Author Topic: Consigli libreschi  (Read 28847 times)

0 Members and 1 Guest are viewing this topic.

Offline eugeniovi

  • Acutista
  • ******
  • Posts: 2976
  • Reputazione dell'utente: +39/-0
  • Gender: Male
Re:Consigli libreschi
« Reply #90 on: December 04, 2014, 09:33:00 PM »
Allora, leggi la biografia di Armstrong che e' bellissima come testimonianza dell'epoca. Ricordiamoci che chi ha scritto dopo, a parte qualche raro caso non era contemporaneo. Su Armstrong poi io penso che il libro di Walter Mauro sia bellissimo, edito nel 1979 prevedibilmente fuori catalogo. Penso comunque vada bene anche uno di quelli che hai citato tu, tanto e' come fare un libro su Mozart riassumendo quello che fin'ora hanno scritto. Trovi informazioni piu' interessanti su riviste specializzate (Musica Jazz, Jazz di oggi e di ieri) ma di difficile reperibilita' . Libro divertente italiano oltre a quello di Rosa che non le manda a dire ,c'e' quello molto originale di Cerri, il saggio di Franchini su Kramer (difficile da trovare) e l'irriverente Billie Holiday che palle (nel doppio senso) di Loffredo che traccia uno spaccato del periodo. Anche Rava e' interessante da leggere, la sua fuga dall'Italia, le esperienze in America, etcc. Bella anche una tesi di laurea su Bruno Martino che non dimentichiamo ha scritto l'unico tema classificato come standard, bello anche La notte che si brucio' il Jazz tanto per capire le difficolta' di avere un locale Jazz. Documentatissimi ed esaurientissimi i libri di Mazzoletti che ha il grande merito di valorizzare il Jazz in Italia e di far ricordare personaggi come Luttazzi ed Arigliano ...E adesso tocco un dolente tasto  :).....leggi Stasera Jazz di Polillo, ogni parola scritta e' veramente vissuta, ogni musicista citato (i piu' grandi compreso Satchmo ed il suo arrivo nel 49) e' descritto nel suo ambiente, locali , festival, ristoranti....bellissimo e divertente.  Ho cercato anche delle cose particolari, per i soliti noti clicca sul web. Scusa se ho scritto di fretta ma vedevo che ci tenevi a questo post. Ciao

Online Zosimo

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 9128
  • Reputazione dell'utente: +160/-3
  • Gender: Male
Re:Consigli libreschi
« Reply #91 on: December 04, 2014, 09:37:39 PM »
Solo tu zio uggenio mi puoi capire ;)
Quando non hai fretta ripassa. pollices
Tromba: Quella che capita
Bocchino: Almonzinni Revolution

Se non sai cos'è, allora stai slottando, amico mio.
Su questo forum, gli armonici sono talmente vicini  che tra un po' trombano.
L'anima del cambiar tromba ogni 2 giorni è sempre stato il desiderio e non il bisogno.  Bocchini per le note acute in realtà esistono, ma funzionano solo con gli acutisti

Online Zosimo

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 9128
  • Reputazione dell'utente: +160/-3
  • Gender: Male
Re:Consigli libreschi
« Reply #92 on: December 29, 2014, 02:48:28 PM »
Quello di Carlo Loffredo è noioso, almeno per me. Troppi nomi, troppi locali
più che di jazz, fa rivivere un periodo di vita negli anni 50 anni romani. Se vi piace
questo genere di ricordi non è male.
Stasera jazz di Polillo è pessimo. Sembrano temini delle scuole elementari. Insomma
io ancora non capisco come sto Polillo può essere definito un guru della storia/critica del jazz.

Ho preso invece l'ebook di questo qui(ora con il kindle raddopierò la dose di lettura) http://www.amazon.it/Supreme-Kind-Brew-Capolavori-Prospettive/dp/1490935827. Fatto molto bene, niente aneddoti, niente fotografie, niente cavolate, ma analisi armoniche dei pezzi
dei 3 capolavori ;)
« Last Edit: December 30, 2014, 08:02:53 AM by Zosimo »
Tromba: Quella che capita
Bocchino: Almonzinni Revolution

Se non sai cos'è, allora stai slottando, amico mio.
Su questo forum, gli armonici sono talmente vicini  che tra un po' trombano.
L'anima del cambiar tromba ogni 2 giorni è sempre stato il desiderio e non il bisogno.  Bocchini per le note acute in realtà esistono, ma funzionano solo con gli acutisti

Offline Cesco

  • Seconda Tromba
  • ***
  • Posts: 221
  • Reputazione dell'utente: +11/-0
Re:Consigli libreschi
« Reply #93 on: December 29, 2014, 03:00:40 PM »

Stasera jazz di Pollini è pessimo. Sembrano temini delle scuole elementari. Insomma
io ancora non capisco come sto Pollini può essere definito un guru della storia/critica del jazz.


Chi è "sto Pollini"?   sbellicars

Online Zosimo

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 9128
  • Reputazione dell'utente: +160/-3
  • Gender: Male
Re:Consigli libreschi
« Reply #94 on: December 29, 2014, 03:10:01 PM »
Mi sono confuso con il pianista / la marca delle marmitte dei motorini doh
Ovviamente volevo dire Polillo
Tromba: Quella che capita
Bocchino: Almonzinni Revolution

Se non sai cos'è, allora stai slottando, amico mio.
Su questo forum, gli armonici sono talmente vicini  che tra un po' trombano.
L'anima del cambiar tromba ogni 2 giorni è sempre stato il desiderio e non il bisogno.  Bocchini per le note acute in realtà esistono, ma funzionano solo con gli acutisti

Offline Mar

  • Prima Tromba
  • ****
  • Posts: 637
  • Reputazione dell'utente: +6/-0
Re: Consigli libreschi
« Reply #95 on: May 02, 2021, 11:32:03 AM »

Offline fcoltrane

  • Acutista
  • ******
  • Posts: 2575
  • Reputazione dell'utente: +14/-1
Re: Consigli libreschi
« Reply #96 on: May 02, 2021, 04:41:48 PM »
Grazie della info lo prendo sicuramente. Ezio bosso un grande.

Online Zosimo

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 9128
  • Reputazione dell'utente: +160/-3
  • Gender: Male
Re: Consigli libreschi
« Reply #97 on: June 07, 2021, 09:26:38 AM »
In italiano, ho moltissimi libri sullo jazzo, ma questo mi era sfuggito. Potrebbe essere
interessante. Ancora non mi arriva. Qualcuno lo ha letto?


Una novità è questo, ma delle compagne che raccontano, poco mi fido:

Tromba: Quella che capita
Bocchino: Almonzinni Revolution

Se non sai cos'è, allora stai slottando, amico mio.
Su questo forum, gli armonici sono talmente vicini  che tra un po' trombano.
L'anima del cambiar tromba ogni 2 giorni è sempre stato il desiderio e non il bisogno.  Bocchini per le note acute in realtà esistono, ma funzionano solo con gli acutisti

Offline eugeniovi

  • Acutista
  • ******
  • Posts: 2976
  • Reputazione dell'utente: +39/-0
  • Gender: Male
Re: Consigli libreschi
« Reply #98 on: June 07, 2021, 01:02:19 PM »
Il libro di Max Gordon acquistato appena uscito (circa una decina d'anni)  lo consiglio vivamente. Lui era il fondatore ed il proprietario del Village ed immaginate cosa ci puo' raccontare di quegli anni. Non aspettatevi un libro tipo 'riassunto del riassunto' oppure 'elucubrazioni mentali sull'inconscio di Parker' o l'importanza dell'accordo mibemollato minore che ho appena capito a cosa serve  :) ma un libro di racconti ed episodi vissuti veramente , anedoti e curiosità sui grandi del Jazz che sono passati dal suo locale. L'altro omaggio a Bill Evans scritto dalla sua giovane innamorata l'ho preso ma devo ancora leggerlo.   Attraverso gli occhi della ragazza che da giovane si innamoro' perdutamnente del grande pianista penso potremmo mettere ancora piu' a fuoco il personaggio con tutti i pericoli pero' di una narrazione 'di parte'. Ciao a tutti

Online Zosimo

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 9128
  • Reputazione dell'utente: +160/-3
  • Gender: Male
Re: Consigli libreschi
« Reply #99 on: June 07, 2021, 01:14:31 PM »
Ho letto una recensione negativa e forse potrebbe essere veritiera quando sono i ''parenti'' a scrivere.
Mi hanno consigliato su Evans quello scritto da Pieranunzi, ma credo sia fuori catalogo.
Tromba: Quella che capita
Bocchino: Almonzinni Revolution

Se non sai cos'è, allora stai slottando, amico mio.
Su questo forum, gli armonici sono talmente vicini  che tra un po' trombano.
L'anima del cambiar tromba ogni 2 giorni è sempre stato il desiderio e non il bisogno.  Bocchini per le note acute in realtà esistono, ma funzionano solo con gli acutisti

Offline eugeniovi

  • Acutista
  • ******
  • Posts: 2976
  • Reputazione dell'utente: +39/-0
  • Gender: Male
Re: Consigli libreschi
« Reply #100 on: June 07, 2021, 01:58:39 PM »
Bellissimo quello di Pierannunzi! Purtroppo e stato pubblicato circa 25 anni fa' e penso sia difficile reperirlo, magari in qualche sito di libri 'usati'. Ciao
Ps. Verissimo, diffidare dei libri scritti da parenti vari e dalle ......autobiografie  :)

Online Zosimo

  • Moderatore Globale
  • Acutista
  • *****
  • Posts: 9128
  • Reputazione dell'utente: +160/-3
  • Gender: Male
Re: Consigli libreschi
« Reply #101 on: June 07, 2021, 02:44:48 PM »
Ah, dimenticavo come ultima uscita quello di Franco D'andrea. poco menzionato sui media,
ma credo il pianista jazz migliore che abbiamo in Italia.
Tromba: Quella che capita
Bocchino: Almonzinni Revolution

Se non sai cos'è, allora stai slottando, amico mio.
Su questo forum, gli armonici sono talmente vicini  che tra un po' trombano.
L'anima del cambiar tromba ogni 2 giorni è sempre stato il desiderio e non il bisogno.  Bocchini per le note acute in realtà esistono, ma funzionano solo con gli acutisti