darky
E jazzy. le trombe  alcune si alcune no. la meccanica
È sempre super fast per fare i sedicesimi
A 300 e quindi come mai è così negletta relegata al brass
Band inglesi? Un mio amico esperto di gran vaglia
Ipotizza a) la gente l'associa all'arban b) sa di cosa vecchia
E sorpassata. Speriamo che la resonaz darà una ripulita a questa visione. Le vostre ipotesi?
Tromba: Quella che capita
Bocchino: Almonzinni Revolution

Se non sai cos'è, allora stai slottando, amico mio.
Su questo forum, gli armonici sono talmente vicini  che tra un po' trombano.
L'anima del cambiar tromba ogni 2 giorni è sempre stato il desiderio e non il bisogno.  Bocchini per le note acute in realtà esistono, ma funzionano solo con gli acutisti

Offline fcoltrane

  • Acutista
  • ******
  • Posts: 2575
  • Reputazione dell'utente: +14/-1
Re: Perché la cornetta no
« Reply #1 on: March 31, 2021, 11:51:35 PM »
per me è la flessibilità:  nel senso che con la tromba puoi fare tutto con la cornetta no.
ad esempio musica da lead con la cornetta no ce la vedo , musica pop lo stesso ..... per il jazz
credo sia solo una questione di tecnica perché ho sentito  un paio di muscisti che fanno un po quello che gli pare sia con la tromba che con la cornetta.
poi ci sono quelli che si specializzano con uno strumento ....proprio ora dopo un po di videini di comparazione che mi hanno fatto entrare in uno stato confusionale ..... ho ascoltato un concerto di J Redman  , (un tenorista giovane formidabile con grande swing, e Ron Miles, un trombettista cornettista che non esagera mai, mai fuori dalle righe e raramente "sopra il rigo " a me piace molto.....

Online Zosimo

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 9128
  • Reputazione dell'utente: +160/-3
  • Gender: Male
Re: Perché la cornetta no
« Reply #2 on: April 01, 2021, 12:00:45 AM »
Si, hai ragione. io mi riferivo al jazz
Non alla musica in generale.
Tromba: Quella che capita
Bocchino: Almonzinni Revolution

Se non sai cos'è, allora stai slottando, amico mio.
Su questo forum, gli armonici sono talmente vicini  che tra un po' trombano.
L'anima del cambiar tromba ogni 2 giorni è sempre stato il desiderio e non il bisogno.  Bocchini per le note acute in realtà esistono, ma funzionano solo con gli acutisti

Offline igor

  • Moderatore Globale
  • Solista
  • *****
  • Posts: 1353
  • Reputazione dell'utente: +37/-0
Re: Perché la cornetta no
« Reply #3 on: April 01, 2021, 08:18:29 AM »
per me è la flessibilità:  nel senso che con la tromba puoi fare tutto con la cornetta no.
ad esempio musica da lead con la cornetta no ce la vedo , musica pop lo stesso .....

Mmmh a dirla tutta non vedo perché non si possa.... Basta non usare una tazza a V ;)

I.

Online Zosimo

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 9128
  • Reputazione dell'utente: +160/-3
  • Gender: Male
Re: Perché la cornetta no
« Reply #4 on: April 01, 2021, 08:41:47 AM »
Qui il mistero si infittisce.
Famo 'na petizione.
Tromba: Quella che capita
Bocchino: Almonzinni Revolution

Se non sai cos'è, allora stai slottando, amico mio.
Su questo forum, gli armonici sono talmente vicini  che tra un po' trombano.
L'anima del cambiar tromba ogni 2 giorni è sempre stato il desiderio e non il bisogno.  Bocchini per le note acute in realtà esistono, ma funzionano solo con gli acutisti

Offline fcoltrane

  • Acutista
  • ******
  • Posts: 2575
  • Reputazione dell'utente: +14/-1
Re: Perché la cornetta no
« Reply #5 on: April 01, 2021, 09:05:09 AM »
 ;D ;D
penso che la musica non abbia limiti se non quelli che tu stesso ti dai...quindi un musicista particolarmente dotato potrebbe fare brani lead anche con la cornetta.
ma che senso avrebbe , considerato che mi sembra di capire che la cornetta va in una direzione (mediamente verso un suono un po più scuro con prevalenza dei medi ) e la tromba lead verso invece suoni più chiari e più brillanti?
certo potrebbe essere un modo per superare i propri limiti ed arrivare al "controllo totale" o per tornare a bomba sull'argomento ..."il lato oscuro della forza"

Lo vedete un musicista con la tecnica di  Bergeron suonare con lo strumento di Ron Miles .....?
Probabilmnente è come dice Igor con un bocchino non a v sarebbe in grado di non farci rimpiangere la differenza....... e forse pure con uno a v...........
prima o poi questa curiosità .....se cioè esiste davvero il controllo totale ....... (il lato oscuro della forza) ....devo soddisfarla....





Online Zosimo

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 9128
  • Reputazione dell'utente: +160/-3
  • Gender: Male
Re: Perché la cornetta no
« Reply #6 on: April 01, 2021, 02:27:06 PM »
Aveva capito tutto Nat Adderley O0
Tromba: Quella che capita
Bocchino: Almonzinni Revolution

Se non sai cos'è, allora stai slottando, amico mio.
Su questo forum, gli armonici sono talmente vicini  che tra un po' trombano.
L'anima del cambiar tromba ogni 2 giorni è sempre stato il desiderio e non il bisogno.  Bocchini per le note acute in realtà esistono, ma funzionano solo con gli acutisti

Offline fcoltrane

  • Acutista
  • ******
  • Posts: 2575
  • Reputazione dell'utente: +14/-1
Re: Perché la cornetta no
« Reply #7 on: April 01, 2021, 04:29:10 PM »
in quella famiglia avevano capito tutto ancora prima di nascere  ;D ;D ;D ;D